Vorrei un vostro parere.

http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/574906/napoli-san-gennaro-2016-si-rinnova-il-miracolo

Si è rinnovato, a Napoli, il miracolo di San Gennaro: alle 10.38 di oggi, nella Duomo del capoluogo campano, il sangue del santo si è liquefatto e nell'ampolla tenuta in mano dall'arcivescovo della città, il cardinale Crescenzio Sepe, la cittadinanza ha potuto osservare il liquido rossastro cambiare forma, come accade ogni anno nel giorno della celebrazione della festività del santo patrono partenopeo e campano.
Tradizione popolare vuole infatti che se il sangue del santo non si scioglie per Napoli sono in arrivo grandi tragedie e catastrofi: l'ultima volta che il sangue rimase solido il capoluogo campano fu colpito da una brutta epidemia di colera. Erano gli anni Sessanta

.
Come abbiamo scritto anche negli anni passati, riportando un articolo pubblicato nel 1991 sulla più prestigiosa rivista scientifica del mondo, Nature, il "miracolo" potrebbe essere scientificamente spiegabile grazie al fenomeno della "tissotropia"Tre ricercatori del CICAP (Franco RamacciniSergio Della Sala e Luigi Garlaschelli) hanno fornito una prova scientifica sull'ottenibilità di uno "scioglimento" simile a quello che è alla base del fenomeno del miracolo. Lo spirito dell'indagine del CICAP non è stato quello di determinare la composizione della sostanza nell'ampolla, ma di riprodurre i comportamenti più documentati della reliquia. Inoltre l'esperimento è servito a dimostrare che non solo è possibile riprodurre quei comportamenti con i mezzi attuali, ma anche che fosse possibile farlo all'epoca della sua comparsa, confutando così le affermazioni sull'irriproducibilità del suo comportamento o sull'impossibilità della scienza di spiegarlo.Un esempio di questa proprietà è la salsa ketchup, che si può mostrare in uno stato quasi solido fino a quando delle scosse non la fanno diventare d'un tratto molto più liquida. Franco Ramaccini del CICAP ha sostenuto che è ragionevole avanzare l'ipotesi della tissotropia poiché durante la cerimonia che precede lo scioglimento del sangue di San Gennaro il sacerdote agita e muove l'ampolla tenendola con le mani.I ricercatori del CICAP hanno realizzato l'esperimento ottenendo una sostanza tissotropica dal colore rosso sangue con il solo utilizzo di sostanze e materiali reperibili all'epoca a cui risalirebbero le ampolle (fine Trecento)
tixotropìa (o tissotropìa In chimica fisica, il fenomeno, presentato da alcuni gel, di passare allo stato liquido per effetto di semplice agitazione o sotto l’azione di vibrazioni (per es., ultrasuoni), per poi tornare a coagularsi quando l’azione meccanica perturbatrice viene sospesa. 
La Curia  non ha mai consentito a gruppi di ricercatori e scienziati super-partes di esaminare il contento dell'ampolla.
I CASI DI MANCATA LIQUEFAZIONE - In alcuni casi, si diceva, questo non succede. La storia recente riporta diversi casi di mancato scioglimento. Nel settembre del 1939 e del 1940, ad esempio, in corrispondenza con l'inizio della seconda guerra mondiale e dell’entrata nel conflitto dell’Italia; nel settembre del 1943, data dell’occupazione nazista, nel settembre del 1973, periodo della diffusione del colera a Napoli e nel settembre del 1980, anno del terremoto in Irpinia.  Tutte date in qualche modo drammatiche. E anche nei secoli scorsi, si ricordano giorni in cui il miracolo non è avvenuto. Coincidono spesso con assedi, eruzioni e pestilenze.


Per quanto mi riguarda , senza voler offendere nessuno e per quanto valga la mia opinione, io mi sento presa in giro  dalla chiesa cristiana che insiste con questi "miracoli"  comprensibili ,forse,nel medio evo quali minacce utili a giustificare alcune  catastrofi; mi sento offesa che mi ritenga un "boccalone" come quelli che credono ad una Vanna Marchi



12 commenti:

  1. Cara Cristiana, senza tante parole io la penso come te!!!
    Ciao e buona serata cara amica, con un abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Sinceramente non mi interessa questo fenomeno. In ogni caso la mia posizione è quella della Chiesa.
    Ciao Cri.

    RispondiElimina
  3. La Chiesa infatti non parla di "miracolo" ma di evento prodigioso, almeno questo è quanto ho letto ieri...in ogni caso a Napoli è una tradizione molto sentita..
    Un caro saluto e buona serata!!

    RispondiElimina
  4. Più che "miracolo", termine che si sposa meglio con bontà, bellezza, ingegno, bravura... si potrebbe definirla "manifestazione".

    RispondiElimina
  5. in fondo c'è gente che compra da wanna Marchi, va dal cartomante, gioca al superenalotto.... abbiamo lo smartphone, ma la mentalità dell'italiano medio è ancora quella del medioevo.

    RispondiElimina
  6. Chi è credente accetta tutto anche gli effetti speciali. Quanto siano attendibili lo si può dedurre dal culto delle reliquie.
    Un esempio per tutti copiato da Wikipedia:
    La presunta testa di san Giovanni Battista è esposta a Roma, nella piccola chiesa di San Silvestro in Capite che da essa prende il nome. Altre teste del Battista sono esposte o conservate nel Palazzo di Topkapi ad Istanbul, a Monaco di Baviera, a Damasco, ed ad Amiens, bottino della quarta crociata. Oltre alle 5 teste e alle sue ceneri poi c’è un elenco di altre ossa sempre del Battista.
    Ciao buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  7. Io non credo al sopranaturale,ma la Chiesa fa il suo mestiere,illudere le anime semplici che ci sia una altra vita e su questa vendita di illusioni ci guadagna.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  8. La khqiesa sta prendendo in giro la gente dall'epoca della sua fondazione - questo è chiaro soltanto a chi usa un po' il cervello, ovviamente. Con la questione del sangue al ketchup (o equivalente sostanza tissotropica) sta prendendo in giro da mo' i napoletani, ma chissà che a qualcuno non capiti di pensare che quel "sangue" non si liquefa proprio nelle occasioni in cui non c'è qualcuno a scuotere l'ampolla, cioè quasi sempre durante qualche evento drammatico. Kermitilrospo ha ragione (anche se vorrei puntualizzare che proprio a causa dell'eccesso di tecnologia stiamo regredendo a ritmo spaventoso): i boccaloni credono veramente a tutto.

    RispondiElimina
  9. sicuramente hai ragione, però vorrei fare due piccole precisazioni...laprima riguarda il fatto che, nel secolo scorso fu consentito il prelievo del sangue
    da un gruppo di famosi ematologi e dunque fu confermato che era sangue, la seconda e che a Pozzuoli c'è una grossa pietra dove pare fosse stato decapitato il Santo e, contemporaneamente al miracolo nel duomo di napoli avviene anche la...non penso sia semplice agitare un masso di un paio svariati KG.Cmq al di là di ogni razionalizzazione, bisogna prendere l'evento per quello che è, un "evento" molto fantasioso e tanto folkloristico, che fa anche tanto bene, turisticamente alla città.Dunque non nuoce a nessuno.Certo le coincidenze con eventi funesti non sono "favole".
    La chiesa poi, fa il suo lavoro, ci marcia alla grande :)
    ciao Cri
    p.s. Cristiana ho di nuovo problemi con il tuo blog, sopratutto con Ipad o cell...si blocca. controlla un pò, grazie :)

    RispondiElimina
  10. Mi sa che quei famosi ematologi fecero il prelievo di sangue al vescovo...

    RispondiElimina
  11. Argomento complesso, io comunque la penso come te, fondamentalmente

    RispondiElimina