Se torno a nascere....



http://www.wired.it/scienza/medicina/2016/03/14/50-curiosita-cervello/


50 curiosità sul nostro cervello


Una raffica di informazioni sull’organo più complesso e misterioso del corpo in occasione della Settimana mondiale del cervello.

Premetto che la mia ignoranza è totale in questo campo    - come in molti altri campi-    ciononostante  ho sempre cercato di informarmi sui progressi della scienza in questo settore. Penso che le combinazioni tra estrazione sociale, educazione e dna, quindi ereditarietà, debbano essere infinite ( Cesare, correggimi se sbaglio, p.f. ).
Spaziando  tra i vari articoli, mi colpisce questo:


LE EURISTICHE E IL RAGIONAMENTO

La nostra grande abilità mentale però funziona "a risparmio"; il cervello è dotato di una razionalità limitata che non può considerare tutti gli stimoli che giungono. Per velocizzare il tutto usiamo delle strategie che nella maggior parte delle volte funzionano, le euristiche.

Un'euristica è davvero una scorciatoia mentale che permette di giungere alla conclusione del nostro ragionamento senza aver preso in considerazione tutti i dati a disposizione.
Il problema risiede quando le euristiche non sono efficaci e non riusciamo a staccarci dalle nostre convinzioni. Da questo processo fallace nasce il bias  "Il bias (pron. 'baiəs) in psicologia cognitiva indica un giudizio (o un pregiudizio), non necessariamente corrispondente all'evidenza, sviluppato sulla base dell'interpretazione delle informazioni in possesso, anche se non logicamente o semanticamente connesse tra loro, che porta dunque ad un errore di valutazione o mancanza di oggettività di giudizio.
Euristica di ancoraggio ad una convinzione
UN ESEMPIO DI BIAS : può avvenire quando si deve  prendere una posizione su un tema e, invece di raccogliere informazioni e poi esprimerci, prima scegliamo una posizione e raccogliamo informazioni e aggiustiamo la nostra posizione. Seguendo l'euristica dell'ancoraggio, se "sbagliamo" l'ancora iniziale, rischiamo di non abbandonarla più.

Qualche nome mi viene in mente   tra i tanti  votati all'euristica.
Anche a voi?












7 commenti:

  1. Più che euristica,la quale vale per tutti,almeno dallo studio che hai riportato,qui esiste l'opportunismo con scappellamento cortigiano,difficile fare buone scremature talmente la diffusione è così estesa.

    Sul nostro principale organo ne troveranno delle belle nei prossimi secoli,essendo la parte più sconosciuta che possediamo.

    Saluti

    RispondiElimina
  2. Le mie euristiche evidentemente funzionano alla cazzo di cane, dato che io soffro di una bias fondamentale, che non è il pregiudizio, Cris stai allegra, ma è il mio costante andar controcorrente. Lo ammetto: mi basta sentir lodare un posto, una persona, un libro, un film e già mi si contorce lo stomaco.
    Poi magari concordo -non sono mica un idiota- ma la sensazione di partire immediatamente per la tangente è istintiva e dura da vincere.
    Non sono perfetto né perfettibile e non ho mai cercato di esserlo.

    RispondiElimina
  3. penso che sia intrinseca, nel senso che parte in automatico, sopratutto quando si è caratterialmente una " personalità ingombrante (per non dire forte).Poi esistono quelli che lo fanno per " dolo" tipo certi nostri politici, ma lì non è più euristica è opportunismo, come mi pare abbia già detto un tuo commentatore (Ivo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È o vere è o vere, i' songhe na "personalità ingombrante", per l'esattezza nu metro e ottanta pe ottantatré chilogrammi. :-))

      Elimina
    2. Viecenzo, già ti trovavo irresistibile, sei uno strafigo, fuggiamo insieme ;)
      ma me sa che sei molto rischiasto eh?

      Elimina
    3. Eh sì, da mia mujere che "pretende" che io passi l'aspirapolvere non solo nel mio studio, ma anche nel resto dell'appartamento, pensa tu che idee!

      Elimina