commenti?

“Mafia e moralità sono un ossimoro”, il procuratore facente funzione di Palermo Leonardo Agueci

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2014/10/27/news/grillo_e_la_mafia_maria_falcone_insorge_sono_sdegnata-99103431/?ref=HREC1-16

Qui i pareri e lo sdegno di chi sa, anche a proprie spese, cos'è la mafia.

Grillo choc a Palermo: "La mafia aveva una morale, andrebbe quotata in Borsa"
 "La mafia è stata corrotta dalla finanza, prima aveva una sua condotta morale e non scioglieva i bambini nell’acido. Non c’è differenza tra un uomo d’affari e un mafioso, fanno entrambi affari: ma il mafioso si condanna e un uomo d’affari no".


"Hanno impedito a Riina e Bagarella di andare da Napolitano ma per proteggerli da lui e non il 
contrario, perché dopo un 41 bis un Napolitano bis è troppo 
Anche le sue battute non hanno più niente di comico
Grillo, l'autista e la cognata 

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2013/03/07/news/grillo-l-autista-e-la-cognata-1.51653

Tredici società in Costa Rica. Per gestire affari e aprire un resort di lusso nel  paradiso fiscale. Promotori: l'angelo custode dell'ex comico e la sorella di sua moglie. L'inchiesta su 'l'Espresso' in edicola.
Lui ne sa qualcosa di affari, lui e Casaleggio, ovviamente

Mi riprometto sempre di non parlare di Beppe Grillo, poi ci ricasco e mi chiedo chi possa fare da gregario ad un uomo del genere, disposto a tutto pur di avere dei voti, anche dei voti che grondano sangue, voti che sanno di droghe.
Ma davvero bastano degli urli, delle parolacce e delle espressione da pazzo, per convincere la gente?

9 commenti:

  1. Cara Cristiana, a suo tempo quando Grilli entrò in politica, io avevo affermato che lui è un grande COMICO E COMICO LO RESTERÀ PER SEMPRE!!!
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ma sai che tra le righe non ha detto proprio una cazzata?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono credente, ma affiaancare la parola moralità a mafiaa, suona come una bestemmia.
      Avevo già intuito che 'pendi' a destra, ma ciò non pregiudica, per quanto mi riguarda, la tua simpatia.
      Cristiana

      Elimina
  3. C'è sempre qualcuno che predica male e razzola peggio... ma tant'è! Questo è il paese dei balocchi.

    RispondiElimina
  4. a me più delle sue battute mi fanno paura alcuni suoi rappresentanti con i quali ho anche parlato... per non parlare dei metodi "della rete"

    RispondiElimina
  5. Mussolini fondò i "Fasci di combattimento" a Bologna nel 1919, quasi un secolo fa. Andò al potere cavalcando la tigre dell'insoddisfazione nazionale dopo una guerra vinta sul campo di battaglia a persa dovunque. Non bestemmiò mai, non disse le stronzate di cui costui si nutre, non prese la nazione per i fondelli. Allora come oggi c'era gente insoddisfatta, allora come oggi gente cretina che li votò e che li voterà. Il guaio che Mussolini aveva ben altra statura e fascino. Poi è finita come è finita. Se votassero domani penso che questo istrione paraculo vincerebbe le elezioni. Povera patria mia!

    RispondiElimina
  6. La situazione politica in Italia è grave ma non è seria, dice il grande — solo e sofferto e triste e ironico — Ennio Flaiano

    RispondiElimina
  7. La mafia ha fatto molte vittime dirette e indirette e le sue dichiarazioni sono fuori luogo.

    RispondiElimina
  8. Grillo ormai va a ruota libera e nemmeno si rende più conto delle cavolate che dice. Questa frase andava detta in altro modo, semmai confrontando la mafia di una volta con quella giovane e molto più senza scrupoli di oggi. Il che dipende dal menefreghismo e dall'odio nei confronti degli altri del mondo attuale, dove il mafioso giovane di oggi è molto più cattivo d'animo e non ci pensa due volte a uccidere provocando anche più sofferenza possibile alle vittime stesse. Ma anche con questo il fatto che sempre di mafia si tratta va sempre tenuto in considerazione e non bisogna mai dimenticarsene per rispetto di tutti! Grillo con i suoi paragoni dimentica che ci sono delle vite umane in mezzo.

    RispondiElimina