commenti?

Post dedicato all'On Carlo Giovanardi

A Carlo Giovanardi  il prototipo degli omofobi

Monza, studente espulso dalla classe perché gay. La madre: "Omofobia". Il preside: "Nessuna discriminazione, seguiamo i dettami della Chiesa"

Espulso dalla classe e costretto a seguire le lezioni dal corridoio perché è gay. E' la brutta esperienza subita da un giovane brianzolo che frequenta l'Istituto cattolico professionale Ecfop di Monza. “influenza negativamente gli altri ragazzini e vanno protetti gli altri bambini”.


L'omofobia? E' una malattia da curare

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/09/22/news/l-omofobia-e-una-malattia-da-curare-1.230804

Uno studio coordinato di tre università (Firenze, L'Aquila e Roma) e pubblicato su "The Journal of Sexual Medicine" mostra che gli atteggiamenti omofobi sono favoriti da tratti psicotici e da generali atteggiamenti di rabbia e ostilità. E' l'omofobo dunque, e non l'omosessuale, la persona affetta da patalogia

NON COSI', SENZA DUBBIO
http://www.retenear.it/rivista/gli-omofobi-sono-un-problema-sociale-ma-si-possono-curare/

GLI OMOFOBI SONO UN PROBLEMA SOCIALE. MA SI POSSONO CURARE
Quindi, per riassumere, diremo che l’omofobia scaturisce da tutti quei messaggi negativi nei confronti degli omosessuali, frutto dell’educazione che abbiamo ricevuto, che dipendono ovviamente non solo dalla nostra singola famiglia, ma anche dal posto antropologico in cui siamo nati e cresciuti e dalle principali istituzioni della nostra società, quali la scuola, lo Stato e la Chiesa.
«Naturalmente questo non vuol dire che gli omofobi siano tutti psicopatici» precisa il Dr. Janninide   ma per  chi soffre di «Incertezza, paura, e soprattutto debolezza, sono fattori di rischio che rendono assai più sensibili ai messaggi omofobi che possono venire dalla società, dalla famiglia, dalla scuola, dalla battuta estemporanea in classe alle pressioni sistematiche di certe predicazioni religiose».Per la prima volta è finalmente prevista nella riforma scolastica,  la Buona Scuola, un richiamo importante alla tolleranza e al rispetto della differenza, e si mette in evidenza una serie di comportamenti che vanno respinti, inclusa l’omofobia. 

Indubbiamente, non è facile liberarsi di pregiudizi e preconcetti; cercare di essere del tutto neutrali può portare a una sorta di isolamento sociale,  se non a una specie di menefreghismo. Significherebbe  non farsi opinioni personali mentre, al contrario,  le opinioni personali permettono lo svilupparsi dei caratteri e delle personalità.  Il  "TRUCCO" sta nel non pretendere di soffocare le opinioni  altrui , ma senza rinunciare ad una bella discussione, più o meno accalorata.  Mi viene in mente mia nonna, che in dialetto  bolognese,  diceva " A un passo dal mio cxxo salti chi
vuole", saggezza popolare, anche se un po' drastica. 


IGNOBILI!

https://www.change.org/p/vid%C3%A9o-du-chien-arrach%C3%A9-%C3%A0-un-sdf-signez-pour-une-enqu%C3%AAte-sur-l-association-causeanimalenord

                                             PETIZIONE IN FRANCIA

VOLONTARI PORTANO VIA DI FORZA UN CUCCIOLO DI CANE AD UN SENZATETTO: È POLEMICA IN FRANCIA





Commento infuocato dell’autore del video che denuncia: “Tre francesi dell’associazione Cause Animal Nord che rappresentano anche la legge hanno portato via violentemente un cagnolino ad un barbone che piangeva come un disperato, supplicando le tre persone di non privarlo del suo amico. Sono rimasto scioccato da questa scena che si è svolta nel pieno centro di Parigi, nel primo giorno del Patrimonio Europeo”. Il video mostra chiaramente i tre attivisti che si accaniscono contro il barbone, allontanandolo con forza dopo avergli strappato dalle braccia il cucciolo

BUONISTI  PACIFISTI ANTIRAZZISTI
ALTRUISTI  ANTIFASCISTI  ANTICONFORMISTI
ANTISCHIAVISTI  ECOLOGISTI  ITALIANISTI UNIVERSALISTI
NATURALISTI RIFORMISTI UTOPISTI  PERDONISTI ETC.

Etichette, tra le tante, che molti usano per mascherare la loro reale natura, proprio  come quegli animalisti francesi, che andrebbero arrestati per furto, appropriazione indebita, sequestro di essere vivente.



Zanto non aveva mai fatto del male a nessuno, ma la sua razza era bandita per legge dal Paese. E' stato sottoposto a eutanasia e ucciso.
Il proprietario non è riuscito a salvarlo e a negare la sua pericolosità.


EPPURE POSSO CAPIRLO!




Son tutte belle le vacche del mondo

«Apprendo che si registrano oltre 700 morti per una calca avvenuta tra i pellegrini alla Mecca, schiacciati dalla folla durante l’Hajj, il pellegrinaggio annuale dell’Islam. Nemmeno le bestie. D.S.
Un fan di Daniela Santanchè
Gianluca Buonanno
L'analisi dell'eurodeputato leghista sull'immane tragedia avvenuta a pochi chilometri dalla Mecca
"310 morti per un pellegrinaggio? Cose da pazzi! Sono come animali... più che alla Mecca dovrebbero andare allo zoo!!!"
24-set-15




Ma lei si salverà sempre perchè fa parte delle bestie privilegiate, come le vacche sacre, quelle non solo  in  India.


DANIELA SANTANCHE' IN INDIA

Tutto okay!

 
E' bello constatare di avere degli amici.
Non vi dico quale consiglio ho seguito , ma ora è tutto a posto e vi ringrazio tutti, indistintamente!
CRI

Ho bisogno di qualche lezione!

Siete estremamente gentili e vi ringrazio tutti quanti, ma io non so da che parte cominciare con i problemi tecnici


             Compare anche questa scritta.

Unable to connect to the proxy server

ERR_PROXY_CONNECTION_FAILED

La Mecca.

Arabia Saudita, tragedia vicino alla Mecca: 717 pellegrini uccisi nella calca



Quando  gli Dii si distraggono, son dolori!




Ogni crocetta un bacino d'amoe!

Brindisi, le ville sul mare sono a forma di svastiche , smascherate da  Google maps     

Un grazioso villaggio al mare le cui croci uncinate sprizzano nostalgia, da chi può essere abitato?

Io ci vedo bene Donna Assunta Almirante e Giancarlo Fini ( altro che la casa a Montecarlo) e poi tutta una combriccola, che va via via assottigliandosi, di coloro che rimpiangono Mussolini e Almirante, Chissà quante le tele rappresentanti i loro eroi, racchiuse tra quelle pareti e quante erme nei giardini 


    E' facile immaginare con quanta trepidazione  "Fratelli d'Italia" attendano con  man mano si liberino gli appartamenti per poterseli accaparrare

Non sono razzista, ma...

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/09/10/news/io-non-sono-razzista-ma-1.228911

Giuseppe, africano del Togo, venticinque anni da immigrato passati a lavorare nelle cucine da Roma a Padova: «Il razzismo è come la mafia: non si vede, ma è dappertutto».

Cresce il popolo dei “non sono razzista, ma”. Dove si incontrano? La pagina ufficiale di Matteo Salvini, è una delle piazze più affollate ed è  quella di una nuova borghesia arrabbiata che non ha remore a esporsi su Facebook con foto, nome, cognome, professione, minacce o insulti. A questo punto bisogna avvertirvi che i lettori minorenni, come si usa per i film in tv, andrebbero accompagnati. E' quella dell’intolleranza militante, una massa di italiani, cittadini, elettori ha cambiato idea e si riconosce oggi nell’identikit: «Non sono razzista, ma...». [...]Nemmeno la foto simbolo del corpicino di Aylan al-Kurdi, il bimbo siriano di tre anni annegato durante la traversata dalla Turchia alla Grecia, sembra aver scalfito il cuore dii questi italiani.Ecco Teresa Luglini, viso pacifico, sorriso e occhiali da Reggio Emilia: «Li hanno accolti spalancando braccia e gambe? Bene. Tutti questi a casa di coloro che hanno aperto il culo». Bruno Collerio, impiegato di Milano, foto con moglie e figlia il giorno della laurea e gli auguri a Mussolini per il compleanno del Duce: «Salvini, fa qualcosa, questi si riforniscono di armi e per noi italiani è una strage». Carmine Cioffi: «Ammazzateli di botte e mandateli a casa loro». Andrea Riviero: «A casa ingrati parassiti». Alberto Lodi Rizzini, comandante dei vigili urbani in provincia di Mantova, ora in pensione: «Ributtiamoli tutti in mare». Michele Lecchini, imprenditore toscano: «Questi ci ammazzano tutti». Matteo Lancia, tifoso della Lazio: «Olio di ricino a tutti questi». Mauro Calogero, manager in una tv satellitare, fa un comizio: «Gli europei sono naufragati nel meticciato, sommersi da orde di immigrati afro-asiatici. La piaga dei matrimoni misti produce ogni anno migliaia di nuovi individui di razza mista... l’integrazione equivale a un genocidio».

"Italiani brava gente, un po' scema, ma brava gente" dicevano anni fa Enzo Jannacci e Peppino Viola. Come si fa ad avere figli giovani, nell'età in cui si cerca di aprirsi al mondo senza farsi troppo male, e non aver paura ad affidarli ad altri ambienti, come quello della scuola o delle attività sportive o dei ritrovi di divertimento!?!

Hai voglia ad educarli, ad inculcare loro un'infarinatura di quelle discipline "che hanno per oggetto la conoscenza dell’uomo, del suo pensiero, della sua attività spirituale". Basta che si ritrovino tra giovani di ambienti xenofobi, ancora in buona fede e in sintonia col loro ambiente famigliare, perchè tutto cambi e ci si ritrovi difronte  a un essere irriconoscibile che ti accusa di pusillanimità. (Dico questo perchè testimone, mio malgrado, di una situazione del genere, e di per trovare un punto d'incontro.cui  capisco la difficoltà dei genitori)




Ins

Ma qui non vige la Common Law,


Da notare la didascalia : Questa creatura è...COSA NOSTRA

















Il caso Casamonica, ha creato un precedente e ora  quel mondo del malaffare si sente autorizzato a sfidare la legge con la loro strafottenza malavitosa
Un precedente,può costituire una norma, un modello, in situazioni analoghe del presente o del futuro proprio come neSistema Giuridico Anglosassone o anche definito Common Law, è un modello di ordinamento giuridico basato sulle decisioni giurisprudenziali più che sui codici e sui decreti governativi.

Nei cartelloni 6x3 si dà l'annuncio del battesimo del figlio di un pregiudicato vicino al clan Laudanidi NATALE BRUNO

 Questi manifesti sono apparsi numerosi a Paternò, in provincia di Catania. E stanno spuntando anche nella città etnea, nel quartiere San Giorgio, facendo scattare i controlli degli inquirenti visti il cognome del bambino e i riferimenti a Cosa Nostra.

Cosa ne faranno?

Migranti, primi arresti in Ungheria

Ci si prepari a vedere un film già visto. Molte le versioni più o meno incivili.
E' accaduto qui in Italia   nel Centro di Identificazione ed Espulsione di Ponte Galeria, dove  a dei migranti magrebini prigionieri non sono stati  riconosciuti diritti elementari di tutela, di informazione sul loro status, di umana dignità. Spesso vengono intontiti con psicofarmaci. Sempre vengono relegati a una coabitazione degradante, e assoggettati a soprusi se non a violenze

Accade ora in Ungheria dove il primo ministro Viktor Orban, a capo del Fidesz, partito di destra, e addirittura dei neonazisti di Jobbik, antisemiti, violenti, furbi. E forti del consenso (sono sul 20%) ha fatto erigere una barriera  di filo spinato
Chi potrà controllare la sistemazione e il trattamento riservato a queste persone di cui nessuno sa l'identità?
Come non pensare ad altre tragedie provocate da gente come Orban : Vileda , che in Argentina inaugurò i voli della morta;come Pinochet, fautore di terribili torture.



Vienna: come nazisti ed ebrei 

. Il cancelliere austriaco, Werner Fayman, ha paragonato il trattamento dei rifugiati da parte dello xenofobo Viktor Orban alla deportazione degli ebrei ad opera dei nazisti.
«Stipare i rifugiati in treni e inviarli in posti totalmente differenti da quelli dove credono di andare ci ricorda i capitoli più bui della storia del nostro continente», è stata il duro affondo del cancelliere di Vienna in una intervista al settimanale Der Spiegel.

Quante baggianate!

http://static.repubblica.it/d/test/test-emotiva/index.htm
Stronze lunatiche? Ecco come fare degli "sbalzi d'umore" un punto di forza. Da   un saggio  su "Moody Bitches"Nella nostra società spesso il sesso femminile è associato alla sensibilità. Che però non sempre viene intesa in senso positivo, ma al contrario banalizzata e considerata come sinonimo di isterismo e di fragilità.
Avete presente gli oroscopi, specialmente quelli all'inizio di un nuovo anno?  Avete mai trovato qualcosa di esaltante o di assolutamente deleterio in un segno dello zodiaco? 


Ecco questi test psicologici mi ricordano molto gli oroscopi : mai nessuno è totalmente fuori di testa o solo borderline. Ogni risultato ha molti pregi e qualche difetto. 
Il mio responso : Consapevole delle tue emozioni           


     E' vietato essere un gustoso cocktail  di emozioni quali Rabbia DisgustoTristezza Gioia Paura Sorpresa 
Divertimento 
Disprezzo
Contentezza Imbarazzo Eccitazione Colpa Orgoglio Sollievo Soddisfazione
 Piacere sensoriale Vergogna amore affetto gratitudine simpatia?

Se potessi vederla coi mie occhi


Da quando la regina della rete Chiara Ferragni l'ha sfoggiato in uno dei suoi più recenti scatti, è diventato un fenomeno virale: parliamo dell'anellino al naso, quel (più o meno) sottile ammenicolo appeso all'estremità del setto nasale, tra le due narici. E la "location" esatta del cerchietto dorato (o argentato) è talmente essenziale in termini di "fashion stateme
Che sciocca sciocchezza, a mio parere.
Avere  l’ "anello al naso” significava essere  imbranato e stupido.Senza dubbio simbolo di sottomissione con riferimento alle mucche o agli schiavi.
Forse oggi ha significati erotici, non so, potrebbe essere un invito, una sfida.                          
Questa 'moda', mi ha ricordato una commovente scena di "Cabaret ",un film in cui si respira l'affermarsi del nazismo. Ed è proprio attraverso le parodie messe in scena in un  Cabaret di Berlino, il KitKat, che si intuisce la tragedia che incombe sulla Germania.
Naturalmente vi è l'intreccio di varie storie e amori, ma ciò che mi ha incantata in questo film, sono state le musiche e i balli interpretati da due artisti d'eccezione  : Liza Minnelli e Joel Gray.
Ecco la scena  che le giovani fans dell'anello al naso dovrebbero vedere


Non ho trovato la versione italiana. Ecco quella spagnola


Capisco la tua obiezione  (ARIANO)
Ti concedo che il problema non è piccolo 
Ma se  potessi vedere la sua faccia 
attraverso i miei occhi 
Ti accorgeresti che non sembra tanto ebrea 

Una parodia da replicare oggi all'indirizzo  dei vari razzisti
video.repubblica.it

Casamonica da Vespa, scoppia il caso: Pd: "Vergognoso", Grillo: "Servizio pubblico paramafioso"ROMA - I Casamonica a Porta a porta? Uno spettacolo "vergognoso" e "offensivo" che non "c'entra nulla con il servizio pubblico". Si leva un coro di polemiche il giorno dopo la messa in onda della trasmissione condotta da Bruno Vesta, che ha registrato il record di ascolti (1 milione 340 mila spettatori e uno share del 14.54), in cui erano ospiti in studio Vera e Vittorino Casamonica, la figlia e il  nipote del capofamiglia Vittorio, i cui funerali sono stati celebrati venti giorni fa nella chiesa Don Bosco


Il RE della TV di Stato e la Rom
Questo ignobile falsone  non esiterebbe a vendere la madre se già non fosse straricco        - grazie ai miliardi  che riceve dalla RAI e alla vendita dei libri che reclamizza  vergognosamente in RAI, senza sborsare un euro  per la pubblicità -      pur di avere un po' di share in più.
Seconda serata con la curva blu di Porta a porta al comando fra il 10 ed il 20% di share seguita dalla curva arancione di Canale5.



Gli consiglio di seguire questo filone e dedicare almeno una serata  alla settimana ad un 'padrino' della  mafia o della 'ndrangheta, in galera o latitante.
Hanno tutti famiglie numerose i cui appartenenti potrebbero dar vita ad interessanti salotti raccontando le peculiarità più curiose del loro congiunto. Potremmo scoprire che qualcuno di loro andava a messa 2 volte al giorno,  quando e dove nacque la passione di Totò Rijna per il  “Monsciandon", oppure chi riforniva il latitante Bernardo Provenzano del suo piatto preferito,La stigghiuola  iNTERIORA d'agnello  ALLA GRIGLIA.

PS.Bruno Vespa, il prototipo della faccia da culo.
Soltanto due-tre anni fa non avrei scritto a chiare lettere una frase del genere ma, visto che le dicono le mie nipoti , con la massima leggerezza, ho cercato di adeguarmi.Era nel giusto mia madre che mi avrebbe dato uno sganassone ,oppure i genitori e i nonni e i bisnonni  odierni che non muovono un dito?











Spot che sprizzan classe

M


Quello svaccamento tipo " Ma è mio marito che dovrei scaricare"lo trovo volgare e offensivo, sia per le donne che per gli uomini, ovvero :
le donne tutte puttane  
i mariti tutti cornuti

NOTIZIE CONFORTANTI. OGNI TANTO CI VOGLIONO.



Come sarà il principe George?
Ecco le istantanee dal futuro





IL PRINCIPE GEORGE   2015


IL PRINCIPE A 7 ANNI
IL PRINCIPE A 20 ANNI

IL PRINCIPE A 60 ANNI :(
LA SUA MAMMA A 60 ANNI


SONO GRANDI SODDISFAZIONI POTER VEDERE COME SARA' UN FUTURO RE D'INGHILTERRA











   cliccare a 1 minuto  43 secondi

PIETAS

http://www.huffingtonpost.it/2015/09/02/migranti-siria-turchia_n_8076232.html?utm_hp_ref=italy#comments


Non imputiamo al disegno divino di un  Essere Superiore,  sia esso Dio, Allah , La Trimurti   o Manitù simili atrocità. Ognuno di noi è responsabile, per lo stesso principio  dell' "effetto farfalla"  per cui si immagina che un semplice movimento di molecole d'aria generato dal battito d'ali dell'insetto possa causare una catena di movimenti di altre molecole fino a scatenare un uragano. Quindi è lecito immaginare che tutta la forza bruta prodotta dall'umanità può produrre tragedie di tutti i generi 
Questa fotografia che compare ovunque mi ha creato un terribile vuoto e il senso 
della mia inutilità                                                                                                                                                                        Non posso che appellarmi alla pietas il sentimento che induce l'uomo ad amare e rispettare il prossimo e anche l'unica possibilità per non perdere la memoria di chi non esiste più.

    

Già nella classicità greca e latina, la letteratura ha interpretato se stessa come luogo espressivo deputato a conservare il ricordo di persone ed eventi che sarebbero stati altrimenti dimenticati :Secondo Heidegger, dell'essere non si può avere prensione piena ma solo traccia e  ricordo.
Vorrei che qualcuno capace di pietas, ricordasse  con una poesia o un 'ode questi bambini passati come meteore in questo mondo.


                          

Salviamo le meduse o il buonsenso?

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/08/28/news/e-scoppiata-la-guerra-bestiale-1.226716

ESTREMISMI

Dal Palio di Siena alle meduse: la guerra santa degli animalisti

Attaccano la sperimentazione medica sulle cavie, combattono gli allevatori, difendono i diritti dei grilli e delle farfalle. Gli animalisti 2.0 si sono radicalizzati, e lottano contro ogni forma di discriminazione animale. In nome della libertà di tutti gli esseri viventi. La guerra contro gli "specisti", che considerano gli animali inferiori all'uomo, è sempre più violenta. Tra insulti sul web, liti in famiglia e scontri di piazza

Emiliano Fiottipaldi

 A Recommone qualche giorno fa, sotto gli occhi di chi scrive
Una medusa  aveva ustionato un bambino sulla coscia.
Il padre dopo l’attacco era riuscito a prendere l’essere planctonico con il secchiello e l’aveva gettato sulla terraferma. Notata la scena, una signora in bikini si precipitava verso la riva, cominciando a inveire contro l’uccisore. «Le meduse hanno diritto a vivere come tutti gli animali! Siete degli assassini! Vergognatevi!». 

Da sempre l'umanità si pone questi problemi

ll  pensiero greco non era uniforme, ma suddiviso in scuole rivali. Una di queste era quella fondata da Pitagoravegetariano che sosteneva un atteggiamento benevolo verso gli animali perché in essi potevano trasmigrare le anime dei morti.Un’altra, quella più importante fu quella di Platone e del suo discepolo Aristotele. Quest’ultimo sostiene che l’uomo è un animale razionale. Ammette quindi la comune natura tra l’uomo e l’animale, ma non l’uguale considerazione: l’animale è a servizio dell’uomo, La concezione di Aristotele fu quella che entrò a far parte del pensiero occidentale e diede origine a molte idee speciste che tuttora permangono.

Il pensiero cristiano I Romani avevano sentimenti morali, come la giustizia, il dovere civico, la benevolenza. Alcuni esseri come i prigionieri, i criminali, gli animali, erano tenuti fuori dalla loro sfera morale e quindi vederli soffrire e morire poteva essere un divertimento. Il messaggio cristiano fu per il mondo romano del tutto rivoluzionario: esso condensava in sé l’idea dell’unicità della specie umana e dell’immortalità dell’anima









Se per SPECISTAci si riferisce a chi ha il terrore dei ragni e degli scorpioni e non esiterebbe a spetasciarli sotto una scarpa, allora sono una specista e mi appello al quinto emendamento, ma mi ribello  se leggo che lo specistaapprova ladiscriminazione verso gli esseriumani può basarsi su ragioni sessuali, sul colore della pelle, sulle preferenze sessuali e molti altri motivi.Non sono vegetariana e tanto meno vegana, sono semplicemente onnivora e non mi sono mai posta questo problema. Probabilmente ciò denota una manchevolezza da parte mia, una certa superficialità , che dipende probabilmente all'educazione ricevuta.ma sono lieta di non appartenere a gruppi di fanatici animalisti come i CENTOPERCENTO ANIMALISTI   legati alla destra estrema il  cui capo,Paolo Mocavero, è uno dei duri e puri che ha capito come fare notizia, e ha ordinato ai suoi di attaccare giostre e fiere locali, (speculando sull'ignoranza di molti) e affermando che "un’azienda casearia è una fabbrica di dolore e morte».Lo stesso gruppo neonazista legato alla destra xenofoba che predica di non dare gli animali agli handicappati.