Ci sarà sempore qualcuno che avrà delle idee briallanti! O no?

Una marea di ragazzi talentuosi esperanzosi si è recata ieri a Milano, all'apertura del nuovo casting di XFACTOR , talent show di nuove  voci targato Sky. Dopo mesi di scouting in giro per lo stivale lo staff del programma ha trovato i migliori talenti canori che potranno mostrare le loro doti tra fine aprile e metà maggio, tentando di accedere alle fasi successive dello show musicale e di convincere i quattro giudici.



Ricordo il libro di Kink  " La lunga marcia"  in cui , sempre per il dio 
denaro, un ceninaio  vengono scelti per
 partecipare ad una gara annuale di marciadenominata  "La Lunga Marcia".
 Principale regola della competizione è mantenere
 un'andatura di almeno 4 miglia (6 chilometri) l'ora: ogni qual volta il partecipante
 rallentail passo, riceve un'ammonizione. Dopo la terza ammonizione, il partecipante viene
 fucilato sul posto da dei
 soldati che, a bordo di un cingolato, seguono la gara.
 Le ammonizioni possono essere cancellate 
marciando per un'ora senza ricevere altri richiami.

Penso, temo, che in un futuro non molto lontano , proporranno  nuovi talent e
 'reality show' che faranno rimpiangere i 'grandifratelli'  le isoledeifamosi 
e gli unoduetrestalla. 
Forse qualcuno avrà l'idea di riproporre le
venationes, vedi a lato, oppure i gladiatori si sfideranno 
l'un l'altro vestiti dall'Armani in voga.
Va da sè che i premi saranno stratosferici.



5 commenti:

  1. Non c'è mai limite al peggio cara Cristiana.....

    RispondiElimina
  2. non penso...hanno riproposto " rischiatutto" di recente, ed ho letto in giro che è stato un vero successo, sia di ascolti che per recensioni.

    RispondiElimina
  3. AHAHAHA..Cristianina, questa proprio è la ciliegina sulla torta e ci mancava..
    Però io sono tentata di iscrivermi alla "lunga marcia" ..la faranno ancora, pensi che ce la possa fare?
    Bacionissimo simpatia!

    RispondiElimina
  4. Su autorevoli giornali inglesi -come il Financial times- e americani titoloni grossi così dicono che l'Italia è sull'orlo della bancarotta, che la politica del governo la sta distruggendo. Naturalmente da noi giornali e TV tacciono in ossequio al Grande Cazzaro. Intanto però si pensa al prossimo San Remo, ai prossimi europei di calcio, alle prossime olimpiadi, si canta e si gioca invece di scendere in piazza coi fucili. Lasciamo perdere le chiacchiere e facciamo piazza pulita di una classe politicante di incapaci. Non vogliamo diventare la colonia della Germania come la Grecia, ma la strada imboccata è quella e nessuno dice niente, nessuno fa niente, e mentre la deflazione aumenta il governicchio di imbroglioni legifera alla melasbatto pensando alle Banche da salvare, ai matrimoni gay (ma quanti gay ci sono in Italia? e quanti bambini che non possono nutrirsi come conviene?), all'inaugurazione a dicembre (di quale anno Renzi) della Salerno-Reggio Calabria, mentre già chilometri della nuovo superstrada del Governo sprofondano appena finiti e mai ancora percorsi e i piloni dei cavalcavia cominciano a cedere. E quel deficente che alloggia -momentaneamente- al Quirinale fa i discorsini che la Boschi gli scrive.
    Ma non ci vergognamo di essere italiani così?

    RispondiElimina
  5. Ciao Cristiana,confesso che i reality non mi interessano,qualcosa ho guardato per pura curiosità ma oggi hanno invaso i palinsesti Tv e sono ripetitivi.Sul porno stendiamo un velo pietoso anche se una simile trasmissione farà felici i tantissimi guardoni videodipendenti.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina