commenti?

LA STANGATA

Prudenza e attesa per le mosse del nuovo presidente Usa. In un intervista al quotidiano spagnolo El Pais Papa Francesco parla di Donald Trump. Il Pontefice sospende il giudizio e dice: «Vedremo quello che farà, non possiamo anticipare gli eventi». «Non possiamo essere profeti di calamità», ha aggiunto il Pontefice, ma ha avvertito che «in tempi di crisi non funziona il giudizio», le persone tendono invece a cercare «salvatori» per ritrovare la loro identità «con i muri».

Molto diplomatico fin qui,  Papa Framcesco, ma poi  fa un accostamento  che mi sembra una stangatina al neo eletto presidente USA

Il colloquio del giornale spagnolo con il Papa, durata oltre un'ora, è avvenuto nella Casa di Santa Marta dove vive Bergoglio. «Per me l'esempio più tipico del populismo, nel senso europeo, è il 33 tedesco» ha detto Papa Francesco. «La Germania distrutta cerca di alzarsi, cerca la sua identità, cerca un leader che gliela restituisca, c'è ungiovane che si chiama Hitler e dice `io posso´. E tutta la Germania vota Hitler».





6 commenti:

  1. Inizialmente diplomatico e poi una bordata tremenda.
    Questo Trump non piace a nessuno.
    Ciao Cri.

    RispondiElimina
  2. Per la prima volta mi trovo assolutamente d'accordo con lo maggior prete.
    Sì, è andata proprio così con un popolo come quello merregano sciocco e incompetente -non dimentichiamone le origini- presuntuoso e unto dal Signore.
    Io non faccio previsioni, io aspetto il crollo di Wall Street. Tempo due anni.
    Il suo discorso populista si differenzia da quelli di Hitler solamente nella lingua: il tedesco, pronunciato da un austriaco, ben si adattava agli scoppi di collera di Hitler. Quello di Donald anche nel saluto che fa a pugno chiuso, rassomiglia piuttosto ad un discorsone di Fidel.
    Il popolo finamente ho di nuovo il potere. Di nuovo? E quando mai lo ha avuto sto potere? Comincerà subito ad accorgersi il suo popolo di che rogna col gatto in testa si è scelto.
    Una sola cosa aggiungo: se i capi di governo europei non capiscono che questo è il momento di fare un unico stato confederato o federato -con buona pace di Grillo e dei leghisti- si accorgeranno del disastro solo quando ne vedranno le macerie.

    RispondiElimina
  3. Cara Cristiana, sai anche lui è un uomo ma un po furbetto, e usa delle cose indirette ma che arrivano al punto. Spero che si sarai per il brindisi delle mie nozze di diamante!!!
    Ciao e buona serata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Mica male il Pontefice! :O Alla fine è una presa di posizione da capo dello stato questa, chissà...

    RispondiElimina
  5. Il Papa parla tanto e di tutto,ma non ha risolto il marcio in casa sua:i pedofili, lo I.O.R.e i cardinali che si fanno restaurare gli attici con le elemosine del "Bambin Gesu'.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dare ragione a Fulvio... Prima di guardare la sporcizia degli altri bisogna pulire casa propria.

      Elimina