commenti?

Sani ma abulici. O NO???

l famoso nutrizionista americano Jared Koch ha compilato 
una lista dei cibi più dannosi per la salute umana, 
SCURDAMMENCiLLO
-In vetta alla classifica dei “worst food” (cibi peggiori) troviamo i pomodori in scatola e qualsiasi altro cibo in contenitori o lattine., tonno,fagioli ( nociva la corrosione interna della scatola)
-Seguono, nella classifica, i prodotti a base di carne, ricchi di grassi, additivi, antibiotici ed altri farmaci dannosi.
-Il terzo posto è occupato dalla margarina (che in molti considerano una valida alternativa al burro ed all’olio). Secondo un grande numero di nutrizionisti, essa non dovrebbe essere consumata dal momento che contiene diverse sostanze che hanno un impatto negativo sui vasi sanguigni.
Gli esperti, per il grande stupore di molti, sconsigliano vivamente persino il consumo di non oli vegetali, come l’olio di cocco e di oliva, dal momento che essi sono alla base, spesso, di infiammazioni diffuse nel corpo.
Il nutrizionista Koch, inoltre, ritiene negativo il consumo di patate ed ortaggi esposti o trattati in grandi quantità con i pesticidi.

Il Primo Veleno Bianco: Il Sale


Secondo Veleno Bianco: Lo Zucchero Raffinato


Terzo Veleno Bianco: La Farina Bianca


Quarto Veleno  Bianco: Il Latte


"Gli insaccati accomunati, nelle tabelle di rischio, al fumo e all'amianto. Nel mirino wurstel  e carni in scatola

 Carni, ma quali carni?

Le carni rosse, tra le quali anche l’agnello che non rientra normalmente nella percezione delle persone, che sono il manzo, i suini, la vitella.
Buoni che fanno male…
C’è da poco da scherzare, purtroppo. Il rischio è aumentato e potenziato dalle metodiche di cottura.  L’affumicatura, la grigliatura, la braciatura che favoriscono la formazione di sostanze cancerogene.
Wurstel e prosciutto   pericolosi come le sigarette
 la presenza di sali di nitrito e di nitrato che si chiamano anche E249, E250, E251, E252.

Il burro fa male alla linea e al cuore

Oltre a far saltare la dieta, aumenta il colesterolo e i grassi nel sangue. Conseguenza: sale il rischio di infarto e ictus



L’acrilammide (anche acrilamide) è un composto chimico (formula bruta C3H5NO) che si forma negli alimenti (generalmente in quelli amidacei) durante alcuni tipi di cottura ad alta temperatura, nella fattispecie durante la cottura al forno, la frittura e la grigliatura.
Le bibite gassate sono annoverate tra i “non-alimenti” più pericolosi per la salute, figurando tra i principali responsabili della diffusione di patologie come obesitàcarie e diabete Celluliteritenzione idrica e invecchiamento precoce:

I rischi degli OGM: lo studio francese

Sembrerebbe che nutrirsi di alimenti vegetali o animali geneticamente modificati aumenterebbe il rischio di tumori e di mortalità: 

SUGGERIMENTI PER UNA BUONA ALIMENTAZIONE:
1°Le alghe kombu si possono mangiare sia crude che cotte e sono caratterizzate da un sapore dolce e si usano preferibilmente per cucinare i legumi ma possono trovare un ottimo impiego anche in zuppe e minestre
Le alghe wakame, molto simili alle kombu, ;
Le alghe nori (o lattughe di mare) hanno la potenzialità di ridurre il tasso di colesterolo e sciogliere ed eliminare i depositi di grassi. Vengono vendute secche, per cui i fogli di nori vanno tostati leggermente sulla fiamma affinchè assumano un colore verde. Sono le più diffuse per la preparazione del sushi.
Le agar agar sono una sorta di gelatina ricavata dall’alga rossa tengusa. Molto nutriente, ha un sapore decisamente forte allo stato naturale, pertanto è preferibile ammorbidirla prima dell’utilizzo. 
2°INTEGRATORI ALIMENTARI : c'è l'imbarazzo della scelta



La prima conclusione basata su un minimo di logicità, è che il popolo statunitense è ormai spacciato e in via di estinzione, non senza  passare per mutamenti genetici, infatti la loro alimentazione è basata su stakes ai ferri, hamburger alla griglia, french chips  e quantità abnormi di popcorn.









17 commenti:

  1. Ciao Cris,
    apprezzo molto l'intento di questi illustri scienziati americani di salvaguardare la nostra salute, sta di fatto che ieri abbiamo seppellito una mia zia ultracentenaria, che per tutta la vita ha fatto scorpacciate pazzesche di vorst food.
    Saluti cordialissimi.
    .
    .
    ^___*

    RispondiElimina
  2. Seconda considerazione: se diamo retta a questo "nutrizionista" che è riuscito a escludere praticamente TUTTO ciò che mangiamo dalla lista degli alimenti commestibili, ci riduciamo a mangiare alghe. Mah, forse è meglio il "soylent green"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sapevo del "soylent green"..
      Sarà meglio farne scorta.

      Elimina
  3. come dicevo ieri da Franco, l'importante è non eccedere, però si parlava solo delle carni rosse.
    Invece la questione dei Veleni bianchi, l'approvo.
    Per gli inscatolati, sarà un problema americano, perchè qui da noi, per direttive europee la scatole di latta devono essere rivestite di ceramide.Ma poi di solito si tende a preferire le conserve in vetro.
    però, accidenti, che stess...in ogni caso un po' di sano fatalismo e si campa meglio
    ciao Cris

    RispondiElimina
  4. La nostra aspettativa di vita adesso nel 2000 è intorno agli 80 anni mangiando quello che mangiamo. Se prendessimo a mangiare alghe a quanto arriverebbe? 100? quoto gli 80 anni con bucatini all'amatriciana, carbonare, abbacchi a scottadito e patatine fritte.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a questo recente blogger-amico per il suo inaspettato commento.
      Se volete scoprire immagini bellissime di tutti i generi,
      visitate il suo blog.

      Elimina
  5. Alla lista aggiungiamo il pesce al mercurio, gli ortaggi coltivati vicino alle discariche, acqua all'arsenico che esce dai rubinetti, l'aria inquinata... datemi delle bombole di ossigeno, mi metto sotto una campana e campo d'aria respirando piano piano.
    Buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  6. Bello morire ringozzati al veleno saporito che sazio e gioia ti scoppi in compagnia con l'allegria, al senza freni e ridere finché le tue budella 'n s'appallonano e bum un saluto a tutti col ruttino: Avrei voluto essere nata nel 1942 e vivere la Seconda Guerra Mondiale, dice un'Alice Sabatini miss dimmi dov'è l'Italia magari con anche l'isole comprese

    RispondiElimina
  7. Io allora posso stare tranquilla! Fiuuuu l'ho scampata.
    Ciao Cri. Buona giornata <3

    RispondiElimina
  8. Cara Cristiana, io di fronte a questo labirinto non me la sento di dire niente!!!
    Solo che mangio poca carne e continuerò sempre così!!!
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  9. Jared Koch? E chi è? :lo zucchero, la farina, il latte, il sale? E di che colore debbono essere le lenzuola? E le mutande? N'import pas che siano pulite o sporche purché non bianche. E di che colore sono tutte ste cazzate? Finocchiarde verdi? Rosato mignotta o blu zoccolona?
    Il frullato di alghe mangiatevelo voi nutrizionisti del menga.

    RispondiElimina
  10. Ma la vogliono finire con gli allarmismi che ti fanno andare di traverso un sano e ottimo piatto di wurstel e patatine fritte?

    RispondiElimina
  11. Quando si mangiava sano la gente non arrivava nemmeno a 60 anni. Ora con tutti questi cibi cancerogeni la speranza di vita arriva tranquillamente a 100 anni.
    Ciao Cri.

    RispondiElimina
  12. Non si può mangiare più niente,tutto fa male.Insomma, mangiare solo alghe o quasi e vivere una vita da ammalati per morire sani.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  13. Io attendo l'estinzione ^_^
    Non sono una grande consumatrice di carne, abbiamo orti e quindi verdura e frutta di nostra produzione... ma non son così sicura che tutto ciò mi preservi dalle aggiunte chimiche che si trovano nei cibi acquistati, dagli agenti inquinanti (anche quelli illeciti... se mi faccio capire, qui da me c'è una delle "zone rosse"), dalla sedentarietà (oggettivamente non possiamo paragonare la nostra vita a quella dei nostri nonni/bisnonni) rispetto alla dieta, intesa come regime alimentare abituale.
    I molti benefici, che hanno portato all'allungamento medio della vita, vengono "pagati" in qualche modo e non sono di per sé garanzia di salute.
    Ciao Cristiana, a presto ^^

    RispondiElimina
  14. Insomma, in definitiva dove non sono riuscite le armi di distruzione di massa di Saddam, la guerra fredda, Pol Pot e i Vietcong, Castro e Mao Tse Tung, sembra ci riscano gli hamburger... Anzicché i rifugi antiatomici fai da te qualcuno comincerà oltre oceano a farsi scorte di cistoseire e posidonie! Io mi rifaccio una caponata, a costo della vita.

    RispondiElimina
  15. Ma?!!! Mi sembra la scoperta dell'acqua calda, fa male tutto se mangiato in modo smodato.
    In questi giorni mi da molto fastidio questo messaggio continuo sulla dannosità delle carni rosse e insaccati con immagini in primo piano del prosciutto crudo.
    Il prosciutto crudo non è un insaccato, e qui un Europa c'è una legge che controlla l'abuso di nitrati e nitriti da mooooltissimo tempo, così come è proibito fare uso di ormoni gonfianti per la carne in genere, cosa che in America ancora non c'è.
    Di centenari nel mio palazzo ne abbiamo avuto già uno, e mia mamma ci sta arrivando a tiro, credo che come su tutto bisogna avere moderazione, e variare, e badate io non sono una gran patita della carne, ma ritengo che un po' di proteine occorrano.
    Il motto di mia suocera era, meglio morire a pancia piena che a pancia vuota, la sua è la generazione che ha vissuto la guerra e gli stenti.
    Ritengo sia sbagliato togliersi i piccoli piaceri della vita, e mi da molto fastidio che si metta in ginocchio un settore di lavoro così vasto in Italia, quando basta una buona educazione alimentare da far partire già nelle scuole.
    Giusto il controllo e lo studio continuo, no agli allarmismi.

    RispondiElimina