Come creare complessi alle persone

BOLOGNA - L'editore Andrea Riffeser Monti ha deciso di rimuovere "con effetto immediato" Giuseppe Tassi, direttore del Qs Quotidiano Sportivo, per il titolo comparso sulle proprie testate che definiva "trio delle cicciottelle" le arciere azzurre Guendalina Sartori, Lucilla Boari e Claudia Mandia, che hanno concluso la gara a squadre ai Giochi Olimpici di Rio con il quarto posto.




E se avessero titolato " Le esili ragazze del nuoto sincronizzato" , oppure "le massicce  ragazze del nuoto" , avrebbero dovuto, ugualmente. chiedere scusa ??





Vincenzo Iacoponi ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Cole creare complessi alle persone": 

La solita "cagata" all'italiana. Tutto sto gran casino per un "cicciottelle".
A prescindere dal fatto che io nemmeno me ne ero accorto, ma cosa ha detto di non vero? Erano pienotte, belle in carne, e allora? E tutti quei lccaculo che immediatamente si sono buttati sulla preda sbavazzando con tante tantissime cose che vanno storte nel nostro mondo con stronzate tipo: una donna magra è come un paio di jeans senza tasche....ma senti sto cesso! Oppure la solitissima : le grasse sono allegre le magre infelici! Ma ci si rende conto di quanto siano inutili certi soggetti? Mi domando: Enzo chi preferiresti una lardosa debordante oppure un'anoressica tutta ossa e spigoli? Risponderei: un'isola solitaria sul Pacifico. Pourquoi? La cicciona suda tutta, l'anoressica è dura come un baccalà.
Finde delle trasmissioni.
Che sia una falsa magra, ma soprattutto intelligente, che abbia del fascino e quel qualcosa che non si sa cosa sia ma che funziona sempre.
E voi pizze fatela finita di rompere le balle. 



franco battaglia ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Cole creare complessi alle persone": 

Vincenzo hai tutte le ragioni... ma il titolo era idiota... e lamentarsi di essere stato messo alla gogna dai social, da parte del direttore scemo, ancora più idiota. 
Se a nessuna persona di buon senso viene in mente di uscire con un titolo cosi cretino meriti la giusta punizione... oltretutto sembra che il fenomeno approfitti per andarsene in pensione e pure con la buona uscita.. chissà.. magari adesso si darà al tiro con l'arco... 
,

6 commenti:

  1. "cicciottelle" è stato scritto in tuono affettuoso. Il provvedimento è ridicolo. Se avessero scritto che le ragazze erano "da urlo" avrebbe ricevuto un encomio.
    Ciao Cri.

    RispondiElimina
  2. Ma come mai tutti spostano la questione? Importa il termine usato affettuosamente, o è assurdo per un giornale sportivo scrivere titoli così stupidi (ché mica è il solo... il latoB meraviglioso della schermitrice, gli arcieri uomini che da anatroccoli son diventati cigni...)? Vogliamo davvero che un giornalista scriva stupidaggini simili in un contesto "ufficiale", olimpiadi per dire? Non è un gossiparo e non parla di starlette ma di ATLETI. Se poi non si vede la differenza, beh per me è abbastanza preoccupante.

    Se avesse scritto le atlete sono "da urlo" sarebbe stato stupido ugualmente: si toglie l'attenzione dalla professionalità per rimarcare caratteristiche fisiche, francamente è la tipicità itaGliota.

    RispondiElimina
  3. Tassi ha derapato in rettilineo, cogliendo l'attimo come si dice, ma niente di più. Era un buffetto sulle paffute guance delle fanciullotte. Ma chi lo sta mettendo in croce è il solito lecchino superstite vatiKanista petulante, che in questa nazione dove tutto affonda corre dietro a codeste minchiate.

    PS: vorrei sapere che fine fece il mio commento di ieri. Che se lo sia ingoiato Tassi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto recuperato, ma anch'io non so cosa sia successo.

      Elimina
  4. Ma con tutti i problemi che ha quest'italia, si può perdere tempo dietro ad un giornalista di questa "portata" intellettiva?
    Scrive giustamente Vincenzo: "in questa nazione dove tutto affonda corre dietro a codeste minchiate."

    RispondiElimina
  5. Cara Cristiana, ora tutto è ritornato ha posto, scusami del contrattempo.
    Parlando del titolo, trio delle cicciottelle, poteva non usarlo così, ma si sa che in Italia è sempre più difficile indovinare, per che trovano sempre un appiglio per discuterne!!!
    Ciao e buona giornata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina