Che pallone gonfiato.

Non può esserci famiglia se non quella voluta da Dio
Colta al volo dal Cardinale Bagnasco.Ma a lui chi l'ha detto? C'è qualche assioma della religione cristiana a questo proposito? Gli è comparso Dio in sogno, chiedendogli di chiarire la diatriba tra laici e bigotti?

11 commenti:

  1. Che bello, tutti disposti a parlare in nome di Dio, peccato che il diretto interessato non spieghi mai davvero il suo punto di vista.

    RispondiElimina
  2. Tutti parlano e straparlano. A volte lasciare che il mondo vada come deve andare è meglio.

    Baci

    RispondiElimina
  3. Quei pretastri devono assumersi le loro responsabilità senza scaricarle su entità superiori la cui esistenza è ancora tutta da dimostrare: devono dire "Non esiste altra famiglia se non quella voluta da NOI"; così, almeno, illustrerebbero in maniera chiara il loro punto di vista.
    Tra l'altro: anche la pedofilia è stata voluta da qualcuno ai piani alti? Me lo spieghino, questo fatto!

    RispondiElimina
  4. Cara Cristiana, Ora che la mia grande festa,è passata eccomi qui per portare il mio saluto.
    Parlando del tuo post, forse sarebbe meglio che io non dicessi quello che penso!!! ma non ci riesco!!! Se tutto viene da Dio prima la famiglia, può fare tutto, dunque è partecipe a tutto quello che succede nel mondo
    potrei continuare ma credo sia abbastanza...
    Ciao e buona giornata Cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Ahhh Cri.. mi stupisci!.. si parla di "Famiglia voluta da Dio" nello stesso passo del Vangelo dove Gesù celebra la "transustanziazione"... ;)

    RispondiElimina
  6. mi vengono in mente parecchi esempi di famiglie con il benestare della Chiesa che sarebbe meglio censurare

    RispondiElimina
  7. Bagnasco è uno che mortifica l'insegnamento di Cristo.
    Ciao Cri.

    RispondiElimina
  8. Proprio questa mattina dicevo ad AnnaMaria -non ricordo l'argomento della conversazione ma non è importante nel contesto- che di solito la gente all'avvicinarsi del momento più importante della vita dopo la nascita, cioè la morte, si avvicina alla Chiesa ed alla religione e incomincia a cercare Dio. Per me vale il contrario. Da piccolo, fino ai miei venti anni, ho frequentato assiduamente la Chiesa, ma adesso giorno dopo giorno me ne sono distaccato completamente, per convinzione avvenuta che NULLA di quelle chiacchiere che ci ammanniscono, dal massimo prete biancovestuto all'ultimo scalcagnato parroco di campagna, abbia una briciola di verità e sia degno di credibilità.
    Parlano tnto di misericordia, quell'argentino lo ripete ogni domenica dalla sua finestra con grande dispendio di sorrisi....ma poi, al momento più importante, quando devono mostrare questa misericordia, mandano il Bertone di turno oppure il Bagnasco dell'ultima ora a proferir la minchiata dell'anno.
    Non ho dimenticato la campagna diffamatoria e l'elargizione a gogò di annullamenti da parte della Sacra Rota quando c'è stato il referendum sul divorzio. La presunta cattolicissima Italietta ha detto NO ai cardinali e ai pontefici passati e futuri e la legge di equità è finalmente passata.
    Adesso, a distanza di anni, il gesuita argentino comincia a riparlarne aggiungendo che sì...in fondo...sono cristiani anche loro...e sì, poverini...non li si dovrebbe privare dei sacramenti.
    Ma andate afc.

    RispondiElimina
  9. Ma che cavolo vogliamo dire più...a Roma si direbbe "che te voi commentà"! Devo dire che mi hanno proprio seccato tutte queste prese di posizione da parte di questi cattolici, che poi ne fanno molte altre sotto silenzio!

    RispondiElimina
  10. Il cardinal Bagnasco ha l'espressione più feroce e crudele di tutto il parco-cardinali e affini. Per non parlare della buona fede (che appunto non c'è).
    Mi chiedo perché in un momento così attento all'immagine lo si tenga. Mi rispondo: il Vaticano non vuole perdere il consenso dei cattolici integralisti che si specchiano in Bagnasco. In confronto quelli dell'isis sono quasi simpatici (anche perché sono più lontani).
    Cesare

    RispondiElimina
  11. E poi la famiglia cattolica è la cosa più putrefatta che ci sia. La mia NON è una famiglia cattolica, anche se AnnaMaria è cattolica. Io no. Rifiuto sta religione più invasiva dell'Islam, perché mascherata da religione liberatrice.
    Alla faccia della liberazione!
    Ma poi quale famiglia aveva Gesù? Aveva una moglie? Aveva dei figli? Ufficialmente non aveva nemmeno donne ma dodici seguaci maschi e i malpensanti pensino quel che vogliono.
    Io allegramente me ne infischio.

    RispondiElimina