commenti?

SBATTERSI VIA



Questa gioventù consumata. 
Esaurisce la vitalità e la vita stessa 

in discoteca e nei dintorni. 
Questi giovani: che si avvelenano con pasticche e droghe.

Questa gioventù consumata.Così la definisce Ilvo Diamanti su Repubblica,  nel senso opposto   a   esperta, pratica, abile, provetta,navigata 

Una gioventù oberata da mille problemi, una gioventù che venne definita  'bruciata'. Una gioventù che non s'aspetta nulla e sembra aver preso in parola le parole del Magnifico“Quant'è bella giovinezza,che si fugge tuttavia!Chi vuol esser lieto sia,del doman non v'è certezza, pur non avendone compreso pienamente il senso.
Un  tragico  esempio di questo degrado giovanile, di questa mentalità disfattista che mette a rischio il presente e il futuro, è ciò che avviene d'estate a Magaluf, quartiere di Palma di Maiorca, nelle Baleari
 Qui non si dorme, ma si beve a oltranza. Magaluf, è da tempo considerata una delle mete a buon mercato della vacanza estrema. I turisti, giovanissimi, arrivano soprattutto dall'Inghilterra approfittando dei pacchetti all-inclusive che comprendono sistemazioni in alberghi economici e diritto all'ingresso nei locali per lo sballo alcolico.  Da qui la decisione di effettuare controlli sui turisti in modo trasversale con l’aiuto dei «bobbies» approdati sull’isola.Questa parte dell'isola si trasforma nel rifugio perfetto degli amanti della devastazione, dove il sesso in strada è la normalità e all'alba i marciapiedi si riempiono di ragazzi che rasentano il coma etilico. La tolleranza zero è iniziata con il divieto di bere alcolici in strada dalle 22 alle 8 del mattino, durante il picco del periodo estivo. Ma sono in molti a credere che il vero problema sia nella quantità di alcol venduta dai gestori dei locali, sui cui non c'è alcuna limitazione nè controllo

                       













Cosa ci fanno dei poliziotti inglesi a Palma di Maiorca, nelle Baleari? Danno una mano alla polizia spagnola per monitorare la movida folle che si scatena ogni sera d’estate, con non poch
































































































































































6 commenti:

  1. Questa gioventù che mi fa abbastanza pena (a Roma nei weekend frequentiamo spesso un cinema nei pressi di grosse discoteche dell'Eur dove assisto a siparietti deprimenti, sfilate di ragazze e ragazzi conciati che neanche te lo sto a dire, agglomerati di sottocultura dai quali - mi chiedo - dovrà uscire il futuro del nostro paese..), vado in vacanza che è meglio... a presto e un bacio!

    RispondiElimina
  2. Cara amica,è vero c'è una gioventù che non sa amare la vita,ma anche tantissimi giovani che potrebbero essere di esempio a noi vecchi.Da giovani tutti facciamo "cazzate" ma servono per capire e trovare la giusta via.
    Non siamo pessimisti ,una bellissima gioventù esiste ancora,parola di nonno.
    Buon ferragosto,fulvio

    RispondiElimina
  3. È mia modesta opinione che nessuno si possa considerare totalmente scevro di responsabilitá a riguardo di certe manifestazioni degradanti caratteristiche della Societá in cui vive .
    Osserviamole con compassione e tolleranza - quindi : sono segnali evidenti che invitano a riconsiderare molti aspetti della nostra convivenza " civile " ...

    UN ABBRACCIO A TUTTI !!!

    RispondiElimina
  4. "Mida vien dopo costoro, ciò ch tocca oro diventa ma che giova aver tesoro se poi l'uom non si contenta?
    A questa gioventù non basta nulla...nulla li accontenta...nulla li sazia.
    E che si scannino, allora e buona notte.

    RispondiElimina
  5. Il paternalismo non ha mai portato a nulla di buono.

    Chi ama la vita la vive come vuole e non giudica gli altri.

    RispondiElimina