E' un'impressione, Watson

http://www.wired.it/play/cultura/2016/04/26/perche-muoiono-sempre-personaggi-famosi/?utm_source=wired&utm_medium=NL&utm_campaign=daily


Perché muoiono sempre più personaggi famosi?


Elementare  Watson, invecchiano anche  loro e fanno notizia, al contrario di noi comuni
mortali.

8 commenti:

  1. Fittivamente c'è attualmente una fortissima moría di cantanti famosi o famosissimi. A parte la tua geniale interpretazione io una teoriella l'avrei, e cioè che sta gente per mantenere il ritmo di concerti annuale (si parla di più di 150 all'anno) e video's e incisioni e tutto quello che fanno hanno bisogno di pomparsi droghe dentro, bombe più o meno micidiali che a lungo andare li stroncano. Perché sono fatti di ciccia come tutti. È il caso di dire che il successo uccide.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabile, ma Sherlock Holmes, che faceva la lezione a Watson, era cocainomane e morfinomane, eppure risuscitò da morte (almeno secondo la penna di Conan Doyle). :-)
      (cesare)

      Elimina
  2. Concordo con Vincenzo: i Very Idiot Pirla si bombano molto più della gente normale, quindi la loro aspettativa di vita è di molto inferiore. Quanto al resto, la Nera Signora non fa mica distinzioni capziose tra un Very Idiot Pirla e una persona comune: prima o poi la sua falce arriva addosso a tutti. Chiaro che la morte di un Very Idiot Pirla suscita più scalpore di quella di una persona comune; a me dedicheranno l'epigrafe sulle bacheche comunali, a uno di loro dedicano un mese di piagnistei su tutti i media.

    RispondiElimina
  3. Sinceramente mi dispiacciono le esagerazioni, ma da entrambe le parti :D Dire che se muore il comune cittadino non fa notizia, è una cagata pazzesca, alla Fantozzi. Per forza, voglio dire, non fa notizia: la farà nell'ambito sociale cui è legato XD Che la persona, sia essa "comune" o "famosa", che se ne va abbia diritto allo stesso rispetto/compassione/quelCheSiCrede, è ciò che conta.
    Ci sono ingegni fuori dal comune, non soltanto nel campo artistico/intellettuale, ma anche sportivo o sociale, per dire, che quando mancano fanno sentire l'assenza, eccome. Tutto lì. Quindi, non estremizzerei una questione che riguarda tutti, cioè la dipartita.
    Che la morte di un cantante diventi fenomeno mediatico, ci stupisce veramente? Ma si leggono i social o l'informazione mediatica in senso lato? Fa notizia il nulla, vogliamo che non si approfitti per fare visualizzazioni?
    Per me, che amo la musica (dalla musica colta, al jazz, al rock-pop) da sempre, è stato triste vedere la sequela dall'inizio dell'anno, così come mi è dispiaciuta la dipartita di Eco, uno dei pochi scrittori italiani che leggo.
    E sinceramente di Very Idiot Pirla ne girano nel mondo tantissimi, senza che siano per forza famosi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cerchia famigliare e degli amici era ovviamente esclusa.
      Mi riferivo a coloro che FANNO notizia.

      Elimina
  4. ma siamo poi sicuri che siano davvero morti ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah
      ...infatti, sono tutti nascosti sull' atollo di Marlon Brando, a farsi le canne e bere birra ;))

      Elimina
    2. ho dimenticato, anche moana pozzi naturalmente ;D

      Elimina