Se non ci fossero questi colori, odierei l'autunno

giovedì 29 settembre 2016

SOS CELLULARI .


Il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti denuncia l'uso dei palmari al volante. E per la prima volta si ufficializza un dato allarmante 


Nel 2015 crescono gli incidenti stradali in Italia, con un aumento delle morti. Le maggiori cause sono la distrazione, come l’uso del cellulare durante la guida, e l’eccessiva velocità. A renderlo noto è l’Istat, che ha diffuso i dati provvisori: l’anno scorso ci sono state3.149 vittime e 246.050 feriti, per un totale di 2.173.892incidenti stradali con lesioni a persone ; un costo totale per gli incidenti mortali ammonta a 17 miliardi e mezzo di euro(fonte: Ministero Infrastrutture e Trasporti). I decessi tornano ad aumentare per la prima volta dopo quindici anni, sono 38 in più rispetto al 2014 (+1,1%). 



Telefonino sequestrato a chi provoca incidenti, Torino città pilota dell'esperimento

LE multe da sole non bastano. I controlli in strada sono aumentati, nel giro di cinque anni, da poco più di 4mila multe a quasi 5mila per uso pericoloso del telefonino alla guida.Per combattere l’uso nocivo e pericolo della tecnologia, come il telefonino mentre si è alla guida, che può provocare incidenti e morti, la polizia municipale di Torino fa ricorso alla tecnologia stessa. E diventa un caso nazionale, da presentare nei convegni.
I ministeri potrebbero studiare un progetto ad hoc. "Addosso alle persone e all’interno dei veicoli - spiegano gli agenti del nucleo investigazione scientifica e tecnologica del comando di via Bologna - c’è tanta tecnologia. Non solo smartphone e smartwatch, ma i sistemi di collegamento bluetooth, i navigatori e la dotazione del veicolo. La cosiddetta domotica di bordo".
 "Della distrazione - spiega il responsabile del nucleo Gianfranco Todesco - rimane però traccia. Grazie alla tecnologia stessa posso sapere quando una persona stava chattando, stava telefonando o stava scambiando dati".
Il tutto certificabile attraverso una “indagine forense” degli apparecchi. . E per la prima volta a Torino, su incarico di un magistrato nel caso di un incidente grave, si è analizzato tutto il sistema tecnologico della persona sospettata di essere responsabile del sinistro.
. L’uso distorto della tecnologia provoca incidenti e vittime: la tecnologia però lascia tracce, cercando queste tracce si può capire cosa sia successo". Ad esempio può anche emergere che un automobilista stesse parlando al telefono, ma che lo stesse facendo con il vivavoce. Una situazione regolare anche in caso di incidente.

In Italia l’indagine forense sui dispositivi si può realizzare solo in caso di reati, dall’omicidio stradale alle lesioni.


Questo un progetto Usa del 2008 è stato ora presentato  dalla APPLE e  riguarda un meccanismo per impedire l'uso del cellulare in auto affinchè  lo si possa usare soltanto se non si possiede il bluetooth con il vivavoce.
Lock-out mechanisms for driver handheld computing devices. The lock-out mechanisms disable the ability of a handheld computing device to perform certain functions, such as texting, while one is driving. In one embodiment, a handheld computing device can provide a lock-out mechanism without requiring any modifications or additions to a vehicle by using a motion analyzer, a scenery analyzer and a lock-out mechanism. In other embodiments, the handheld computing device can provide a lock-out mechanism with modifications or additions to the vehicle, including the use of signals transmitted by the vehicle or by the vehicle key when engaged with the vehicle.




A proposito di bluetooth,  che permette di chiamare e parlare in vivavoce,ecco un esempio
Il prezzo è accessibile a tutti  : dai 10 20  euro ; quello che vedete costa 18.70 euro. 

lunedì 26 settembre 2016

ZIZZANIA TECNOLOGICA

VICENZA – Una donna di Malo, in provincia di Vicenza, durante il cuore della notte ha inviato un messaggio d’amore all’amante ma per un fatale errore ha sbagliato numero e lo ha mandato al marito che in quel momento si trovava nella stessa casa.
Ti amo, sei la cosa più preziosa che ho”, avrebbe scritto la donna che aveva appena finito di allattare il neonato in un’altra stanza. “Perché mi scrive questo quando mi potrebbe parlare ora, a voce, e perché nel cuore della notte? E se il destinatario non fossi io?”, si è chiesto il marito insospettito. Così l’uomo ha deciso di tempestare di domande la moglie e dal dubbio si è passati all’amara verità: la moglie lo tradiva con un altro uomo e non solo. Il marito a quel punto inizia a mettere in dubbio tutto e dopo un pressante interrogatorio e la minaccia di ricorrere all’esame del DNA sul figlio appena nato, la donna ha ceduto e ha confessato: “Si, è vero, amo un altro e quello non è tuo figlio”.
L’uomo non ha potuto fare altro che rivolgersi ad un avvocato per la separazione e per il disconoscimento del bimbo nato solo da due settimane.



Fiumicino, pilota scrive alla moglie: “Se mi lasci faccio cadere l’aereo”. Bloccato dalla polizia

L'uomo, in servizio sulle rotte intercontinentali per una compagnia straniera, avrebbe dovuto pilotare un aereo da Roma a Tokyo. Ad avvisare la polizia delle minacce la moglie che da tempo era in contatto con gli agenti a causa delle continue minacce del marito dopo l'avvio della separazione


Messinscena del giudice dopo l’sms hard

Un membro togato del Csm è finito sotto procedimento disciplinare e denunciato alla Procura di Perugia. 


Tutto è partito da una svista. Il magistrato ha scritto un messaggio d'amore a una donna, ma, invece di inviarlo alla diretta interessata, inavvertitamente l'ha spedito al numero «sbagliato», quello della moglie.. Per frenare l'ira della consorte,  ha cercato una scusa che fosse il più possibile plausibile,, ha spiegato alla moglie che in realtà il cellulare gli era stato rubato e che quel messaggio non lo aveva spedito lui, ma il presunto ladro e  ha deciso di presentare una formale denuncia alla polizia, sostenendo di aver subito un furto.  Le indagini sono state quanto più possibile  e la Polizia ha appurato cheapparecchio telefonico, peraltro intestato al Csm, era sempre rimasto nella disponibilità del consigliere. Gli agenti si sono trovati costretti a presentare, a loro volta, un esposto alla Procura di Roma per simulazione di reato nei confronti del componente del Consiglio superiore della magistratura.Attualmente, il magistrato fedifrago si ritrova sottoposto a un procedimento disciplinare dallo stesso organo di autogoverno della magistratura di cui fa parte..


Il cellulare continua ad essere un motivo di separazione tra le coppie, soprattutto a causa della distrazione, che provoca  l'invio di un SMS al destinatario sbagliato
Come ovviare a questo pericolo? A quanto sembra non è facile, non c'è nascondiglio o silenziatore che tenga, prima o poi...  .Bisognerebbe che un genietto inventasse una nuova"APP"
 da applicare ai  cellulari , una App  che provochi una scossa elettrica,  quando si clicca sul nome della  moglie/marito  o  delle/gli amanti, in modo da allertare la massima attenzione  Hai visto mai che un giorno,  Mark Zuckerberg e compagni,  ci riescano.

.







domenica 25 settembre 2016

CRUDELTA'

Aosta, quattro bambini lasciati a digiuno nella mensa della scuola Li hanno fatto sedere nel refettorio ma senza pasto. Il motivo? I genitori non erano in regola con il pagamento e l'iscrizione

In una scuola, il luogo deputato alla formazione e all'istruzione dei bambini, inculcano la crudeltà e l'egoismo nell'animo dei bambini. Una lezione che non dimenticheranno. Che vergogna!

giovedì 22 settembre 2016

OTZI

OTZI IERI



OTZI OGGI
Grazie al sequenziamento del suo genoma nucleare si sono potuti scoprire diversi tratti dell'uomo del Similaun, fra cui anche la sua intolleranza al lattosio e la sua vicinanza genetica alle popolazioni insulari del Tirreno, e in particolare a quelle sarde e corse.

Aveva gli occhi castani, era intollerante al lattosio, soffriva di un malattia vascolare ereditaria e aveva perfino contratto la malattia di Lyme. Sono queste le ultime scoperte su Ötzi - l'uomo la cui salma congelata era venuta alla luce dal ghiacciaio del Similaun nel 1991 - che si sono potute ottenere grazie al sequenziamento del suo genoma.

ULTIMISSIME
Era questa la voce di Ötzi o, almeno, una approssimazione di come dovevano suonare le sue vocali, le cinque dell'alfabeto italiano. Una ricostruzione possibile grazie al lavoro dei ricercatori di foniatria dell’ospedale San Maurizio di Bolzano, coordinato dal dottor Francesco Avanzini e dal primario del reparto di Otorinolaringoiatria Rolando Füstös. La scansione del condotto vocale della mummia del Similaun, ritrovata nel 1991 intrappolata nel ghiaccio al confine tra Sudtirolo e Austria, ha dunque permesso di ipotizzarere quale dovesse essere la voce di quest'uomo, vissuto 5.300 anni fa. 


http://video.repubblica.it/cronaca/ecco-la-voce-di-otzi-ricostruita-dagli-studiosi-di-bolzano/252721/252908?ref=HRESS-3


http://www.sharenator.com/celebrities-hilariously-transformed-into-cavemen/

Somiglianze

















martedì 20 settembre 2016

Vorrei un vostro parere.

http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/574906/napoli-san-gennaro-2016-si-rinnova-il-miracolo

Si è rinnovato, a Napoli, il miracolo di San Gennaro: alle 10.38 di oggi, nella Duomo del capoluogo campano, il sangue del santo si è liquefatto e nell'ampolla tenuta in mano dall'arcivescovo della città, il cardinale Crescenzio Sepe, la cittadinanza ha potuto osservare il liquido rossastro cambiare forma, come accade ogni anno nel giorno della celebrazione della festività del santo patrono partenopeo e campano.
Tradizione popolare vuole infatti che se il sangue del santo non si scioglie per Napoli sono in arrivo grandi tragedie e catastrofi: l'ultima volta che il sangue rimase solido il capoluogo campano fu colpito da una brutta epidemia di colera. Erano gli anni Sessanta

.
Come abbiamo scritto anche negli anni passati, riportando un articolo pubblicato nel 1991 sulla più prestigiosa rivista scientifica del mondo, Nature, il "miracolo" potrebbe essere scientificamente spiegabile grazie al fenomeno della "tissotropia"Tre ricercatori del CICAP (Franco RamacciniSergio Della Sala e Luigi Garlaschelli) hanno fornito una prova scientifica sull'ottenibilità di uno "scioglimento" simile a quello che è alla base del fenomeno del miracolo. Lo spirito dell'indagine del CICAP non è stato quello di determinare la composizione della sostanza nell'ampolla, ma di riprodurre i comportamenti più documentati della reliquia. Inoltre l'esperimento è servito a dimostrare che non solo è possibile riprodurre quei comportamenti con i mezzi attuali, ma anche che fosse possibile farlo all'epoca della sua comparsa, confutando così le affermazioni sull'irriproducibilità del suo comportamento o sull'impossibilità della scienza di spiegarlo.Un esempio di questa proprietà è la salsa ketchup, che si può mostrare in uno stato quasi solido fino a quando delle scosse non la fanno diventare d'un tratto molto più liquida. Franco Ramaccini del CICAP ha sostenuto che è ragionevole avanzare l'ipotesi della tissotropia poiché durante la cerimonia che precede lo scioglimento del sangue di San Gennaro il sacerdote agita e muove l'ampolla tenendola con le mani.I ricercatori del CICAP hanno realizzato l'esperimento ottenendo una sostanza tissotropica dal colore rosso sangue con il solo utilizzo di sostanze e materiali reperibili all'epoca a cui risalirebbero le ampolle (fine Trecento)
tixotropìa (o tissotropìa In chimica fisica, il fenomeno, presentato da alcuni gel, di passare allo stato liquido per effetto di semplice agitazione o sotto l’azione di vibrazioni (per es., ultrasuoni), per poi tornare a coagularsi quando l’azione meccanica perturbatrice viene sospesa. 
La Curia  non ha mai consentito a gruppi di ricercatori e scienziati super-partes di esaminare il contento dell'ampolla.
I CASI DI MANCATA LIQUEFAZIONE - In alcuni casi, si diceva, questo non succede. La storia recente riporta diversi casi di mancato scioglimento. Nel settembre del 1939 e del 1940, ad esempio, in corrispondenza con l'inizio della seconda guerra mondiale e dell’entrata nel conflitto dell’Italia; nel settembre del 1943, data dell’occupazione nazista, nel settembre del 1973, periodo della diffusione del colera a Napoli e nel settembre del 1980, anno del terremoto in Irpinia.  Tutte date in qualche modo drammatiche. E anche nei secoli scorsi, si ricordano giorni in cui il miracolo non è avvenuto. Coincidono spesso con assedi, eruzioni e pestilenze.


Per quanto mi riguarda , senza voler offendere nessuno e per quanto valga la mia opinione, io mi sento presa in giro  dalla chiesa cristiana che insiste con questi "miracoli"  comprensibili ,forse,nel medio evo quali minacce utili a giustificare alcune  catastrofi; mi sento offesa che mi ritenga un "boccalone" come quelli che credono ad una Vanna Marchi



sabato 17 settembre 2016

INACCETTABILE




E' inaccettabile cha la CEI, che rappresenta  i vertici della chiesa cristiana "misericordiosa",tacci questi genitori disperati di avere la "LICENZA di UCCIDERE" . Loro  che vivono in un mondo dorato, senza avere nessuna cognizione di causa su cosa significhi avere una famiglia,  ignorandone le reali  responsibilità, giudicando soltanto per sentito dire.

Belgio: primo caso di eutanasia su minore. Cei: "Adulti con licenza di uccidere"

Maria Antonietta Farina, presidente Istituto Luca Coscioni: "La volontà del familiare non deve essere prevalente rispetto a quella del minore". 
Se è un minore come può capire cos'è meglio per lui? Per quasto esiste la potestà  genitoriale con tutte le responsabilità che ne derivano 
Paola Binetti: "Com'è possibile che l'amore dei genitori non abbia vinto la sfida sulla morte?" Io mi chiedo, invece "Com'è possibile che i  genitori non  vogliano alleviere le pene del proprio figlio/a, affrontando il più grande sacrificio che si possa fare?

Beppino Englaro: "Se rispettata la legge, nulla da aggiungere"

E' evidente che in Belgio si attengono alla legge:
L'età del minore non è stata precisata. Quest'ultimo deve sottoporre il caso e ricevere l'autorizzazione del 'Dipartimento di controllo federale e valutazione dell'eutanasia'. E' stato chiarito che aveva una malattia in fase terminale. 

Il Belgio ha istituito una 'Commissione federale di controllo e valutazione dell’applicazione della legge sull’eutanasia', un organo presieduto dal professore Wim Distelmans, creato dai parlamentari belgi per assicurarsi che non si verifichino irregolarità.
"Per fortuna ci sono pochissimi bambini che prendono in considerazione questa possibilità - ha dichiarato Distelmans - ma questo non significa che dobbiamo negare loro il diritto di una morte dignitosa"
. "In Belgio - spiega Micaela Ghisleni, docente a contratto di bioetica al Politecnico di Torino - l'eutanasia è praticata per legge in presenza di due condizioni: deve esserci la cosiddetta 'situazione infernale' a livello clinico (stato di sofferenza fisica/morale tale da creare una condizione di indegnità esistenziale)

 'SITUAZIONE INFERNALE" ! Mi ha sconvolta questa frase, scatenando la mia immaginazione  che si è trovata difronte a  situazioni insostenibili per chi ama un figlio/a. Dubito che un Dio non sia d'accordo con la scelta d'eutanasia, ma ovviamente, ognuno è libero di pensre come risolvere una   tragedia nel momento in cui dovesse trovarsela di fronte.Purtroppo in Italia, per ora, non esiste una scelta, esiste solo una possibilità : quella di veder soffrire e consumarsi chi si ama.