commenti?

 È un vero e proprio network degli " scafisti d'asfalto"
 Viaggiano in mezzo a tir carichi di angurie, kiwi, bombole di gas, serramenti metallici. Ma anche in automobili di improvvisati taxisti e in lussuosi van Mercedes o Fiat Ducato. L'ultima tappa di un esodo infinito e che ormai, superata la roulette russa delle rotte in mare o attraverso il deserto, sembra poca cosa: dalla Sicilia, dalla Calabria, dalla Puglia dalla Serbia, Turchia, Grecia, Ungheria fino ai valichi di frontiera francesi e tedeschi. È un vero e proprio network degli " scafisti d'asfalto", quello che - per portare fino alla meta finale le migliaia di migranti sbarcati sulle coste in Italia o che cercano di raggiungere l'Europa via terra dall'est - ha arruolato negli ultimi mesi centinaia di passeur italiani, greci, turchi, serbi, egiziani, eritrei, tunisini, meglio se incensurati, basta che abbiano un mezzo capiente, che sia un minivan o un Tir, e soprattutto una patente per guidarlo.


  1  -  Ingegno sollecitato dalla necessità ?
 2  -  Profittatori ?
 3  -  Imprenditori ?

SCUSATEMI, MA NON POTEVO SORVOLARE SU QUESTA NOTIZIA E NON FARVENE PARTECIPI, ANCHE SE IMMAGINO I VOSTRI OCCHI AL CIELO

9 ottime ragioni per avere un cane, supportate dalla scienza


1. Ci fanno ridere

  • AGF
    Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Society & Animals le persone che hanno dei cani ridono di più. I ricercatori avevano chiesto agli intervistati di registrare quante volte scoppiavano a ridere durante la giornata, e ne è risultato che i proprietari di cani ridevano più frequentemente di chi aveva gatti o di coloro che non possedevano animali domestici.
  • 2. Sono fedeli
    AGF
    I cani sono originariamente discesi dai lupi. Questi animali vivono in branco e sono intimamente legati ai membri del loro gruppo da quello che in termini umani potremmo chiamare fedeltà. Stephen Zawistowski, consulente scientifico della American Society for the Prevention of Cruelty to Animals, afferma che i cani vedono gli umani con cui vivono come membri del loro "branco", e perciò li difenderanno e non potrebbero mai abbandonarli.
  • 3. Ci rendono più socievoli
    AGF
    Un gruppo di scienziati delle Università di Liverpool e Bristol ha dimostrato che i proprietari di cani aveva più possibilità di incontrare altre persone, grazie al fatto appunto di possedere cani. Questo non stupisce, i cani vengono attirati dagli altri cani, e i padroni si ritrovano volentieri a condividere le loro esperienze.
  • 4. Con loro siamo più in salute
    AGF
    I cani potrebbero proteggerci da alcune malattie e allergie. Secondo uno studio pubblicato sul Proceedings of the National Academy of Sciences ha dimostrato che in ambienti domestici in cui sono presenti i cani ci sono comunità di microbi che possono prevenire la sensibilità ad alcuni allergeni.
  • 5. Ci rendono più attivi
    AGF
    Il fatto di dover portare fuori il cane almeno 2/3 volte al giorno ci obbliga a svolgere un regolare e quotidiano esercizio fisico, che per quanto moderato ci mantiene in salute e previene obesità, sovrappeso e malattie cardiovascolari. Questo vale soprattutto per le persone anziane, spinte dai loro animali a camminare molto più dei loro coetanei senza cani.
  • 6. Ci salvano la vita
    AGF
    I cani non sono soltanto "amici" dell'uomo, possono anche essere a tutti gli effetti i loro protettori. Possono condurre i non vedenti in qualsiasi luogo, possono salvare le persone intrappolate a causa di crolli o valanghe per esempio, o recuperarle in acqua. Inoltre, in maniera ancora inspiegabile, riescono a presagire l'arrivo di un attacco per gli epilettici circa 15 minuti prima che questo accada. Se particolarmente allenati, alcuni cani iniziano ad abbaiare in modo da spingere il paziente a sedersi e limitare i danni dell'attacco.
  • 7. Ci danno un obiettivo
    AGF
    Specialmente per le persone anziane, i cani sono una fonte incredibile di benefici. In uno studio pubblicato sul Journal of Social Psychology, le persone anziane che avevano un cane risultavano più soddisfatte socialmente, emotivamente e fisicamente di coloro che non ne avevano.
  • 8. Ci rendono più sicuri di noi stessi
    AGF
    Un altro studio ha analizzato lo stato emotivo di un gruppo di persone prima e dopo aver preso un cane. In generale i partecipanti hanno mostrano un aumento dell'autostima, dell'esercizio fisico svolto abitualmente e diminuzione della paura di essere derubati o aggrediti.
  • 9. Ci rendono sensibilmente più felici
    AGF
    Anche il semplice fatto di avere un contatto visivo con il proprio cane può rilasciare nel nostro corpo ossitocina, ormone del benessere e della felicità. Una ricerca ha inoltre trovato che chi possiede un cane è in generale meno depresso, si sente meno solo, ha un'autostima più alta e tende a risentire meno dello stress.
  • l’ossitocina si rivela nello studio della Stanford un importante fattore che regola il grado di serenità o agitazione che proviamo.
  • Ci sono stati momenti in cui ho sofferto d'insonnia, allora chiamavo il mio cane affinchè si sdraiasse accanto a me, a contatto con la mia schiena . A breve scivolavo nel sonno, forse grazie anche all'ossitocina, che la sua vicinanza stimolava in me

Dedicato a coloro che hanno fatto del calcio uno sport pericoloso

ROMA – Si avvicina il primo big match del campionato,Roma-Juventus, domenica alle 18 allo stadio Olimpico. E la questura avverte i tifosi: “Non andate in giro da soli con i simboli delle vostre squadre“. 


Mi raccomando, anonimi  il più possibile ! Vestiti casual, atteggiamento disinvolto, camminare fischiettando.  Casomai  ricorrere a sciarpe o cappelli di altre squadre per sviare l'attenzione. Fare i furbi e prendere due piccioni con una fava  : 
1°non svelare la squadra del cuore ed evitare  le botte di qualche tifoso come voi
2° non farsi riconoscere qualifacinorosi imbecilli. 
Dedicato a quei facinorosi che hanno rovinato il gioco del calcio.

Non omologare, ma innovare.

Unioni civili, Bagnasco: "Si riconosca differenza con le famiglie"- Le unioni civili non possono essere omologate alla famiglia "perché sono realtà diverse". 

Qualche milione di anni fa
Logico che si riconosca la differenza con le famiglie che hanno dominato nel corso di 2000 e passa anni.



Dalla famiglia agricola a quella industriale.Arrivano  la pillola, il divorzio, l’aborto, le separazioni, l’abbassamento della maggiore età a 18 anni Il femminismo cambia radicalmente la sua vita  mettendo tutto in discussione, una vera rivoluzione.
 Arrivano le famiglie allargate e quelle arcobaleno insomma una  famiglia moderna, nella quale i coniugi sono più soddisfatti della propria vita, nella quale non esistono ruoli ben definiti perché ognuno è capace di far bene anche il lavoro dell’altro; una famiglia nella quale i figli sono liberi di adottare valori diversi da quelli dei propri genitori, rapportandosi con loro in maniera critica e provando a vivere delle esperienze forti in prima persona, esperienze che arricchiscono e rinforzano l’Io

.Proprio perchè sono realtà diverse, bisogna rifiutare l'omologazione e aprire una nuova fase, una nuova era della famiglia,che comprenda unioni civili riconosciute dalla legge famigliare. In una parola, 'INNOVARE' dando vita a famiglie altrettanto reali e creative, in cui nessuno possa sindacare, a meno di atti contrari alla libertà e alla morale comune,esattamente come nelle famiglie tradizionali salvaguardate dalle leggi della società.

L'ennesimo sfregio per l'Italia

l parroco: " Lo rifarei,Se Vittorio Casamonica era così fuori norma perché era libero? Si aspettavano che lo arrestassi io?"

L'arroganza di questo prete  è vergognosa e insopportabile. Un uomo che non ha altri interessi se non quelli personali : si lava le mani quando vuole crocifiggere qualcuno , Welby, e spalanca le porte della sua parrocchia quando deve onorare qualcuno, da De Pedis,  considerato uno dei boss della banda della Magliana.  a Vittorio Casamonica, capo di una famiglia in odore di mafia.


" Nel 2006 l’allora cardinale vicario di Roma Camillo Ruini aveva vietato le esequie religiose a Piergiorgio Welby ,da anni ammalato di distrofia muscolare, negando il volere della famiglia inconsapevole , a suo dire,del valore di ogni vita umana, di cui nemmeno la persona del malato può disporre”. 
Perfino a Erich Priebke, la curia concesse un funerale religioso che provocò violenti scontri all’esterno dell’edificio. 



Assurdo!

Aggressioni con l'acido, il pm dei minori chiede l'adottabilità del figlio di Martina e Alexander

Così, di punto in bianco, senza aspettare l'Appello e ,eventualmente, la Cassazione. A mio parere è pazzesco che un giudice   -e pare che sia donna---si arroghi il diritto di separare per sempre madre e figlio. Sì perchè, se avviene l'adozione, un domani che la madre ha scontato la condanna e si dica pentita e disposta a una riabilitazione, suo figlio sarebbe ormai perso.Una volta stabilita la pena da un giudice del tribunale, il pm dei minori dovrebbe, affiancato da medici e psicologi, osservare lo svolgersi degli avvenimenti nella vita della madre e del figlio. La Franzoni vive con i suoi due figli, eppure è stata condannata per omicidio. Per non parlare del caso Mambro-Fioravanti.
 http://archiviostorico.corriere.it/2001/marzo/25/Mambro_Fioravanti_nata_Arianna_diremo_co_0_01032511926.shtml

Mambro-Fioravanti, nata Arianna: «Le diremo degli anni di piombo»

Si chiama Arianna ed è figlia di un passato che non passerà mai. che prima o poi dovrà fare i conti con la storia sanguinosa di mamma e papà: Francesca Mambro e Valerio Fioravanti, terroristi neri a vent' anni e oggi ergastolani in libera uscita - lei per sospensione pena e lui per un permesso di dieci giorni -, che ora si passano di mano un fagottino venuto alla luce da tre giorni, al secondo piano di una clinica romana, tra sorrisi e tenerezze che nulla hanno a che vedere con la violenza d' un tempo. . Come le racconterete quel tratto della vostra storia che ha spezzato e segnato tante vite, comprese le vostre? «Non lo so - risponde la neomamma -, ci penseremo quando sarà il momento. «Stiamo in galera da allora - dice la Mambro, moglie di Fioravanti dal 1985, con cerimonia dietro le sbarre  e permesso di consumare il matrimonio-, per quanto tempo ancora dobbiamo rendere conto? Non basterà mai, credo. Il pensiero corre, inevitabile, all' associazione dei familiari delle vittime della strage di Bologna, l' eccidio del 1980 che provocò 85 morti e 200 feriti e per il quale Mambro e Fioravanti hanno avuto l' ultimo ergastolo, «Le dirò che i suoi genitori, come altri mille ragazzi della loro età, tanti anni prima hanno partecipato, sbagliando, a una storia fatta di errori e di violenze. Non bisogna dimenticare che persero la vita altre 14 persone che, sotto i colpi delle armi della Mambro e altrettanti per mano di Fioravanti : non essendo dei fascisti, hanno meritato di morire, per mano dei due teneri genitori.Bianconi Giovanni Corriere della Sera
La sera del 5 febbraio 1981, la pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile con a bordo Luigi Maronese di 23 anni ed Enea Codotto di 25 anni, avvertiti dalla chiamata di un cittadino, si portano nei pressi del canale Scaricatore, nel quartiere Bassanello alla periferia di Padova.[2] Arrivati sul posto sorprendono alcuni militanti del gruppo terroristico neofascista NAR mentre tentano di recuperare un borsone di armi precedentemente nascoste nel letto del canale.[3]
Scoperti dai militi, il gruppo, composto dai fratelli Cristiano e Valerio FioravantiFrancesca MambroGilberto CavalliniGiorgio Vale e Gabriele De Francisci, ingaggia un violento conflitto a fuoco con gli agenti, colpendoli a morte. Prima di essere uccisi, i carabinieri, riescono a colpire il leader del gruppo, Valerio Fioravanti, il quale, gravemente ferito ad entrambe le gambe, verrà poco dopo arrestato.[
Due pesi e due misure incomprensibili per me, eppure so bene che la 'destra' è sempre stata trattata con un certo rispetto nel nostro Paese.
Martina Levato l'ha fatta grossa, ma non è una  pluriomicida come Francesca Mambro.


UNA SIRENA MANCATA


Questa pubblicità mi fa orrore. Sembra una donna focomelica o a cui abbiano amputato le gambe



Tra quelle che più mi son piaciute, nel corso degli anni, questa :

https://youtu.be/v5naJtm0Eys

SBATTERSI VIA



Questa gioventù consumata. 
Esaurisce la vitalità e la vita stessa 

in discoteca e nei dintorni. 
Questi giovani: che si avvelenano con pasticche e droghe.

Questa gioventù consumata.Così la definisce Ilvo Diamanti su Repubblica,  nel senso opposto   a   esperta, pratica, abile, provetta,navigata 

Una gioventù oberata da mille problemi, una gioventù che venne definita  'bruciata'. Una gioventù che non s'aspetta nulla e sembra aver preso in parola le parole del Magnifico“Quant'è bella giovinezza,che si fugge tuttavia!Chi vuol esser lieto sia,del doman non v'è certezza, pur non avendone compreso pienamente il senso.
Un  tragico  esempio di questo degrado giovanile, di questa mentalità disfattista che mette a rischio il presente e il futuro, è ciò che avviene d'estate a Magaluf, quartiere di Palma di Maiorca, nelle Baleari
 Qui non si dorme, ma si beve a oltranza. Magaluf, è da tempo considerata una delle mete a buon mercato della vacanza estrema. I turisti, giovanissimi, arrivano soprattutto dall'Inghilterra approfittando dei pacchetti all-inclusive che comprendono sistemazioni in alberghi economici e diritto all'ingresso nei locali per lo sballo alcolico.  Da qui la decisione di effettuare controlli sui turisti in modo trasversale con l’aiuto dei «bobbies» approdati sull’isola.Questa parte dell'isola si trasforma nel rifugio perfetto degli amanti della devastazione, dove il sesso in strada è la normalità e all'alba i marciapiedi si riempiono di ragazzi che rasentano il coma etilico. La tolleranza zero è iniziata con il divieto di bere alcolici in strada dalle 22 alle 8 del mattino, durante il picco del periodo estivo. Ma sono in molti a credere che il vero problema sia nella quantità di alcol venduta dai gestori dei locali, sui cui non c'è alcuna limitazione nè controllo

                       

Beh, di che vi meravigliate?

San Guinefort o Guignefort di Borgogna era un cane levriero vissuto nel XIII secolo, che fu oggetto di devozione popolare quale santo per i miracoli che scaturirono presso la sua tomba, oggetto di culto e pellegrinaggi nella zona di Lione, a Sandras, tra Chatillon-sur-Chalaronne e Marlieux.
Secondo la leggenda, il cane era di guardia in un castello dove il cavaliere suo padrone viveva col figlio, di pochi mesi. Tornando un giorno dalla caccia, il cavaliere vide che la stanza del figlio era stata messa a soqquadro, con la culla rovesciata, mentre il cane aveva le zanne insanguinate. Del bambino, ancora in fasce, non v'era traccia. Credendo che il cane lo avesse sbranato, egli lo uccise immediatamente con la sua spada; tuttavia, poco dopo sentì il bambino piangere e lo trovò illeso sotto la culla, assieme a una vipera uccisa dal cane. Esso, dunque, era stato protagonista di una lotta non per fare male al bambino, ma per salvargli la vita.
Una volta scoperto l'errore, con pentimento il cavaliere seppellì il cane in una tomba coperta di pietre, e il luogo divenne meta di pellegrinaggi; in breve tempo si creò un fenomeno insolito, dove numerosi ex voto venivano portati al santo-cane in ringraziamento dei miracoli e delle grazie che, secondo i popolani, compiva, soprattutto per la tutela dei bambini.
Con il tempo, e soprattutto grazie a un'incessante passaparola che durò secoli, la sua figura fu assimilata a quella di un santo umano, in carne e ossa. Il suo culto, proibito più volte, persistette a tutte le condanne e venne abolito definitivamente solo negli anni trenta del XX secolo dalla Chiesa cattolica. [ Wikipedia]





Questa del cane Guinefort è la storia vera
Ucciso dal padrone a primavera
un' anima tanto pura e tanto bella
che il tempo trasportò sopra una stella
(Attingendo al grande Fabrizio)













Mi auguro abbia il successo  che  merita questo KINGII e possa diventare un 'gadget' cui tutti possano accedere.
Quest'anno avrebbe potuto salvare già molte persone.

Il crowdfunding (dall'inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano, è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse.







Kingii, il bracciale/boa che ti salva la vitaLa World Health Organization ha stimato che ogni anno 372.000 persone muoiono per annegamento.

Come funziona Kingii, che viene presentato come il salvagente gonfiabile più piccolo al mondo? Il bracciale è composto da una sacca gonfiabile, da una cartuccia di CO2 intercambiabile, da una leva di attivazione, da una bussola e da un fischietto.


Riporta a galla fino a 124 chili ed è testato anche per i bambini dai 6 anni in su.Tutto è cominciato poco più di un anno fa, nella primavera del 2014, quando è stato messo a punto il primo prototipo, testato solo ad agosto. Nel giugno 2015 è partita la campagna di Crowdfunding e a un mese di distanza le persone coinvolte sono state un milione e mezzo. – dovrebbe iniziare la produzione di Kingii su larga scala, in modo da lanciare il prodotto sul mercato già a settembre.@CristinaDaRold

PEPERONCINO , SEMPRE.

"Chi mangia peperoncino vive più a lungo"

[...]'Università di Cambridge : molte delle virtù del peperoncino - e in particolare della capsaicina, l'alcaloide che è responsabile della sua piccantezza - sono note: da quella anti-ossidanti alle anti-infiammatorie e persino anti-cancro.
 
 Io e mio marito, dovremmo vivere  almeno 150 anni.
Sempre mangiato peccante dallo  'zighinì con berberè' della cucina eritrea, passando per il peperoncino arabo e quello messicano, con fermata d'obbligo in Calabria.
Abitudini culinarie che hanno coinvolto anche la figlia e , adesso, una delle nipoti.