commenti?

PERICOLOSI MEZZI DI DIFESA


Prigioniera della cintura di castitàa 60 anni: «Temo di essere stuprata»Perde le chiavi della cintura di castità e chiede aiuto ai pompieri: "Aiutatemi a riaprirla"


PADOVA - Una donna di 60 anni ossessionata dalle violenze sessuali riportate dai notiziari alla televisione, ha deciso di munirsi di cintura di castità. Utilizzando un guanto da macellaio in maglia metallica, la signora ha confezionato una mutanda in ferro con tanto di cavetto d’acciaio e chiusura con un lucchetto a combinazione. Insomma una barriera a prova di stupro, ma mercoledì si è registrato un inconveniente. La donna, arrivata a casa, voleva togliersi la corazza in ferro dalle parti intime ma ha dimenticato la combinazione del lucchetto. Disperata ha provato ripetutamente a liberarsi, ma senza alcun esito. E poi ha avuto paura di ferirsi, così è stata costretta a dirigersi al comando provinciale dei vigili del fuoco in via San Fidenzio alla Stanga...

Niente del genere dunque, ma un modello personalizzato

La signora, si sarà resa conto di aver rischiato la pelle? Eh sì perchè gli stupratori non  sono persone normali  e spinti dalla rabbia  potrebbero, per ripicca, optare per una mazzata in testa o una presa per il collo, naturalmente fatali.



18 commenti:

  1. Certo che le idee non mancano a certe persone!!!
    Può dirsi fortunata che alla fine le è andata molto bene!!!
    Ciao e buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Per difendersi dagli stupratori (che non solo non sono persone normali: non sono proprio persone) questa tizia avrebbe fatto meglio a munirsi di AK-47. Forse le sarebbe costato meno dell'intervento dei vigili del fuoco - che, quando qualcuno finisce nei guai perché se li cerca, lo fanno pagare, l'intervento, eccome!

    RispondiElimina
  3. Sì, l'avevo letta l'avventura di questa matura signora! Anche i vigili del fuoco saranno rimasti parecchio sorpresi di dover fare questo tipo di intervento!

    RispondiElimina
  4. L'idea di produrre nuove cinture di castità era venuta fuori proprio da un commerciante di Padova, ricordo che quel tizio aveva ottenuto molta pubblicità. Ne avevano parlato anche sui vari Tg locali e nazionali. Nelle varie interviste avvenute subito dopo la diffusione dell'intervista quel commerciante aveva dichiarato di non averne venduta nemmeno una.
    A quanto pare però almeno una l'aveva venduta...

    RispondiElimina
  5. Magari a sessantanni sarà bella e avvenente come lo era ventanni fa Sophia Loren, ma mi viene da ridere a pensare a questa donnetta di mezza età che si protegge dagli stupri con una cintura di castità fai-da-te. Rido perché penso a quello che le sarebbe capitato se avesse avuto bisogno urgente di usare un bagno...sai le risate.

    RispondiElimina
  6. Quando ho letto la notizia, l'altro giorno, ho pensato che la follia (di vario genere) imperversa ormai ovunque. Posso però capire la paura di quella donna. Ma non riesco a riderne, come fa Vincenzo, perché lo stupro di donne in età avanzata è già successo e certamente credo che, riprendersi dallo shock a quell'età, sia quasi impossibile. Con questo non voglio dire che per una giovane sarebbe una bazzecola, semplicemente quando sei giovane hai più forze fisiche e mentali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ambra, guarda che non ridevo per la paura dello stupro, paura legittima a qualsiasi età. Non ne riderei mai. Pensavo alla trovata della sessantenne padovana: una cintura di castità fatta in casa, tenuta chiusa con un lucchetto di cui si dimenticano i dati per l'apertura. In età avanzata certi bisogni se non soddisfatti diventano impellenti. Per quello -sguaiatamente, rozzamente, cretinamente, sciaguratamente, insomma come vuoi tu- ne ridevo, solo per quello.

      Elimina
  7. Cara Cristiana, il merito di episodi del genere è dei mass-media che spesso instillano nel pubblico più vulnerabile paure eccessive o, comunque, ingiustificate. E gli effetti si vedono, eccome!

    RispondiElimina
  8. La signora non ha considerato che di solito gli stupratori hanno bisogno di sfogare comunque le loro pulsioni, dunque avrebbe dovuto costruirsi anche una... museruola.
    .
    .
    .
    .
    ^___*

    RispondiElimina
  9. ...che poi io conosco certe "signore" attempate che non disdegnerebbe un'aggressione a sfondo sessuale...
    ovviamente è una pessima battuta e nulla più

    RispondiElimina
  10. Era così bella che senza cintura l'avrebbero stuprata.
    Oppure era matta.
    Scegliete voi.
    Grazie a te Cri che proponi storie esilaranti.

    RispondiElimina
  11. Ciao Cristiana,sembra una realtà romanzesca,ma succede anche questo.Confesso che mi fanno tristezze le tante signore attempate che si credono prelibate prede.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  12. La cintura di castità non l'avrebbe certo salvata dalla furia omicida dello stupratore.
    Ciao

    RispondiElimina
  13. Tu pensa che io sono di Padova...non immagini le battutacce che si sentono ogni santo giorno al bar o in edicola...però quel che i giornali non dicono è che c'è anche un negozio che vende quelle da uomo O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta!
      Fai una foto dell'insegna, dai.
      Cristiana

      Elimina
  14. Ma è successo veramente ? Ma viviamo in un grande teatro..ma come si può pensare ad una cosa del genere, con tanto di combinazione poi.. io non ricordo neppure le password..
    Fantascientifica la signora!
    Ciao amorevole amica mia, un bacio super!

    RispondiElimina