IL MIO PERCORSO DI LETTURA

Ho sempre letto molto, fin dall'infanzia, forse perchè ero un bambina  solitaria , e il mio incontro con Dickens avvenne all'inizio dell' adolescenza, in  concomitanza con  l'avvento del mio primo cane e a tutti e due devo la mia riconoscenza per aver dato una svolta alla mia vita. Grazie a   "Pip grandi speranze"  iniziò la mia ricerca di libri , anche di quelli non adatti alla mia età . Tra i primi ricordo  " L'amante dell'orsa maggiore " di Piasecki  e poi Daphne du Maurier  e Somerset Maugham , " Cime tempestose" di E. Bronte" , l'indimenticabile  " Il cielo non ha preferenze  " di Remarque .  ma anche sceittori italiani e americani tra cui  Pamela Moore  ed E Coldwell  con i rispettivi  " Cioccolata a colazione " e "Il piccolo campo" ( di cui ho adottato  l' intercalare che spesso pronuncio  " e questo è un fatto" ) che allora destarono scalpore. Ho rischiato molto perchè , se mia madre avesse scoperto certi libri, passatemi da un amica, forse ora non sarei qui a raccontarlo.
Tutto questo per dirvi che, rivedendo il il film  " Grissom gang" dal libro
GRISSOM GANG
di 
James Hadley Chase " Niente orchidee per miss Blandish " , ho ricordato il periodo in cui, novella sposa, andammo ad abitare a Manerbio (Bs). Giorgio lavorava alla Marzotto e la ditta ci fornì un appartamento in una bella piazza alberata in cui si trovavano un cinema e una Biblioteca privata . Così nacque la mia passione per i noir e gialli , da James Hadley Chase a Cornell Woolrich ( William Irish) da Poe a Donald Westlake (Richard Stark etc.) da EdMcBain ( Evan Hunter etc.etc.) a Patricia Highsmith,la mia preferita tra le donne. Abitando in Svizzera negli anni '80, un giorno presi l'auto e andai nei pressi di Locarno, dove lei viveva, suonai alla sua porta e mi ricevette con grande cordialità, al contrario di Stephen King che non mi aprì la porta.
Patricia Highsmith
A proposito di gialliste, potete ben capire dai nomi citati, che Agatha Christie e tutti gli autori da " cadavere in stanza chiusa a chiave dall'interno" non mi hanno mai avvinta con i loro misteri.

Bimbo che starnutisce ahahahah


Ecco come rispondono le nuove generazioni a Berlusconi che vuole ritornare a fare il premier.
Dall'amico Miscredente, prof. Guido Esposito
http://miscredente08.blog.kataweb.it/2017/10/13/senza-titolo/

I UN BELL'ESEMPIO D'GNORANZA CRASSA


L'IGNORANTE












Il re del porno Larry Flynt contro Donald Trump. L'editore della rivista Hustler, la rivista erotica più famosa la mondo insieme a Playboy e Penthouse, ha comprato una intera pagina del quotidiano Washington Post offrendo 10 milioni di dollari in contanti a chiunque fornisca informazioni utili per avviare le procedure di impeachment e cacciare il presidente americano. Per Flynt - si legge nell'annuncio - "dopo nove mesi in carica Trump ha dato prova di essere pericolosamente inadatto a governare". E, in pieno scandalo Weinstein, prende di mira anche il presunto passato da 'molestatore seriale' del tycoon. Non a caso fu proprio Flynt, nell'ottobre del 2016, a mettere sul piatto un milione di dollari a chiunque gli avesse consegnato registrazioni 'a luci rosse' dell'allora candidato alla Casa Bianca, a quei tempi travolto dalle accuse di molestie sessuali mosse da decine di donne e dal video sessista che scatenò una vera e propria bufera. Una vera e propria
dichiarazione di guerra da tycoon a tycoon. Flynt, 74 anni, punta il dito sulle "centinaia di bugie del presidente" e sulla "completa ignoranza degli affari internazionali".


Mi meraviglia che negli USA sia possibile " "TO PUT A PRICE ON PRESIDENT'S HEAD"



Dubito, ma... non si sa mai

SATIRA PREVENTIVA

http://espresso.repubblica.it/opinioni/satira-preventiva/2017/10/04/news/fuori-gli-americani-dall-america-1.311413?preview=true

 .

Negli Stati Uniti, negli ultimi cinquant’anni, gli omicidi e le stragi con armi da fuoco hanno fatto molti più morti della guerra del Vietnam e dell’Undici settembre messi insieme. Hanno ammazzato più americani gli americani di qualunque altro popolo della Terra. Gli americani, senza nemmeno la scomodità e i costi di un’invasione e di uno sbarco, possono colpire al cuore l’America come e quando vogliono. L’elaborazione di questo dato non può non avere conseguenze politiche, economiche e di strategia militare.


La destra La iperdestra isolazionista che sostiene Trump, suggerisce, dati alla mano, di inserire anche gli americani nella lista dei “popoli canaglia” che attentano alla sicurezza e agli interessi nazionali. Si tratterebbe di varare un “self-band” che impedisca l’accesso degli americani in America.[...]

La sinistra Contrari per principio alle strette autoritarie e alle limitazioni delle libertà civili, i liberal suggeriscono piuttosto di mettere al sicuro l’intera popolazione americana dagli attacchi americani organizzando un gigantesco esodo verso Canada e Messico [...]

 La Rifle Association La potente lobby delle armi da fuoco ha emesso un duro comunicato contro le vittime di Las Vegas. «Se fossero stati armati e avessero reagito al fuoco, per esempio puntando un bazooka o lanciando una granata contro la stanza d’albergo di quel bastardo, ora non saremmo qui a contare i morti. Dove è finito lo spirito americano, quello che ha fatto grande questo paese? Oggi quasi nessuno esce di casa con un bazooka a tracolla e una granata in tasca. Il paese è in mano ai finocchi e ai comunisti»[...]

Gli psichiatri La comunità degli psichiatri e degli psicoanalisti d’America è sotto choc. Non c’è professionista del settore che non abbia ben chiara la diagnosi (i maniaci delle armi da fuoco soffrono della tipica Sindrome del Maniaco delle Armi da Fuoco), ma non sono in grado di intervenire perché le carte di credito dei pazienti sono crivellate dalle pallottole e dunque inservibili.[...]

Trump  []raggiungendo il suo campo da golf di Pootanooga (Oklahuta), alla buca numero dodici, ricevendo i giornalisti, ha detto che non possono esserci dubbi sulla colpevolezza del killer, e nemmeno sull’innocenza delle vittime. Questo perché si sappia che non possono essere tollerati, in materia di sicurezza nazionale, punti di vista ambigui o ipocriti.

Una delle ragioni per cui sono abbonata a  L'Espresso è quella di seguire la  " SATIRA PREVENTIVA" di Michele Serra. Questa settimana , oltre a divertirmi, mi ha colpita il primo paragrafo e mi sono chiesta se faccia parte della satira o  di una terribile realtà.

Negli Stati Uniti, negli ultimi cinquant’anni, gli omicidi e le stragi con armi da fuoco hanno fatto molti più morti della guerra del Vietnam e dell’Undici settembre messi insieme. Hanno ammazzato più americani gli americani di qualunque altro popolo della Terra. Gli americani, senza nemmeno la scomodità e i costi di un’invasione e di uno sbarco, possono colpire al cuore l’America come e quando vogliono. L’elaborazione di questo dato non può non avere conseguenze politiche, economiche e di strategia militare.



RAZZE DI PORCI

TRENTO

Pedofilia online, scoperta rete nazionale:
10 arresti in tutta Italia, coinvolto magistrato

Si scambiavano materiale pedopornografico usando servizi di messaggeria criptata. Indagini in 13 regioni

ROMA La Polizia di Stato di Trento ha sgominato una rete di pedofili che produceva e scambiava materiale pedopornografico sul web, attraverso una piattaforma di messaggistica criptata. In totale sono stati eseguiti 10 arresti, 47 perquisizioni e il sequestro di una gran quantità di foto e video prodotti tramite lo sfruttamente sessuale di minori.
Tra i membri del gruppo compare anche un magistrato della Corte d'appello di Reggio Calabria, Gaetano Maria Amato, già arrestato a Messina il 2 ottobre per pornografia amatoriale e su cui è stata aperta una seconda indagine.In totale sono 48 le persone coinv

Davanti al gip avrebbe ammesso parzialmente i fatti contestati, il magistrato della Corte d'appello di Reggio
Calabria Gaetano Maria Amato, 58 anni, accusato di pedopornografia. Indagato dalla procura di Messina, che ne ha
chiesto e ottenuto l'arresto nelle scorse settimane, l'uomo è ancora detenuto




Ho sentito parlare di porci con le ali ma non sapevo che ci fossero i porci con la toga.



POVERO!

"Non so su cosa si voglia basare il gabinetto giuridico della presidenza perché io possa essere estradato. Non so se il Brasile voglia macchiarsi sapendo che il governo e i media hanno creato questo mostro in Italia. Mi consegneranno alla morte".

LA PRIMA VITTIMA - Andrea Santoro fu il primo a cadere sotto i colpi dei Pac. A 52 anni viveva una vita tranquilla con la moglie e i tre figli, a Udine, dove comandava con il grado di maresciallo il carcere di via Spalato. Il 6 giugno del '78, quando lo uccisero, non era ancora passato un mese dal ritrovamento del cadavere di Aldo Moro in via Caetani e l'Italia era ancora sotto choc. Lo attesero sotto il carcere e quando arrivò lo freddarono con una pistola militare. A sparare, secondo gli inquirenti furono proprio Battisti e una complice
LE ALTRE - E il '79 ne fu il triste prosieguo: tre omicidi, due a Milano e uno ancora nel nord est, a Mestre. Il 16 febbraio la prima, duplice azione: a Milano fu ucciso il gioielliere Pierluigi Torregiani; 
A Mestre il macellaio Lino Sabbadin. Nella rivendicazione fu scritto che «era stata posta fine» alla loro «squallida esistenza». Il gioielliere e il macellaio avevano in comune una cosa: spararono e uccisero un rapinatore. E per questo furono puniti, una vendetta insomma.

. Mi consegneranno alla morte".

Ma no dai Cesare,  vieni tranquillo !
Qui non c'è la pena di morte , a meno che tu non ti riferisca ad una possibile vendetta, come quella che attuasti nei confronti di due cittadini italiani che avevano osato sparare a due rapinatori .
Vedrai che i giudici ti riconosceranno molte attenuanti , ti concederanno uno sconto di pena e gli arresti domiciliari e magari una scorta  per proteggerti da una improbabile vendetta.

FINZIONI





I bambini cresceranno senza Aristotle. Metà robot, metà totem, il baby sitter dotato di “intelligenza artificiale” non verrà mai prodotto dalla Mattel.
Il gadget fu annunciato a gennaio., nelle intenzioni dei produttori doveva essere un cilindro con luci colorate, un microfono per registrare il pianto o la voce del bambino e un altoparlante per cantargli ninne nanne o tranquillizzarlo. Avrebbe imitato le voci degli animali, chiesto di riconoscere le forme geometriche, raccontato favole e, grazie al motore di ricerca Bing, avrebbe risposto ai mille perché dei bambini. Quando il bebè fosse cresciuto, l’apparecchio gli avrebbe insegnato a parlare (anche in più lingue) o avrebbe risposto alle sue domande, aiutandolo nei compiti o nelle ricerche su internet e imparando - grazie all'intelligenza artificiale - insieme al bambino. Ai genitori avrebbe ricordato quando i pannolini o il latte in polvere stavano per finire (ordinandoli direttamente online, insieme ai giocattoli, qualora il bambino avesse imparato il meccanismo fin troppo in fretta). E sui telefonini, permanentemente, avrebbe trasmesso le immagini della telecamera puntata sulla stanza del bambino.





iN COMPENSO, TRA POCO ENTRERA' IN COMMERCIO
IL MOSTRICIATTOLO QUI SOPRA CHE MI RICORDA I DUE CUCCIOLI DI CANI DI PELUCHE CHE REGALARONO ALLE MIE NIPOTINE : IL FATTO CHE RESPIRASSERO MUOVENDO IL DORSO A ME FACEVA UN'IMPRESSIONE POCO PIACEVOLE.