MALEDETTI LORO!!!

Articolo 1 della Costituzione italiana
« L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

Questo testo è ormai superato e bisognerebbe adeguarsi al linguaggio internazionele, in modo da rendere corretto parlare di "job act" , default, welfare,impeachment, antitrust, devolution, premier, bipartisan, per citare solo alcuni gli inglesismi che riguardano la politica.
Bisognerebbe fare una petizione e , perchennò, un referendum, per cambiare questa frase nella nostra Costituzione  ( o bisognerebbe dire COSTITUTION?), che potrebbe essere questa

"Italy  is a Democratic Repubblic founded on legal job" 


Mica siamo più al tempo del fascismo quando quel lungimirante del duce, aveva proibito gli inglesismi , i francesismi e tedeschismi, immagino.
Evidentemente la nostra lingua è ormai obsoleta visto che a Bruxelles hanno escluso l'italiano tra le lingue comunitarie in cui vengono tradotte le conferenze stampa dei commissari europei.

Maledetti loro!

























































































































































































































































10 commenti:

  1. sta facendo quello che non ha fatto Berlusconi... mi chiedo cosa sarebbe successo nelle piazze se a farlo fosse stato B.

    RispondiElimina
  2. Per nulla d'accordo. Vuoi buttare via così la nostra lingua, la più bella e musicale del mondo? No, preserviamola e continuiamo a usarla, e soprattutto lasciamo la Costituzione scritta in italiano! Tanto, gira e rigira, finiremo per uscire dall'unione europea, che sia per volontà nostra o perché ci cacceranno a scarpate nel didietro. Allora il Bomba coi suoi giosbàt e tutte le minchiate che spara in ostrog... in babil... in quella lingua là finiranno giù per lo scolo del cesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DUM, colpa mia che non sono stata abbastanza caustica.
      Io la penso esattamente come te, sulla nostra lingua e mi dispiace che l'abbiano tanto avvilita.
      Cri

      Elimina
    2. Anch'io volevo suonare sarcastico, ti posso rassicurare. Il mio disaccordo era col Bomba, mica con te. Mucchi di blablabla in ost- bab- insomma, in quella lingua là solo per confondere la gente, solo perché non sarebbe capace di mentire in italiano: lo sgamerebbero subito.

      Elimina
  3. Si usano i tecnicismi inglesi per non farci capire una mazza in politica... semplice.

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
  4. Aggiungo alla collezione anche la spending review che di questi tempi tiene banco.

    RispondiElimina
  5. Meno male che c'e' il lavoro nero: http://www.crepapelle.net/2011/03/e-grazie-al-sommerso-che-male-non-sono.html

    RispondiElimina
  6. Ciao Cristiana.
    Amo la mia lingua, non la cambierei mai!
    Baci cara.

    RispondiElimina
  7. Ma non era stato abolito il primo articolo della Costituzione? Dovessero reintrodurlo, per puro scrupolo, non si potrebbe avere in latino,? linguaggio aulico e finalmente nostro, che tende un po' a terrorizzare dal provare ad ignorarlo o magari a fare certi ritocchini...

    RispondiElimina
  8. Mi spiace Cri, tu sai quanto io ami la nostra lingua, ma questo è la conseguenza della decisione di quegli imbecilli che hanno praticamente abolito l'uso del latino dalle nostre scuole medie. In galera dovrebbero metterli e invece stanno in parlamento. Il fatto che abbiano abolito la traduzione ufficiale (ma sei sicura? Viene fatta la traduzione in polacco, in greco e non in italiano?) in italiano dimostra quanto poco conti questa nazione in Europa. Siamo tra i fondatori dell'Unione europea, ma la classe di merda dei nostri politici -tutti nessuno escluso, tanto meno questo pagliaccio buono solamente a parlare ed a leccare le chiappe della Merkel- ci ha ridotto a questo livello.

    RispondiElimina