Perchè l'onore è l'onore.

Guai dire maniaco al violentatore di tua figlia ( oltretutto il padre della ragazza): 

In Italia, si è arrivati al punto che insultare lo stupratore di tua figlia può costarti una condanna per ingiuria. È quello che è successo a una donna che si è vista rigettare, dalla Cassazione, il ricorso contro la sentenza del Tribunale di Messina. Che l’aveva giudicata colpevole del suddetto crimine per aver definito “maniaco” il responsabile della violenza sessuale. La Suprema Corte, ritenendolo un insulto molto pesante, ha fatto presente che non è legittimo offendere pubblicamente l’onore e la reputazione di qualcuno. Anche nel caso in cui si sia macchiato del reato di stupro contro un tuo congiunto. Senza considerare che, ha precisato Piazza Cavouranche i condannati, finanche per reati gravi, hanno diritto, quali membri del consorzio umano, al rispetto della dignità personale”.

Ve la passo pari pari perchè non so che dire, se non che c'è da rimpiangere quei periodi   -----oscurantisti??? ----- in cui ci si faceva giustizia da soli oppure, ancor meglio, quando sta gentaglia la si metteva alla gogna  


Ma bisogna rispettare tutti, proprio tutti? Anche il paparino di Motta Visconti che
ha Ammazzato moglie e figli a coltellate e poi è 
andato vedere la partita? la partita?
Anche Jack lo Squartatore , se lo avessero beccato, avrebbe avuto diritto, quale membro del consorzio umano, al rispetto della dignità personale”?
E Riina e Madonia, i mandanti delle stragi di Capaci e via D'Amelio? Anche per loro bisogna stare attenti a come si parla? Non posso dire loro "ASSASSINI" altrimenti possono farmi causa per ingiuria e lesa dignità? 

  

http://www.west-info.eu/it/guai-dire-maniaco-al-violentatore-di-tua-figlia/






11 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo anche la Giustizia passa sotto molti ponti. Mirka

    RispondiElimina
  3. Siamo alla fiera dell'assurdo.

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Sconcertante!!! Cara Cristiana.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Dagli all'untore — roba pericolosa, che untori ci si nasce da destino o per scelta come i cristi da uno al giorno —, e ci si trova un bel capro espiatorio da senza paradisi e ci s'impicca Linch come a far pari, basta scegliere l'alberro, tu che sei mai un Bertoldo : se tu sei negro in USA, va anche peggio

    RispondiElimina
  6. Veramente assurdo ...come siamo largheggianti a sputare sentenze , ma come siamo retrogradi quando la cosa tocca personalmente uno di noi, in primis la giustizia, i nostri governatori, e chi più ne ha più ne metta..
    Altro che legge del Taglione...
    Bacio serale amica mia!

    RispondiElimina
  7. Mi vergogno della giustizia italiana.... Ciao Cristiana grazie per la visita...
    P.s.. Per iscriverti devi sostenere il blog con google friends e lasciare un commento.
    Ciao a presto!

    RispondiElimina
  8. Ma di cosa c'è ancora da stupirsi, Cri, se sugli scranni del Parlamento siedono indagati e condannati che pur hanno diritto all'appellativo di onorevoli, e quelli in galera prenderanno sostanziosi vitalizi erogati dallo Stato ma pagati da noi? I
    Io,anzi, ci vedo, con questa sentenza, una grottesca e stolida coerenza, con l'andazzo del resto del paese.
    L'unica coerenza rimasta in Italia, dove i malfattori, a qualsiasi ceto sociale appartengano. e qualunque sia la loro colpa, sono tutelati e le vittime calpestate.
    Un saluto, Cri :)

    RispondiElimina
  9. faccio davvero fatica a commentare... credo che si debba rivedere davvero tutto

    RispondiElimina
  10. Ma no che non ti abbandonai. Una seconda mail te l'ho inviata. Evidentemente ho un indirizzo non corretto. Devi mandarmi il tuo indirizzo mail.
    Ps.: ma ho visto che l'hao inserito l'heracleum. Pare che funzioni.

    RispondiElimina
  11. Dare del maniaco a uno stupratore è un insulto. Violentare una ragazza non è un reato deprecabile.
    Sti cazzi!
    E se do dello stronzo al giudice?
    Ciao!

    RispondiElimina