Eppure ci siam passati!



La Seconda Guerra Mondiale. Viaggio attraverso le macerie da cui riuscì a nascere l'Europa

Guardando il terzo cd di questa collana di Repubblica, ho sentito parlare di un aneddoto che evidenzia la poca lungimiranza di Mussolini

Ho ritrovato questo aneddoto ne "LA STANZA DI MONTANELLI sul Corriere della sera".  Riporta uno scambio di lettere  fra uomini del Governo Mussolini ( Attolico, Alfieri, Passarelli) e uno di loro scrive : Tutti i suoi collaboratori e consiglieri, a cominciare da suo genero Ciano, erano di parere contrario alla guerra e tentarono di trattenerlo. Questo venni a saperlo direttamente da loro, Grandi, Balbo e Bottai per primi. Balbo, il piu' impetuoso e outsposken dei tre, disse a Longanesi e a me, parlando di Mussolini: "Se noi avessimo i c...ni, lo pugnaleremmo e butteremmo nel Tevere: non c'e' altro modo d'impedirgli questa follia". Una sera ero con Ansaldo, direttore del Telegrafo, il giornale livornese di Ciano, quando questi ci raggiunse. Era sconfortato. "Chissa' - ci disse - chi gli ha messo in testa che l'America non e' poi quella gran Potenza che tutti credono..."  ( e ancora ignorava che l'avrebbe fatto fucilare!). "Faccia una cosa - gli suggeri' Ansaldo -: gli porti i tre volumi dell'elenco telefonico di New York. Forse capira"
http://archiviostorico.corriere.it/1997/giugno/14/Mussolini_elenco_telefonico_New_York_co_0_97061415696.shtml
"Con tutte le sue arie di "uomo del Futuro", era in realta' un uomo dell'Ottocento cresciuto nel mito della Grande Armee francese, e quando la vide in pochi giorni crollare penso' che ormai piu' niente poteva fermare i panzer di Hitler.





Questo aneddoto, che  mi ha fatto provare una sorta di pena nei confronti di Mussolini , dimostra che non aveva capito  un bel niente e affrontava una guerra mondiale così :

Un incosciente con un ego spropositato che alcuni, incomprensibilmente,   rimpiangono.




























la cecità di mussolini

5 commenti:

  1. L'Ego smisurato porta a involuzioni smisurate. E noi che siamo uomini e non Cristo non possiamo neppure dire "Padre perdona loro perchè non sanno quello che fanno". E i danni che lasciano si scontano perdendo anche la vita. Vale per tutto. Ciao, Mirka

    RispondiElimina
  2. Cara Cristiana, credo che ogni commento sia inutile!!! fece una scelta di alleati sbagliata!
    E alla fine le costò la vita. Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Che strane coincidenze!
    Anche Mussolini marciava saltellando come un pollo mostrando la mascella.
    Anche Mussolini veniva dal nulla e si trovò in mano un potere immenso.
    Anche Mussolini era convinto di essere inviato da Dio sulla terra.
    Anche Mussolini pose la fiducia per cambiare una legge elettorale.
    Anche Mussolini si trovò con un partito con la maggioranza assoluta.
    Anche Mussolini era circondato da lecchini senza coglioni e mignotte sculettanti.
    E Mussolini finì a Piazzale Loreto lasciando un'ondata di lutti e di disperazione.
    Vogliamo fare il bis?

    RispondiElimina
  4. no, non lo vedo come il duce...per quanto sia tenuto dalle palle dalla Germania e dalla BCE
    anche l'America non scherza...diciamo che si barcamena.

    RispondiElimina
  5. Di recente c'è una certa proliferazione di eghi smisurati... dev'essere una patologia endemica, o forse marciare intruppati - fosse anche solo negli scout, sul boy soprassiedo - può essere un elemento catalizzatore!

    RispondiElimina