Gli uomini non sono come i cavalli

Per non fare la fine dei cavalli scelgono i populisti

di Guido Bolaffi - 28.06.2016
Per non fare la fine dei cavalli scelgono i populisti
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter
  •  
  • Stampa
  •  
ll sindaco di Londra Boris Johansson
Gli uomini, spiegava più di cinquant’anni fa ai suoi studenti di Harvard il grande Nobel dell’economia Wassily Leontief, non sono come i cavalli. Che all’avvento dei trattori si fecero mettere da parte fino a scomparire dall’agricoltura moderna in silenzio e senza protestare.Una reazione oggi sfruttata, ma non causata, dalla variegata schiera di spregiudicati nuovi imprenditori politici decisi a scalzare, in nome del popolo, quelli vecchi dal loro antico potere. E che difficilmente saranno fermati se non dicendo subito e per prima cosa  parole di verità sulla “madre di tutte le reazioni”: l’immigrazione.
Ecco un bel trio che avrebbe potuto portare ad esempio il grande Nobel dell’economia Wassily Leontief, ed ecco un altro esempio di questo populismo strsciante  

Vince il diritto all’aborto negli USA

di Annalisa Lista - 28.06.2016
Vince il diritto all’aborto negli USA
  • Condividi su Facebook Diffondi su Twitter
  •    
  • Stampa
  •    

Storica sentenza sull’aborto negli Stati Uniti. Dove la Corte Suprema, che non si pronunciava sull’argomento dal 2007, ha abolito le severe restrizioni sull’interruzione volontaria di gravidanza in Texas. In vigore dal 2013, a causa di una legge introdotta dall’allora governatore repubblicano dello stato, Rick Perry. Due le clausole controverse che finora hanno ostacolato le texane nell’esercitare un loro diritto. La prima riguarda i parametri troppo vincolanti per i medici che praticano l’aborto nelle cliniche. La seconda si riferisce alla chiusura immediata di tutte le cliniche prive degli standard di un ospedale. Una decisione che avrà ripercussioni su molti altri stati in cui vigono leggi simili, nonché sul dibattito politico verso le presidenziali. Tra la Clinton, da sempre impegnata a difendere i diritti del gentil sesso eTrump fortemente abortista

Oltre al populismo, che ci sia un'altra ragione, magari di carattere psicologico, che che induce 'sta gente ad essere antiabortista? Forse la paura inconscia che , con  una giusta legge  le loro madri sarebbero potute ricorrere ad un aborto?



2 commenti:

  1. Un mio amico che vive in Inghilterra ha parlato di una situazione molto fluida ed esplosiva in cui molti elettori cominciano solo adesso a comprendere il loro errore, ha aggiunto che Nigel Farage è sotto accusa da parte di molti per aver mentito agli elettori e che Boris Johnson è stato contestato dai suoi stessi nipoti.

    RispondiElimina
  2. Se è verp quello che dice Nick Parisi bisognerebbe sganasciarsi dalle risate poi piangere tutta notte: dunque il grande popolo britannico che si giudica da sempre superiore a tanti (tutti gli) altri è così deficiente da votare una cosa decisiva per il loro futuro solo per le chiacchiere di uno dei loro tanti matteo Renzi? Se questo fosse vero tenete questi cretini fuori dall'Europa. Ci teniamo i nostri cretini, che sono tanti ma almeno sanno mentire.

    Divorzio: una conquista della donna. Punto. Non si discute.
    Se fosse esistito il divorzio negli anni trenta e non ci fosse stata così tanta influenza dei maledetti preti sulla nostra società -allora e continua adesso- molto probabilmente la signora Maria Maddalena Malavisi in Iacoponi, non avrebbe messo al mondo dopo tredici anni il suo secondo figlio. Punto e basta.

    RispondiElimina