A proposito di Totò


http://www.aforismario.net/2017/01/toto-frasi-e-battute-film.html
1. C'è chi può e chi non può: io può .
2. Parli come badi .
3. Lei è un cretino, s’informi .
4. La donna è mobile e io mi sento mobiliere .

5. Elena di Troia… Troia…Troia...questo nome non mi è nuovo...



Un grande artista senza dubbio, con quel suo viso mobile dalle molteplici  espressioni  tragi-comiche di cui in  questi  giorni ho letto post ed articoli che, tranne poche eccezioni, lo osannavano
Alcuni film di Totò sono francamente brutti, fatti in fretta, talvolta ne girava sei all’anno come un matto. E all’interno di questi film che sono oggettivamente brutti, esclusi pochi costruiti con più abilità, ci sono però dei momenti, parlo di cinque minuti, dove Totò dimostra la sua genialità” Mereghetti
Sono d'accordo con Mereghetti, Totò con le improvvisazioni e i suoi giochi di parole rendeva queste pellicole degne di essere guardate
Avrete capito che parlo di comicità
Indimenticabile, per me Paolo villaggio con Fantozzi  e il " Professor Kranz"
Che mi faceva ridere fino alle lacrime.


Un altro  mostro? Paolp Villaggio.


 E come dimenticare Giorgio Bracardi.

Perchè gli italiani sono di una cattiveria!

Non so chi di voi ricordi quel personaggio di Giorgio Bracardi 
la cui gag prendeva di mira ogni giorno una diversa razza
 italiana locale:il "bergamasco", il "milanese", il "romano", 
il "barese", il "genovese" ecc.,  Iniziava col dire che il 
genovese ( es. ) è una persona schifosa 
e giù una sfilza di nefandezze , ma terminava dicendp
 " però...se te lo fai amico...e ne elencava le doti infinite
.Ebbene, quel personaggio di Bracardi, nonostante il grande 
successo che riscuoteva, ad un certo punto fu giudicato 
offensivo, vi furono proteste, i ridicoli si offesero, 
giunsero addirittura le accuse di razzismo e alla fine 
la gag fu soppressa.e non se ne trova più traccia

L'ho trovato!



Molti altri da allora,mi hanno e mi fanno  ridere  tutti con la loro comica demenziale, come si dice oggi,
che non ha nulla a che fare, a mio parere,  con il genere demenziale americano, che invece  mi fa piangere.
Più recentemente : Proietti,  Arbore con 'quelli della notte' e 'indietro tutta', Benigni e Troisi ;
 Zalone , Fiorello,il mago Forrest , Teocoli  e ,a volte, mi piace  Brignano

Aborro, alla Mughini :  Mammucari , Gabriele Cirilli, Martufello e un infinità di altri che hanno lo 
spirito di patata, a mio parere

DADAN! Ecco a voi colui che mi fa ridere, 
qualsiasi 
cosa dica o non dica.
Ma non ve lo dico adesso, lo dirò quando e se   mi direte quale genere di comicità preferite, facendo magari qualche nome.


















11 commenti:

  1. Amavo Dario Fo, Totò, Villaggio (non tutto), mi piacciono Ale e Franz. Difficile oggi trovare qualcuno che ti fa ridere e riflettere, certa satira è soffocata e quindi secondo me certi talenti forse non riescono ad uscire ed avere la giusta visibilità che competerebbe loro.

    RispondiElimina
  2. Non sono molto per la comicità però un Albanese non mi dispiace affatto... soprattutto i primi film che ha girato... Totò era particolare... ciao e Buona Pasqua! Cri : )

    RispondiElimina
  3. Cara Cristiana, noi siamo fortunati abbiamo avuto e abbiamo dei comici che fanno ridere, se anche in questi giorni non è facile ridere, venti pericolosi di guerre!!!
    Ciao e buona serata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Ciao Cri,
    sono sostanzialmente d'accordo con quanto scritto su Totò, anche se bisogna precisare che il Principe della risata rendeva belli o comunque accettabili persino i film orrendi.
    Il fatto è che quando gli proponevano una pellicola, lui non andava troppo per il sottile e arraffava tutto, avevdo il costante timore di poter tornare nella miseria. E la sua fu davvero una miseria nera.
    Anche Villaggio è un valente artista (ma non un "mostro" del palcoscenico come Totò) e anche lui ha fatto dei film criticabili, come quelli della serie "Fracchia", eccessivi e talvolta grotteschi sino alla nausea.
    Bracardi è stato un bravo comico, interprete di gag divertenti, ma non ha la statura dei colleghi predetti.
    Un caro saluto e a presto!

    RispondiElimina
  5. Il migliore, un vero talento naturale, era Troisi.

    RispondiElimina
  6. Cara Cristiana,Toto non mi piaceva come non ho mai amato i suoi film,per gli altri comici che nomini,sono d'accordo con te,sia nelle lodi che non.
    Nell'oggi il peggiore è senza dubbio Mammucari mentre la vera genialità l'ho trovata in Arbore con gli amici della notte.
    Troisi era bravo,ma ha me,per capirlo serviva l'interprete.
    Felice settimana,fulvio

    RispondiElimina
  7. Io ho avuto la fortuna di assistere ad uno spettacolo di Totò a teatro, di quelli che puoi dire "io c'ero". Era al Sistina, uno spettacolo misto imperniato sulla figura di Totò, che spesso andava a braccio castigando i suoi attori. Quella sera ad un certo punto si capì che stava inventando tutto, perché gli "attori" se ne uscivano di scena uno dopo l'altro trattenendo a stento le risate. Immaginate la scena vuota, Totò che andava come un treno, una battutona dopo l'altra e la gente in platea che correva fuori a fare pipì. E questo per oltre venti minuti. Alla fine della sua tirata si mise la mani sui fianchi, guardò in alto da dove piovevano le luci e disse, vado a memoria: "I cessi sono pieni e fanno a botte là dentro. Aprite le porte di emergenza, ché questi signori debbono urinare". C'era gente che si reggeva la pancia. Io ero studente, ma qualche soldo lo tenevo. Alla fine dello spettacolo corsi a comperare un biglietto per la sera successiva. Brillante, grandioso, ma non ripetè quell'exploi memorabile.
    Comici come lui non ce n'erano. Bravi sì, per esempio Fabrizi. "Guardie e ladri" è un capolavoro e vinse un festival in Argentina, ma è sicuramente il film dove Totò (e Fabrizi) facero ridere e piangere tutto il pubblico in mezzo mondo.
    Oggi inutile cercarne simili, non ce ne sono. Bravo Zanone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che stringato!
      Speravo nominassi qualche comico più recente.

      Elimina
    2. Spiacente, stella. Un comico non è aun attore come un altro, un comico deve farmi incominciare a ridere prima ancora di aprire bocca per la prima battuta. Dove sono oggi? Parecchi fanno piangere, altri fanno schifo, altri mi fanno pena, altri mi fanno addormentare. Crozza è bravo ma non è un comico, è un attore satirico.
      Comunque il miglior comico resta attualmente Matteo Renzi, seguito a ruota dal Baluba che ride di continuo.

      Elimina
  8. Ciao Cristiana , avevo promesso di scriverti qualcosa ed eccomi qua. Toto non mi ha mai fatto ridere nè da piccolo nè da grande, Questo non significa assolutamente niente, questo non toglie che sia stato un bravo attore . Vedi Uccellacci e Uccellini . Di quelli di cui hai scritto , mi facevan ridere ma neanche tanto quelli della banda di Arbore per il resto passo sopra. Come ti dicevo io sono più "amerigano" mi fa ridere Belushi, Peter Seller indimenticabile in Hollywood Party , Gene Wilder, Richard Pryor ,Jerry Lewis E Steve Martin quest'ultimo solo in un grande film : Un biglietto in due con un indimenticabile John Candy .Per quanto riguarda i comici italiani del passato e odierni , stendo un velo pietoso, Mammucari ,il mago Forrest Zalone, e queglia tri due che hanno un sacco di successo e manco mi ricorde il nome, fanno ridere ? mah...buon 25 aprile

    RispondiElimina
  9. e non mi nominare Dario Fo, perchè potrei morire. La banda di Avanzi, i primi tempi, mi picevano ed anche Albanese, sempre i primi tempi...ciao

    RispondiElimina