commenti?

Allegria!...




 Il fatto particolare è che il video non si concentra sulla minaccia del terrorismo come sarebbe normale attendersi, ma su un problema alla base di tuttola sovrappopolazione nelle megalopoli.Le tensioni religiose ed etniche saranno un elemento determinante del paesaggio sociale. Bisognerà coesistere con impoverimento, slum, baraccopoli in rapida espansione a fianco di grattacieli moderni, progressi tecnologici, sempre crescenti livelli di prosperità.
Nel video si vedono città superaffollate, giungle urbane, scontri, hacker, criminali, poveri ammassati. La voce ci dice che il divario tra ricchi e poveri aumenterà vertiginosamente, che ci saranno labirinti sotterranei con un proprio codice sociale e di diritto, che fioriranno sofisticate economie illecite, che hacker useranno svariati mezzi per colpire la vita digitale. Ci parla di reti criminali, infrastrutture scadenti, tensioni religiose ed etniche, baraccopoli, fogne e discariche a cielo aperto, masse crescenti di disoccupati.

Altrettanto preoccupanti le previsioni di Stephen Hawking.Il grande scienziato astrofisico , il quale ritiene che "Il futuro dell'umanità sia  su un altro pianeta e dipenderà dalla sua capacità di vivere in altri luoghi dell’universo, perchè il rischio che un disastro distrugga la Terra è grande", Ha altresì affermato che il contatto con la vita extraterrestre potrebbe avere esiti catastrofici: se gli alieni riuscissero ad arrivare fino a noi, significherebbe che hanno una tecnologia talmente avanzata da consentire la colonizzazione della Terra e la sottomissione del genere umano. In modo non molto differente da come fecero i conquistatori europei dopo la scoperta dell'America nel 1492 Nel 2008, intervenendo al 50esimo anniversario della Nasa, il cosmologo disse che, data la vastità dell'universo, è quasi certo che in altri pianeti si siano sviluppate delle forme di vita primordiali, sebbene non sia da escludere che qualche parte esistano anche esseri intelligenti.

Le catastrofi terrestri più accreditate dagli scienziati
Non penso che tutto ciò mi riguardi, ormai, tuttavia   queste previsioni mi stringono il cuore : egoisticamente, mi fanno pensare di non avere nessun futuro, neanche quello che si tramanda attraverso il proprio DNA.

POLVERE ALLA POLVERE

Cremazione non è contraria alla fede". Ma il Vaticano vieta ceneri disperse o a casa Perchè pensa sempre che i fedeli siano incapaci d'intendere e di volere e ci mette sempre il naso?

Altrimenti , cosa succede?

La Bibbia dice  "polvere siamo e polvere torniamo"

Perchè  la chiesa vieta di spargere le ceneri : a me sembrerebbe il gesto più naturale.

MA MILAN L'E' UN GRAN MILAN

http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/10/20/foto/collezioni_private_sculture_nascoste_e_simboli_misteriosi_ecco_la_milano_che_non_conoscete-150230694/?ref=HRESS-1#1

Milano è la mia città d'adozione perchè non essendovi nata, ci ho vissuto dai tre ai 19 anni.
L'ho sempre amata e mai persa di vista ; meriterebbe più attenzione e ,invece, le sue bellezze passano per lo più inosservate; perciò vi mostro questa Milano nascosta che pubblica oggi Repubblica, sperando che vi invogli a scoprirla


La bellezza nascosta di Milano: collezioni private, sculture e simboli misteriosi

La partenza dei deportati -Quattro vecchi carri bestiame risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Un binario all’altezza della strada di Via Ferrante Aporti, lungo il lato orientale della Stazione Centrale. È il luogo del “Binario 21”, dal quale partivano da Milano i deportati ebrei, senza conoscere la destinazione del viaggio. Venivano nei luoghi tristemente noti di Auschwitz, Mauthausen, Bergen-Belsen. 
Un angolo di Barcellona a Milano 

-Una straordinaria costruzione ad angolo che ricorda il iLiberty e il  Coppedè e il modernismo catalano alla Gaudì, dando vita a un originale spicchio di Barcellona in pieno centro si tratta di Palazzo Berri-Meregalli, capolavoro dell’architetto Giulio Ulisse Arata, edificato tra il 1911 e il 1914






Il giardino nascosto dell'hotel Sheraton Diana Majestic,  nel centro di Milano è facile trovare qualche bel cortile dietro un portone




La corte allungata di Corso San Gottardo, il borgo dei Furmaggiatt - Lungo la strada che da Porta Ticinese si allunga verso Pavia, una fila di case popolari nasconde uno delle poche testimonianze rimaste della Milano di ieri. Varcando la soglia della casa che si trova in Corso San Gottardo 18, si accede a una lunga e caratteristica sequenza di corti allungate che, attraversando l’intero isolato, si aprono sul Naviglio Pavese. Dette anche case di ringhiera




Una cripta che divenne mausoleo ai caduti delle Cinque Giornate  Sotto la Chiesa dell’Annunciata, ha sede la cripta.   e slotto a cripta si trovava il sepolcreto dell’Ospedale Maggiore e si calcola che tra il 1473, quando l’ospedale iniziò la sua attività assistenziale, e il 1695, quando non furono più autorizzate le sepolture entro le mura, trovarono sepoltura qui circa 500mila milanesi. Tuttavia, in tempi più recenti le camere sepolcrali furono ripristinate. Nel 1848, infatti, durante le Cinque Giornate di Milano, con la città assediata dalle truppe austriache, era impossibile raggiungere i cimiteri. Trovarono così posto qui i 141 caduti durante i combattimenti. I loro nomi sono ancora oggi visibili sulle pareti, 




La casa del mostro di via Bagne Anche Milano, come tutte le metropoli che si rispettano, vedi Parigi e Londra, ha avuto il suo  efferato serial-killer 


  In pieno centro,  c’è una stradina corta e stretta. Anzi, si tratta proprio della via più stretta di Milano, un budello a forma di "L" dove un’auto passa a malapena, la via Bagnera Può dare ancora qualche brivido.  quando si scopre che proprio lì, in un piccolo magazzino che usava come casa e ufficio, viveva il famigerato “Mostro di Milano”. Si chiamava Antonio Boggia e, nella prima metà dell’800, uccideva a colpi di scure i malcapitati  ( 4 ) che avevano la sventura di conoscerlo e di andarlo a trovare in Via Bagnera. A muovere il suo istinto omicida era soprattutto il denaro. Quando Boggia scopriva che i suoi conoscenti possedevano case o crediti li uccideva e poi, con l’aiuto di un calligrafo, si faceva scrivere lettere in cui i defunti (che lui sosteneva essere partiti per lunghi viaggi, ma che in realtà si trovavano sepolti proprio sotto casa) gli assegnavano procure o deleghe per l’incasso.

Sgarbi contro Swiss Air

Scusate la mia latitanza, soprattutto sui vostri blog,
Affinchè non vi affliggiate per la mia mancanza, vi posto due baggianate






DOV'E' LA BALLERINA TRA I FENICOTTERI?

IL SOLITO SGARBI, MA SENZA CAPRE


NO NO FRANCESCO.

Santità, lei in Georgia ha detto che la teoria del gender è il grande nemico del matrimonio.l Papa: "Accolgo omosessuali e trans, ma il gender a scuola è una cattiveria"


Questa affermazione del Papa mi ha negativamente meravigliata  :è un chiaro esempio di come nascono e si diffondono le  varie fobie,  le discriminazioni ed anche il bullismo.


La Teoria del gender è un neologismo nato in ambito cattolico negli anni novanta del XX secolo per riferirsi in modo critico agli studi di genere: coloro che fanno uso di questa locuzione sostengono che gli studi di genere nasconderebbero un progetto predefinito mirante alla distruzione della famiglia e della società fondate su un presunto ordine naturale.[1]


COSA DICE LA SCIENZA?
La scienza ci dice che la differenza tra maschile e il femminile caratterizzano ogni singola cellula, fin dal concepimento con i cromosomi XX per le femmine e XY per i maschi. Queste differenze si esprimono in differenze peculiari fisiche, cerebrali, ormonali e relazionali prima di qualsiasi influenza sociale o ambientale.
Al convegno delle Nazioni Unite di Pechino del 1995 – dedicato alla condizione femminile e che ebbe fra le principali protagoniste Hillary Clinton – si propose di sostituire la differenza tra uomini e donne con cinque “generi”.La proposta non passò perché soprattutto la Chiesa Cattolica fece opposizione e si alleò con altri paesi; però, di fatto, queste idee, anche se non approvate ufficialmente, sono ormai imposte e diffuse a livello planetario e sono considerate una evidenza che fa parte della realtà.

Come sempre, la chiesa si batte strenuamente contro le novità che riguardano la società, non accetta di pensare che il progresso, tanto osteggiato dai rappresentanti di essa, potrebbe essere voluto dal Dio che loro osannano, a parole.


Come si possono sostenere certe bufale madornali?

Come può , un' istituzione come la chiesa cattolica,  promuovere certe bufale madornali ?


Oggetto: Chiarimenti e riferimenti normativi a supporto dell’art. 1 comma 16 legge 107/2015 Pervengono al MIUR numerose richieste di chiarimenti, sia da parte di dirigenti scolastici e docenti che di genitori, riguardo a una presunta possibilità di inserimento all’interno dei Piani dell’Offerta Formativa delle scuole della cosiddetta “Teoria del Gender” che troverebbe attuazione in pratiche e insegnamenti non riconducibili ai programmi previsti dagli attuali ordinamenti scolastici. 


Quanti secoli ci vorranno ancora prima che la chiesa cattolica capisca che non esistono uomini o donne codificati, esistono persone, ognuna col proprio carattere e desideri e peculiarità

IGNORANZA

http://www.huffingtonpost.it/2015/06/11/ignoranza-e-chiave-felicita-ricerca-australiana-_n_7559870.html


L'ignoranza è madre della felicità e beatitudine sensuale. GIORDANO BRUNO




"L'ignoranza è la chiave della felicità".  "È ciò che ci rende davvero liberi"

Meno sai e meglio stai", recita un detto, e a dargli ragione è anche la scienza
Solol'ignoranza ci dona la vera libertà", spiega Michael Smithson, professore della Research School of Psychology.
"Per assaporare l'autentica libertà personale hai bisogno di non conoscere alcune parti della tua vita presente e futura. Se tutto è già scritto per te, se sai già come andrà a finire, sei meno libero di compiere delle scelte e di prendere decisioni", afferma lo studioso. E proprio per rimpiazzare quel "vuoto" si accendono in noi la curiosità e la creatività:
Per aiutare le persone a scoprirsi (felicemente) ignoranti, il professore ha lanciato il corso online gratuito "Ignorance!", il cui sottotitolo recita: analizzando anche il lato negativo che porta al razzismo e al pregiudizio, ciò che vuole fare con il sito è soprattutto combattere contro lo stereotipo della persona ignorante e perciò da denigrare: "L'ignoranza è in ognuno di noi. È rilevante in ogni disciplina e professione, nella vita di tutti i giorni"


Purtroppo, dico io, se all'ignoranza si aggiunge la  malvagità o la crudeltà si crea un coktail estremamente pericoloso che può portare ad estreme conseguenze.
Vorrei anche far presente che 'ignoranza' non significa, assolutamente, mancanza d'intelligenza. 
Tornando invece all'ignoranza, intesa nel vero senso della parola,cioè
 "la condizione che qualifica una persona, detta ignorante, cioè chi non conosce in modo adeguato un fatto o un oggetto, ovvero manca di una conoscenza sufficiente di una o più branche della conoscenza. Può altresì indicare lo scostamento tra la realtà ed una percezione errata della stessa".Wikipedia 

 Ricordo un episodio di molti anni fa che rispecchia " lo scostamento tra la realtà ed una percezione errata della stessa"

Erano gli anni '60, la mamma, una donna molto semplice,  che aiutava la figlia in un negozio di frutta e verdura, si vantava di aver comprato un televisore  ed  era entusiasta di tutti i programmi che vedeva, un giorno manifestò tutto il suo disappunto  perchè aveva visto  un film di cowboys (evidentemente non ne aveva mai visti)   dicendo " Non è giusto però che uccidano tutti quegli indiani e tutti que cavalli!"