commenti?

EVITARE DI CADERE NEL RIDICOLO.


Pride Roma, oggi è il "Family Gay': in centro la parata dei diritti omosessuali

Chi mi conosce, sa che mai ho usato termini o forme verbali come   -  normaltà  malattia   giudicare accettare disapprovare condannare , invertiti pederasti  finocchi  lesbo ....Per l'amore è amore in ogni sua sincera manifestazioine. 

La mia critica riguarda  quei cortei che ricordano il carnevale di Rio de Janeiro    ove si ostentano mises e trucchi che nulla dovrebbero avere  a che fare con qualsiasi manifestazione d'amore etero o omosessuale che sia. La convinzione e l'orgoglio  degli amanti dello stesso sesso, dovrebbe aborrire queste ridicole esibizioni , che  rivelano  un profondo senso di insicurezza e un infantile senso di orgoglio.
Sarebbe come se l'uomo-etero si proccupasse di apparire macho a tutti i cost
e la donna non abbandonasse 
mai il suo ruolo di seduttrice















7 commenti:

  1. I massoni hanno il grembiule con la G, il Kluk Klux Klan un cappuccio e croci a vento, altri altre guise
    Nuovo trend, nuove monture
    Speriamo ci ripensino, s'arrivi in sobrietà: di clan ce ne son tanti
    Uno in più o uno in meno, l'è l'stess
    Domani piove

    RispondiElimina
  2. Se gli omo fossero stati lasciati in pace con le loro tendenze sessuali non esisterebbe nemmeno il "Family Gay'.
    Ciao Cris.

    RispondiElimina
  3. Ahhhh, finalmente non mi sento sola nelle mie elucubrazioni :)
    Al di là che si è liberi di far festa, manifestare, vestire, legittimare come più si ha voglia, mi piacerebbe che un giorno si uscisse tutti, e dico tutti, tranquillamente, ognuno con i propri impegni come in una normale giornata, ma... mano nella mano, abbracciati, senza distinzione di sesso. Ecco questo confonderebbe davvero il "nemico". Magari più di una volta... grande abbraccio Cristiana

    RispondiElimina
  4. Cristiana ma sai sempre scrivere nella maniera giusto al punto giusto, condivido perfettamente quello che dici, pur non essendo affetta da nessuna prevaricazione verso nessuno..
    Un abbraccio forte e buona domenica!

    RispondiElimina
  5. Cris, che fai, mi leggi nel pensiero? (questa è tua e l'hai detta tu a me per prima, ti concedo il copyright).
    Voglio solo aggiungere una cosuccia da niente.
    Io sono etero e non me ne vergogno.
    Ho avuto la prima ragazzine che avevo appena sedici anni io e quattordici lei. Non ci nascondevamo ma al massimo le passavo un braccio intorno alla vita. L'ultima della serie, la definitiva, quella che non si molla mai è nturalmente AnnaMaria. Sempre avuto il massimo rispoetto del prossimo e mai fermato in mezzo alla strada a stropicciarmi io a lei e lei a me. Un paio di anni fa in un ritrovo famigliare ho ascoltato la mia primogenita dire in pubblico: "Non ho mai visto mia madre e mio padre baciarsi". A me ha fatto piacere. Non sono un bacchettone e tu Cris lo sai, ma certe cose si fanno per amore e non si ostentano per avere applausi.
    Tutto qui.
    Vadano nelle loro alcove e facciano quel che vogliono, ma non in pubblico.
    È una manifestazione di debolezza, come hai detto tu.

    RispondiElimina
  6. C'hai un pò ragione però alla fine loro la vedono più come una festa che come una manifestazione
    Se vedessi uomini vestiti da donne seminude che prendono l'autobus mi farebbe un certo effetto, vederli in mezzo al gay pride non mi da nessun fastidio anzi, mi diverte.

    La foto di Randy Savage per l'uomo che deve apparire macho è un tocco di classe..

    RispondiElimina
  7. Riporto quanto ho detto un po' di tempo fa a un gay di mia conoscenza, di quelli che sembrano proprio da barzelletta. Lamentava continue discriminazioni nei suoi confronti, e ci sta, perché la società è purtroppo omofoba a mille; ma gli ho fatto notare che metà della colpa ce l'aveva la sua categoria; nello specifico gli ho fatto notare che:
    - parlava come se avesse appena avuto un ictus;
    - si vestiva come se dovesse partecipare a una festa in maschera;
    - era sempre in prima linea nelle carnevalate assurde come il gay pride;
    - non riusciva a concludere nemmeno una frase sul meteo senza deviare il discorso sull'omosessualità;
    - era stato uno di quelli che avevano reagito con parecchia acredine a quella menata delle "sentinelle in piedi", personaggi che semplicemente andrebbero ignorati come se non esistessero.
    Questo l'ha fatto riflettere. Cambiando completamente atteggiamento, comportandosi, cioè, da essere umano, ha visto notevolmente aumentare le reazioni positive nei suoi confronti; tanti di quelli che lo disprezzavano hanno capito che quelle sessuali sono preferenze come tutte le altre, e in quanto tali non discutibili. Poi ci sono i soliti talebani dell'eterosessualità che non capiranno mai; ma se ci si presenta in modo corretto e si evitano le pagliacciate la gente normale capisce, e i talebani restano in minoranza.

    RispondiElimina