commenti?

Vezzali, quando a Berlusconi disse: ''Da lei mi farei toccare''

Scherma, Valentina Vezzali si ritira: il ritratto di una grande campionessa



Il ritratto di una grande campionessa non sempre corrisponde a quello di una grande donna.
Mi vergognai  come italiana e come donna per quel 'burlesque' lungimirante della Vezzali.
Sarà il prossimo ministro per lo Sport?
Non mi meraviglierei se quell' offerta sfacciata, desse oggi i suoi frutti.





9 commenti:

  1. In un paese intriso di cortigiani e rufiani come il nostro,non fa la differenza eccellere in qualsiasi campo,bensì l'etica e il rispetto del prossimo.

    Saluti

    RispondiElimina
  2. sono d'accordo con il tuo commentatore che mi precede :)

    RispondiElimina
  3. Un paese di ruffiani!!! chi ne può più ne metta, cara Cristiana:)

    RispondiElimina
  4. Di che vi meravigliate? È stata la più grande schermitrice di tutti i tempi, ma col fioretto e la maschera sul viso non ci si arricchisce. Una ruffianata al momento opportuno invece apre orizzonti. Ministra dello sport? Se il Berlu sta facendo il doppio gioco -come temo- sarà lei di sicuro, altrimenti una bella rubrica sportiva assai ben rimunerata su canale Quattro o sul Cinque non gliela leva nessuno. Adesso arrivano le Olimpiadi brasilere. Un'ottima occasione per iniziare alla grande.

    RispondiElimina
  5. Ha sbagliato i tempi:purtroppo per lei, il suo idolo si è sfrantummato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenzione, ché la merda quando è secca rimbalza!

      Elimina
  6. Ma che gran bella battuta, non la ricordavo..A parte che a pelle questa campionessa non mi è mai stata simpatica, per la serie con quel viso di volere ma non potere, a parte i meriti sportivi...
    Ministro dello sport? Di bene in meglio..ma che bella Italia...
    Vado a dormire soddisfatta...
    Bacio Cristianuccia, mi rimbocchi le coperte?

    RispondiElimina
  7. Beh, non è un segreto per nessuno che la maggior parte delle sue colleghe della nazionale non la sopportassero proprio per via dei suoi protagonismi e delle sue esternazioni. Comunque se non ricordo male anni dopo la Vezzali quasi rinnegò quella frase sostenendo di essere stata fraintesa ( cosa che dicono tutti quanti SEMPRE dopo) e anzi di avere avuto il padre o il nonno (non ricordo ) partigiani comunisti ( come la Moratti e tanti di quei leghisti secessionisti veneti che conosco e che usano i sacrifici dei padri e dei nonni per giustificare le cazzate che fanno, solo che se io fossi al posto di quei padri e di quei nonni mi vergognerei per le azioni dei miei discendenti). All'epoca la Vezzali si era candidata alle elezioni con il partito di Monti, per questo si rimangiò la frase della a Berlusconi.
    Le elezioni però non andarono molto bene per la sportiva che infatti non venne eletta, almeno questa volta gli italiani dimostrarono di avere una buona memoria. ;)

    RispondiElimina