DAI, SOPPORTATEMI !

Natale e Halloween  sono due occasioni che accendono la fantasia di coloro che hanno bambini e animali. 
Un esempio di  Halloween , nientepòpòdimeno alla Casa Bianca, è questo bimbo, premiato dal Presidente  Obama : un piccolo papa sulla papamobile.

Molti sono i padroni, dei cani, ai quali auguro di grattarsi tutti assieme per un attacco di orticaria, che ridicolizzano le loro bestiole e loro stessi.















NATURA E FORTUNA VUOLE CHE IL CANE, ESSENDO  IN ODORE DI PERFEZIONE, NON RISENTE DI QUESTE ABERRAZIONI  TANTO E VERO CHE NON NE RISENTE NEANCHE COSI




10 commenti:

  1. Cara Cristiana, sono d'accordo è una grande festa e tutti la festeggiano alla grande, e vediamo i bambini felici e contenti!!!
    Sono di vecchio stampo e a me mi sembra un po troppo macabra, però rispetto che la vuo festeggiare.
    Ciao e buona domenica cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Alcuni sono simpatici perché non invasivi, altri hai ragione... i padroni dei cani (e dei bambini, alla stregua di animali) meriterebbero di essere umiliati in pubblica piazza XD

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Trovo estremamente ridicolo anche il papa mobile versione bambino. Lui, poveretto, non ne è consapevole, per fortuna.

    RispondiElimina
  4. Con tutto il rispetto per chi ama i cani come li ami tu e come li amo io ritengo che mascherare un cagnolino non voglia dire ridicolizzarlo. Dipende da cosa lo mascheri. Se lo mascheri da gatto...forse. Noi mascherammo la nostra Ala -una meravigliosa setter irlandese a pelo lungo e fulvo- da sceriffa, con le pistolette ai fianchi, il cinturone e il cappellone da caw boy. Sembrava soddisfatta e si metteva in posa per chiunque volesse fotografarla. Ma i cani, come sai, sentono l'amore e capiscono al volo chi li ama veramente.
    Schifoso trovo "premiare" chi ha avuto l'infelice idea di mascherare da papa un povero bambino. Obama deve essere in crisi.

    RispondiElimina
  5. A me stanno sulle balle 'ste feste acquisite.. e pure tutto la caciara che ci gira attorno.. compresi bimbi e cani truccati...

    RispondiElimina
  6. Contrario ad ogni forma di strumentalizzazione degli animali, anche se nella circostanza specifica non mi pare di ravvisare forme di vessazione nei loro confronti.

    RispondiElimina
  7. Quello che hanno di bello gli americani, a differenza di noi, è che possiedono, nel loro dna, la spettacolarizzazione, intesa soprattutto in senso filmico, degli eventi, dai più importanti ai più banali, come appunto è la festa di halloween, e la capacità di trasformare in universale ciò che nasce da loro. Questa capacità di esportazione noi non l'abbiamo mai posseduta. Di più, ci è estranea anche quella del mantenimento delle nostre tradizioni (la festa dei morti non era sconosciuta nelle nostre regioni) all'interno dei nostri stessi confini territoriali. Halloween è una festa di cui si sono appropriati i più giovani, ma non per un affronto alle nostre tradizioni (che pur stanno morendo) dal momento che neppure le conoscono perchè non c'è più nessuno che le trasmette, ma sull'onda di quella globalizzazione che non tiene conto della matrice, delle motivazioni e dei perché, da cui origina un evento, cogliendo solo il lato affascinante dello spettacolo. E va riconosciuto, ai geni USA, il merito di aver tramandato, ampliato, ammodernato questa loro tradizione, attraverso un mezzo efficace qual'è appunto il racconto cinematografico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che Amaranta scrive è in parte vero - perchè gli americani, il cinema, lo sanno fare - ma di contro difettano di altre cose importanti, come ad esempio il senso della misura ed il rispetto della vita umana, tant'è che è il paese a più alto tasso di delinquenza e razzismo e nel quale vige ancora la pena di morte.

      Elimina
  8. Che c'entra Halloween con il papa!? è quasi blasfemo associare la cristianità ad una festa pagana, macabra e quasi satanica...per fortuna il bimbo non è consapevole ma i genitori si, poveri noi..

    RispondiElimina