commenti?

chi volesse guardarlo lo farà a suo rischio e pericolo.

forewarned is forearmed -
EL QUE AVISA NO ES TRAIDOR-  
un homme averti en vaut deux

Sono iscritta a  "Bastardidentro" e mi è capitato, tra capo-e-collo, questo filmato. Sto pensando se fare loro causa, perchè l'impatto è stato nauseante.
Declino ogni responsabilità. 

http://www.bastardidentro.it/video-divertenti/donna-affamata-gusta-un-succulento-snack-al-formaggio-57922

                                                   
VIVAMENTE SCONSIGLIATO AI DEBOLI DI STOMACO

Vezzali, quando a Berlusconi disse: ''Da lei mi farei toccare''

Scherma, Valentina Vezzali si ritira: il ritratto di una grande campionessa



Il ritratto di una grande campionessa non sempre corrisponde a quello di una grande donna.
Mi vergognai  come italiana e come donna per quel 'burlesque' lungimirante della Vezzali.
Sarà il prossimo ministro per lo Sport?
Non mi meraviglierei se quell' offerta sfacciata, desse oggi i suoi frutti.





E' un'impressione, Watson

http://www.wired.it/play/cultura/2016/04/26/perche-muoiono-sempre-personaggi-famosi/?utm_source=wired&utm_medium=NL&utm_campaign=daily


Perché muoiono sempre più personaggi famosi?


Elementare  Watson, invecchiano anche  loro e fanno notizia, al contrario di noi comuni
mortali.

Chi si somiglia si piglia

E Trump incorona Salvini:
«Diventerai premier in Italia» Salvini, che a sua volta gli ha augurato di essere eletto presidente a novembre


Il segretario generale della Lega, Matteo Salvini con il candidato alle primarie dei repubblicani Donald Trump al comizio di Trump a Filadelfia il 25 aprile 2015



«Un saluto dagli Stati Uniti, amici! Go, Donald, go!». Lo ha scritto su Twitter il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini,


Identità di vedute
Sintonia sull’immigrazione


Salvini, che è parlamentare europeo, ha allacciato negli ultimi tempi una serie di relazioni con i leader di forze di destra di altri Paesi, con cui condivide alcune politiche, quelle del contenimento dei flussi migratori in primis. Alleata in Europa e da lui spesso citata come modello è ad esempio Marine Le Pen, ma il leader del Carroccio ha trovato di recente intese anche con tutte  le formazioni di destra radicale o indipendentiste che hanno la regolamentazione in senso restrittivo dell’immigrazione al centro dei rispettivi programmi. Lo scorso dicembre Salvini era stato anche in viaggio ufficiale a Mosca e più volte ha manifestato ammirazione per Vladimir Putin Salvini: meglio Trump del buonismo disastroso 
 «Renzi sceglie il buonismo disastroso di Obama e Merkel, io preferisco la legalità e la sicurezza proposte da Trump!», ha aggiunto in un altro post. Trump ha impostato la sua campagna elettorale su posizioni populiste e conservatrici: in particolare, le sue dichiarazioni in favore del libero utilizzo delle armi da fuoco hanno che suscitato aspre polemiche, così come la sua proposta di istituire una moratoria sull'immigrazione delle persone di religione islamica.  Ma ciò non ha impressinato Salvini, anzi penso che gli faccia gola  un bel numero di armi in mano a quelli della 
                                        E' risaputo che Dio li fa e poi li accoppia
                                                                                                                                                                                                 
e che "chi si somiglia si piglia" soprattutto quando coincidono certi 'ideali'



muro tra Messico e USA

                                                            

Io non riesco neanche ad immaginare  gli  Stati Uniti nelle mani di questo tizio incolto  e rozzo.       
Gli USA, nonostante tutta la propaganda, non sono mai stati un esempio veramente  democratico,            
Mah, staremo a vedere.
Voi cosa ne pensate?


                                                                                                                                                                   

NE AVREI FATTO A MENO.

Questo è il parco di Villa Olmo dove tutte le mattine, o quasi, scorrazza  "piccolo cuore" , ovvero la mia Lilla ;  si potrebbe dire, qui nel vero senso delle parole, " più gente entra, più bestie si vedono", perchè il luogo è uno dei posti più frequentati da umani con cani
Fatto sta che, questa mattina , accorgendomi che mio marito e Lilla tardavano a ritornare, ho telefonato e Giorgio, bel bello, mi fa" Non trovo più la Lilla".
Tuffo al cuore. Io " Da quanto manca?
 Lui "10 minuti" 
Io,scarica di adrenalina.
Lui " Ho girato tutto il parco chiamandola, niente, è sparita"
Io , panico e capelli dritti " Hai detto la parola d'ordine?
Lui "Quale?"
Io " Lilla, vieni qui subito!
Sento che urla la frase magica, odo un abbaiare che conosco e  lui che mi dice "Eccola!"
Te possino...ve possino!



Il Casato di Windsor,In precedenza casato di Sassonia-Coburgo-Gotha l sentimenti anti-tedeschi presenti nella popolazione britannica spinsero il re Giorgio V a mutare nel 1917 il nome della famiglia reale, ostituendo le denominazioni di chiara provenienza tedesca con altre identificabili con la lingua inglese.

                                              


Non amo le Case Reali, le dinastie e il sangue blù     - che io chiamo SANGUE MARCIO per via di tutti gli incroci che ci sono stati-       mi appaiono ridicoli e  fuori tempo. Su questo mio giudizio, molto ha influito  Casa Savoia, specialmente gli ultimi rappresentant e soprattutti l'omicida Vittorio Emanuele che evidentemente imbracciò il fucile perchè i vicini di barca non rispettavano la sua regale oziosità.
La regina, gli appannaggi, l'entourage , i discendenti
e i sudditi mi sarebbero indiffereenti se non mi dessero a volte ai nervi con la loro spocchia.







Elisabetta II ha ricevuto una quantità infinita di regali da tutto il mondo durante questi 60 e passadi regnoalcuni davvero insoliti e inaspettati. Tra questi figurano unapipa della pace decorata da piume ricevuta in dono durante una visita in Canada nel 1973 e che si trova ora nella Royal Collection, e un piccolo di elefante di nome Jumbodal Camerun, in grado di scalfire anche la rigida corazza regale. Tra i top 5 dei regali più fantasiosi anche due bradipi in Brasile nel 1968; unmodellino in corallo di un corgrazza di cani tanto amata dalla Regina, da Grand Cayman nel1983; unamaglietta da hockeydaCanadadurante una visita negli Usa.Quqlche giorno fa Elisabetta II ha compiuto 90 anni, ma i festeggiamenti si terranno a giugno.
Intanto  questo murale tappezzerà Londra e entro giugno bisognerà pensare ad un regalo per la Regina Spero che Renzi    - che io ho soprannominato  GHE PENSI MI'-   si attivi al più presto Qualche mio suggerimento.





Delle sue fotografie introvabili

Un cappellino colorato e una poltrona-trono hi-tech


La Reginetta Elisabetta
Capellini ecologico                                                                   Elisabeth alle Maldive 60 anni fa



Questo killer nazista non lo sopporto

http://ilgrandemarziano.blogspot.it/                                          



                                                               Ho letto questo interessante post di " Il grande marziano" che molti di voi conosceranno; il post si conclude  così  :  Forse dunque penserete che la legge norvegese è risibile, che è un paese di cartapesta, che non sono abituati ad avere a che fare con questioni del genere. Può darsi. E se invece questa sentenza che toglie Breivik dall'isolamento fosse solo un segno di maggiore civiltà? Sempre, beninteso, che il soggetto in questione trovi qualcuno in prigione che abbia voglia stare con lui.

Non penso affatto che la legge norvegese sia risibile, credo piuttosto che molto dipenda dall'educazione nordica contrapposta a quella latina, un'educazione , la nostra,  che ci rende più emotivi  mentre i nordici tendono a essere più razionali ; ne consegue che le nostre reazioni attingono a sentimenti più 'animaleschi' , mentre i nordici sono più controllati e ponderati. Logico che l'etica possa prendere direzioni diverse, reciprocamente incomprensibili, a volte.
Non avevo pensato al fatto che, tolto Breivik dall'isolamento, gli altri carcerati se lo troveranno vis-à-vis; come reagiranno , con spirito umanitario, cercando di giustificare la strage commessa dal reo, oppure sentiranno il desiderio di aggredirlo come farebbe un animale che agisce d'istinto?
I pareri saranno senz'altro discordi e allora che accadrà? Si divideranno tra  giustizieri oppure di bodyguard, seguaci di " Nessuno tocchi Caino"?. 

Un'altra soluzione sarebbe che i carcerati andassero a trovarlo nel suo pied à terre, ove la socializzazzione potrebbe essere più amichevole e intima.




    Lassismo, altro che democrazia

    Norvegia, Breivik vince causa contro Stato: violati i suoi diritti umani durante la detenzione

                                             Anders Behring Breivik (ansa)
    La Corte distrettuale di Oslo non ha ritenuto violato il diritto alla vita privata e familiare del detenuto. Ma ha condannato lo Stato soprattutto per i cinque anni di isolamento a cui è stato sottoposto. Breivik sarà risarcito delle spese legali sostenute: 331mila corone
    "violati i suoi diritti umani "                   
    Ma questo individuo non è umano, è un mostro e questa democrazia lassista mi fa schifo
                                                              

    DITEMI PER FAVORE!

    Dietro quella che potrebbe sembrare una macchia di inchiostro nero si nasconde una sagoma ben definita, seppur difficile da individuare. Il disegno, postato su Facebook da Savannah Rooth di Parsons (Kansas, Stati Uniti), ha incuriosito gli utenti, tanto da ottenere oltre 15mila commenti e 32mila reazioni. Non appena delimitati i contorni, come mostrato nelle immagini e nei commenti di chi è riuscito a risolvere l’enigma, risulta tutto più chiaro.

    Ora che so mi sembra incredibile non aver colto l'immagine.

    Provateci, ma non barate!

    MAH! PROBABILMENTE SONO ALL'ANTICA.




    Tutto è iniziato con uno scatto diffuso a settembre su Facebook: dieci mamme militari in posa mentre allattano i figli. Donne in servizio attivo a Fort Bliss, base militare di El Paso (Texas), una delle più grandi dell'esercito americano. Con quello scatto la fotografa texana Tara Ruby voleva sostenere il programma di "Allattamento in stivali da combattimento" promosso dalla caserma per dimostrare che tutte le donne in uniforme dovrebbero avere la possibilità di lavorare senza rinunciare ad allattare i propri bambini


    Queto connubio guerra/allattamento non mi convince.
    L'accostamento combattimento/ allattamento mi ricorda  un ossimero  e mi appare come un'immagine incompatibile  
    tra fucile -biberon-;  
    inconciliabile tra due azioni :  nutrire- sparare;
    incongruente fra due verbi :amare- uccidere. 
    Chi si accingerà a dipingere una maternità, farà bene ad aggiornarsi.
    *
    Siamo sempre lì, la libertà è sacrosanta, dico solo che  certe scelte dovrebbero essere proprio "scelte" vagliando i pro e i contro, cercando di fare  un programma di vita.

    Lessico famigliare

    Dai, non sbuffate, è un po' di tempo che non vi parlo di questo essere  che allieta la mia vita.Quando un cane vive in famiglia, impara ogni giorno qualcosa , lo elabora e , quando è il momento, lo mette in pratica.
    Esempio. La sera guardo un programma televisivo  oppure lavoro a crochet ascoltando musica e quando decido  di coricarmi, poichè fumo le sgarette elettroniche, svito la batteria per metterla in carica. Questo mio gesto fa capire a Lilla che sto per andare a letto e non le resta che precedermi.
    Capisce un vero e proprio lessico famigliare, fatto di parole e di gesti.
    Dicendole "vai a vedere che arriva  Paola, va sul balcone; se dicevi altri nomi, non si muoveva, ma ora funziona anche con mia nipote Martina, perchè ha scoperto che ha preso  la patente.
    Quando ci prepariamo per uscire di casa  e lei intuisce che non verrà con noi, mostra un'espressione molto seria e va a piazzarsi sul letto, cosa che non fa mai durante il giorno.
    Insomma, è palese che i cani ragionano, eccome!
     Il pomeriggio di un paio di settimane fa, si è piazzata sulla porta del soggiorno emettendo un secco BU. Ha dovuto ripetersi prima che capissimo che voleva essere seguita in cucina, fino alla ciotola della sua acqua, come a mostrarci che doveva bere. Da allora lo fa tutti i giorni. Non so cosa pensare, a parte il fatto che tempo fa, appunto, fece un gran casino per mostrarci la ciotola priva d'acqua : ci eravamo screanzatamente dimenticati di darle l'acqua da bere.







    Lo sapevate che i cani bevono così, con la lingua che si arrotola  " a rovescio " ?



    Chi tanto e chi niente

    Amano i figli ma odiano la maternità

    di Angelica Basile - 04.04.2016
    Amano i figli ma odiano la maternità
    • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter
    •  
    • Stampa
    •  
    “Tornassi indietro, un figlio non lo farei”. Orna Donath ha pubblicato il bestseller internazionale “Regretting Motherhood” il tema è esploso come una bomba.
    Il grande merito del lavoro della sociologa americana sta nell’aver messo in luce la paradossale contraddizione di queste madri che anche se “pentite” i figli non li odiano affatto. Anzi, li amano con tutto il cuore. Ciò che odiano, invece, è l’esperienza della maternità mai realmente cercata o voluta. Ma accettata come un silenzioso scontato, obbligo imposto dalla società per la quale è inconcepibile che una donna possa liberamente e volontariamente non diventare madre.  Orna Donath  è una sociologa israeliana che ha raccolto, appunto nel suo libro "“Regretting Motherhood” le voci di 23 donne pentite di essere diventate madri  tra cui Doreen, 38 anni, divorziata e madre di tre figli che dice che prima di rimanere incinta non aveva né necessità, né la volontà di diventare madre. Eppure le è successo, nonostante la sua riluttanza iniziale. «Mi piacerebbe molto non avere figli. Nessuno dei tre. Mi fa molto male dirlo, e loro non sentiranno mai queste parole uscire dalla mia bocca. Non capirebbero, nemmeno se avessero cinquant’anni, o forse allora sì, ma non ne sono sicura. Rinuncerei a loro, totalmente. Veramente. Senza battere ciglio. Ed è difficile per me ammetterlo, perché li amo. Molto. Ma mi piacerebbe farne a meno».

    Atalya, 45 anni, invece,  divorziata, ha  tre figli adolescenti che vivono con il padre. Anche se non si occupa della cura quotidiana dei ragazzi, essere madre le pesa. «Mi blocca, mi ruba l’anima», dice



    Corinne Maier invece ha scritto un libro che ha fatto molto discutere  "NO KID"
    http://www.uaar.it/news/2007/08/15/nuovo-libro-corinne-maier-no-kid-quaranta-ragioni-per-non-avere-figli/

    Le venti ragioni per non fare figli In una classifica "ridotta" una parte dei 40 motivi per non scegliere la maternità rilevati dalla psicanalista Corinne Maier

    In un'intervista la Maier dice, tra l'altro  

    1 Ci dia il motivo principale per non avere figli.
    “Se vogliamo davvero realizzare i nostri sogni e i nostri desideri, dobbiamo sapere che i figli sono un ostacolo a questa realizzazione”.
    E se una donna le rispondesse che la sua più bella realizzazione sono, appunto, i figli?

    “Avrei dei dubbi sulla sua sincerità: mi interesserebbe andare oltre le apparenze e scavare nel vissuto di questa persona”.
    Le venti ragioni per non fare figli In una classifica "ridotta" una parte dei 40 motivi per non scegliere la maternità rilevati dalla psicanalista Corinne Maier
    1) Il parto è una tortura
    2) Diventerete dispensatrici ambulanti di cibo
      

    st...ereotipi insulsi ma redditizi

    Dunque MAMMA O NON MAMMA?
    Sia chiaro che per quanto mi riguarda ogni scelta è legittima. Essere una “non mamma” può  rappresentare  un’ alternativa su cui riflettere serenamente. Essere senza figli è un dramma solo per chi li desidera. 
    Avere dei figli e dichiarare   "rinuncerei a loro, totalmente. Veramente. Senza battere ciglio. Ed è difficile per me ammetterlo, perché li amo. Molto. Ma mi piacerebbe farne a meno»", mi sembra una bestemmia e non mi venga a dire che li ama perchè rinnegare un figlio desiderando di non averlo messo al mondo equivale a dire che se morisse improvvisamente sarebbe un sollievo.
    Non sono una psicologa , ma penso a quei soggetti  borderline la cui esistenza è fatta di momenti vissuti con entusiasmo alternati a momenti deprimenti,  che generano insicurezza e odio verso sestessi. 







    Buon divertimento.

    http://www.wired.it/scienza/2016/04/07/scienza-illusione-ottica-cerchio-rosso/?utm_source=wired&utm_medium=NL&utm_campaign=daily
    Per non far sempre la seriosa, vi propongo questa pagina 'magica' e una crittografia pensata personalmente da me medesima : SECCHI al pozzo 9-1-5.così è più facile


    Non guardate subito le soluzioni e ignorate i commenti dei poveri di spirito.

    LUCA Sulla buona strada 2016



    Senza dubbio di grande impatto questa campagna con riferimento alle distrazioni alla guida, ma a mio parere , crudelmente irrispettosa verso coloro che hanno vissuto un dramma del genere. "di SE e di MA son piene le fosse" diceva mia nonna  e ricordarlo a chi già si tormenta con un pensiero del genere è estremamente penalizzante.


    Il PAPOCCHIO

    Petition · Monica Maggioni: Chiudere "Porta a Porta" dopo ...


    https://www.change.org/.../monica-maggioni-chiudere-porta-a-porta-dop...



    È inaccettabile che la Rai mandi in onda la puntata di "Porta a Porta" sulla presentazione del libro del figlio del Boss mafioso Totò Riina, Salvo. Rosy Bindi ...

    Monica Maggioni,   dal 5 agosto 2015 è presidente della Rai :  Riina jr. da Vespa,  «Un racconto insopportabile» Invita a votare una petizione che ha lo scopo di chiudere la trasmissione di Bruno Vesoa "Porta a Porta" 
    55.450 persone che hanno firmato questa petizione. Adesso aiuta a trovare 19.550 persone in più per raggiungere l'obiettivo.



    Non  servirà a rimuovere il papocchio, ma una figuraccia, anche se ignorata, resta .

    Come volevasi dimostrare


    Il figlio di Riina a 'Porta a Porta', bufera sulla Rai. L'Antimafia convoca i vertici Rai


    L'insetto Vespa spadroneggia ancora una volta  e fa la pubblicità al libro del figlio del BOSS dei BOSS Totò Rjina.

    Questa sera va in onda CASA RJINA

    Riina jr da Padova: "Sono onorato di essere figlio di Totò"

    "La libertà è essere dimenticato - ha raccontato in un'intervista rilasciata a un quotidiano locale di  Padova Giuseppe Salvatore Riina, dall'aprile 2012 nella città euganea, dove lavora in una comunità e vive in regime di sorveglianza speciale

    Ah, è per essere dimenticato che stasera, se tutto va male, andrà a "Porta aPorta"da quel paraculo di Vespa che può  aggiungere 'Casa Rijna" nel suo palmares.




    Potrebbe interessarti:http://www.padovaoggi.it/cronaca/riina-jr-padova-onorato-figlio-toto.html
    Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/PadovaOggi/199447200092925
    „Giuseppe Salvatore Riina, dall'aprile 2012 nella città euganea, dove lavora in una comunità e vive in regime di sorveglianza speciale,

    Potrebbe interessarti:http://www.padovaoggi.it/cronaca/riina-jr-padova-onorato-figlio-toto.html
    Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/PadovaOggi/199447200092925

    "Credo nello Stato italiano - ha detto Riina Jr - Poi posso non condividere alcune delle leggi, ma l'importante è che le rispetto.  "Per me è un orgoglio chiamarmi Riina - ha aggiunto - È un cognome che mi è stato dato da due genitori capaci di insegnarmi tante cose: i valori, la morale. Io sono onorato di essere figlio di Totò Riina e Antonietta Bagarella"

     
    ????????????????????????????????????????????