commenti?

https://avvocatolo.wordpress.com

Flash Avvo Tag [con concorso occultato]

 
 
 
 
 
 
2 Voti

avvostag

Causa errato acquisto vendesi tomba vuota (mai usata) e kit decennale di chemioterapia (usato 80%); valuto permute con fucile a canne mozze o candelotto di dinamite, munirsi di autocertificato di morte, trasporto a carico della salma, NO contrassegno.

Allora.
Finora ho glissato alquanto sui Tag. Sono arrivato ad autonominarmi qui.
Non c’è bisogno che io vi dica cosa sia un Tag, veniamo alle regole:
  1. Inserire la foto che trovate qui nel post;
  2. Scrivere una storia in una singola frase, come ho fatto io (vedi sopra); tra 15 giorni tutte le storie finiranno in una pagina sul blog e la migliore di esse verrà inserita nel mio libro L’Ultimo Abele (quindi linkatemi!);
  3. Segnalare qui i nominati che non proseguano nel Tag: saranno dati in pasto a mia suocera e condannati ai pozzetti di burraco forzati per tre ere geologiche;
  4. Non si possono cambiare le tre regole sopra;
  5. Non ci provate…anche la regola numero quattro è immodificabile.
E’ tutto.
Trovo molto stuzzicante l'idea di Massimo e aderisco con entusiasmo.
Prese la navetta supersonica e scese negli spazi siderali raggiundo  il campo delle rose nere , custodi dei nascituri , perchè  era giunto il momento in cui lei e il suo compagno   schiudessero i loro bacelli e portassero alla luce  due nuove creature formate dal loro stesso DNA, durante 19 lunghissime lune ; due nuovi esseri nutriti da trasfusioni genetiche nelle zone cerebrali,  atte a dotarli  di  facoltà cognitive      -come il pensiero,l'apprendimento, il linguaggio, il giudizio e la personalità-     e di facoltà sensoriali atte a fornirli di emozioni fondamentali      - come la paura e la gioia, la vergogna, l'angoscia... :  questi nuovi individui, detti "φύω-geni" avrebbero dovuto prendersi cura dei "geni- φύω" durante il percorso   inverso, guidandoli amorevolmente attraverso le fasi della deresponsabilizzazione e della
 regressione all'adolescenza e all'infanzia, fino a diventare due cellule da impiantare in due nuovi bacelli che,dopo 19 lunghissime lune, si sarebbero dischiusi  a loro volta : era infatti così che, dopo millenni di esperimenti e modifiche, la vita  migliorava di generazione in generazione  e i suoi cicli non avevano mai fine .

Invito coloro che amano scrivere  a partecipare a questa interessamte opportunità



14 commenti:

  1. Ammappete che fantasia creativa hai, Cris!
    .
    .
    ^__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decente , o è meglio che vada a nascondermi?

      Elimina
    2. molto decente, complimenti!
      anche tu conosci questo individuo?!

      Elimina
    3. Signorina S. solo tu non mi conosci :-P

      Elimina
  2. Evidentemente l'esperimento non ha funzionato, dal momento che la vita è peggiorata, di generazione in generazione.

    RispondiElimina
  3. Più che decente. Direi scrittura creativa e di gran buon livello.

    RispondiElimina
  4. NON SO COME VERRÁ, ma te la sbatto in anteprima. Vedi tu.

    "Davide e Fausto si amavano da una vita, da quando stavano insieme all'asilo, ma non si erano mai toccati.
    Eleonora li conobbe molti anni dopo, al liceo, ma non sapeva decidersi se fosse innamorata di Davide o di Fausto. Avrebbe preferito avere a che fare con Davidausto o con Faustavide, ma gli venivano sempre fuori due diversi.
    Per cui aspettava.
    Davide era convinto di non essere gay, e che il gay fosse Fausto, ma non voleva si offendesse. Pensava che col tempo le cose si sarebbero chiarite.
    Per cui aspettava.
    Da parte sua Fausto era convinto di non essere gay e che invece lo fosse Davide, ma pensava che se gli avesse parlato chiaro avrebbe rovinato l'amicizia. Tutto meno che quello. Forse col tempo la cosa si sarebbe chiarita da sola.
    Per cui aspettava.
    Passavano gli anni e a chi chiedava ad Eleonora che cosa se ne facesse della sua bellezza e perché non la si vedeva mai con un ragazzo, lei rispondeva che stava in attesa. Nessuno le chiedeva di cosa, per rispetto.
    Così lei continuò ad attendere.
    Davide e Fausto diventarono intanto vecchi, mentre Eleonora invecchiava più lentamente. Ma lei usava sapientemente ciprie e trucco.
    Quando le vennero a dire che i suoi due migliori amici erano morti in un incidente stradale, Eleonora smise di truccarsi e visse gli ultimi anni visitandone le tombe ogni giorno.
    Lo fa ancora adesso, anche se non ci vede quasi più, ma sente sotto i polpastrelli il marmo levigato e pensa "questo è Davide" e magari è Fausto, ma per lei fa lo stesso."

    RispondiElimina
  5. Brava Cristina! Ti inserisco nella mia homepage tra i partecipanti! Li trovi tutti raggruppati qui: https://avvocatolo.wordpress.com/concorso-legato-al-tag-avvocatolos-tag-ho-gia-detto-trattasi-di-tag/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi cerco ma non mi trovo, gentile avvocatol.

      Elimina


  6. il mio professore di lettere,
    lanfrodi capone,
    che uomo,
    comunista,
    sempre in stivali da gringo,
    pantaloni di velluto verdi a zampa d'elefante,
    giubbino di jeans stinto,
    capelli, basettoni, occhiali e mustacci,
    sempre il manifesto sotto il braccio.
    entrava e diceva,
    "le teste di cazzo non mi rompano i coglioni",
    ovviamente si mettevano a giocare a carte.
    pochi seguivano.
    lo diceva all'inizio dell'anno,
    io non boccio,
    sei politico a tutti,
    ma non rompete i coglioni a chi vuole ascoltare.
    ovviamente allora si fumava in classe.
    ovviamente lo amavano tutti.
    ovviamente era deluso della piega del mondo,
    aveva capito tutto.
    morì d'infarto durante una partita a poker.
    è ancora una leggenda in provincia di Pescara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi partecipare a questa iniziativa? Devi farlo personalmente, seguendo le regule lassù.
      Particolare il tuo racconto, dai provaci!

      Elimina