commenti?

Festeggiamenti per il solstizio d'estate

Vi segnalo  questa pagina di Corriere.it, ma vi sconsiglio di guardarla

Quando mia figlia era alle medie, un giorno se ne uscì con l'espressione 'musi gialli'. Alle mie domande, mi rispose che l'aveva sentita a scuola ove era arrivata da poco una bambina cinese.Compresi la sua buona fede ma le feci una capa tanta  per farle capire quanto poteva essere cattivo etichettare le persone  basandosi sul colore della pelle o sulla  religione che seguono.
Ora so di aver fatto male, so che avrei dovuto dirle che effettivamente vi sono grandi differenze tra le razze ed i popoli, che vi è un popolo che festeggia il solstizio d'estate trucidando cani e facendone scorpacciate. Posso, a denti stretti, arrivare a dire che  le tradizioni sono una prerogativa di ogni popolo, ma non posso ammettere che queste usanze conservino ancora l'incoscienza e la spietatezza di secoli fa. Potrei, sempre stringendo i denti, tollerare che questa
usanza  si sfogasse su  appositi allevamenti di cani , come in Italia avviene per quella degli agnelli a Pasqua.
Ma vedere la crudeltà  " ACCANITA" sui cani , senza nessun rispetto per la sofferenza di un essere vivente, mi fa gridare  " maledetti musi gialli, che vi pigli una dissenteria continua e senza scampo!

A pechino c'è un ristorante che sembra un cesso
ILRISTORANTE  IDEALE 


6 commenti:

  1. Si chiama giudizio di valore. Condannare l'azione sbagliata ma non la persona che molte volte è succube di un certo modo di vivere in una società.
    Ciao Cri.

    RispondiElimina
  2. Il ristorante... direi che esprime concetti esaustivi, come certe barzellette, quelle con sotto scritto "senza parole"! Ma come si dice in certi casi "accidenti al peggio".

    RispondiElimina
  3. Be', i "musi gialli" possono giustamente obiettare "E voi con le vostre mucche, i vostri maiali, polli, conigli, pecore, capre, tacchini, [qualunque altro animale si mangi in Europa]...?". Non è che la gente qui da noi sia esente da comportamenti un po' troppo... inumani nei confronti degli animali: vedi le corride in Spagna, per esempio. D'accordo che il toro è destinato al macello, ma trasformarlo in un puntaspilli vivente per poi ammazzarlo tra mille sofferenze non è proprio l'ideale. E i combattimenti clandestini tra cani, galli o altri animali? Vengono praticati pure in Italia, e non è che siano meglio. Inoltre, giustappunto hai citato gli agnelli a Pasqua. Questo solo per dire che l'inumanità dell'uomo è un male globale, non isolato in singole culture; quindi, hai decisamente fatto bene a esortare tua figlia a non basarsi sul colore della pelle o la forma degli occhi per catalogare qualcuno come stronzo: metà dei suoi compagni di scuola, italiani come lei molto probabilmente, sicuramente erano più stronzi della cinesina.
    Battuta stupida: i cinesi sono CANIvori perché hanno difficoltà a pronunciare la R... sì, ribadisco, battuta veramente stupida.

    RispondiElimina
  4. Ho visto un filmato e mi è bastato. Uccidere un cane si può, come qualsiasi altro animale se malato ad esempio, ma è anche il modo con cui questi animali vengono abbattuti che grida vendetta. Bisogna rispettarli gli animali e qui metto anche tanti trasportatori nostrani che lasciano d'estate sotto il sole cocente pecore e maiali, ammucchiati in modo orribile gli uni agli altri senza un goccio d'acqua dentro i loro camion e se ne vanno tranquillamente a mangiare. Quella è tortura, anche se quelle bestie vanno al macello ma credo che esista una legge che vieta tali maltrattamenti, ma chi la fa rispettare?

    RispondiElimina
  5. Via i paraocchi che ti faccian migliore d'inventati messi al meglio, o bella gente! La fame non ha storia e è comandata

    RispondiElimina
  6. ho visto con raccapriccio i filmati in Tv, ma loro sono musi gialli e se ne fregano.Il cane per loro è un piatto prelibato

    RispondiElimina