commenti?

http://www.repubblica.it/viaggi/2017/05/23/news/i_luoghi_storici_preferiti_tripadvisor_vince_angkor_wat_san_pietro_quarta-166195800/?ref=RHPPBT-VV-I0-C4-P11-S1.4-T1#gallery-slider=166192190

Top 10 Europa, sfida a tre Italia-Francia-Spagna

Torre Eiffel ? Via assolutamente! Piuttosto Marrakech con sullo sfondo la moschea de Kutebiyya del  1° secolo d.c.

Top 10 mondo, scende Machu Picchu, salgono i templi cambogiani


Grande Moschea Sheikh Zayed di Abu Dhabi 2007   VIA!  Troppo recente e moderna, vedrei piuttosto la Valle dei Templi di Agrigento


Top 10 luoghi storici Italia, Roma batte tutte


Al posto di Piazza Michelangeo a Firenze, che è più che altro un belvedere

premierei 

La Piazza Vecchia di Praga



Voi, cambiereste una piazza o una Chiesa con altre meraviglie europee?


L'UNICO PAESE 'CIVILIZZATO' CHE HA FAVORITO L'OMICIDIO DI UN'INFINITA' DI GIUDICI

Falcone e Borsellino trasferiti all'Asinara

Nell’agosto del 1985 Falcone e Borsellino, minacciati dalla mafia, vennero costretti all’esilio con le famiglie sull’isola del Diavolo. E anche per loro quel paradiso fu un inferno.
È la seconda settimana di agosto del 1985, sette anni prima. Sette anni prima delle bombe di Capaci e di via D’Amelio. I due giudici sono in pericolo. Con le loro famiglie, «per motivi di sicurezza», vengono deportati nel carcere dell’Asinara.
 Il 6 agosto i macellai di Totò Riina avevano ucciso a colpi di kalashnikov il vicequestore Ninni Cassarà e l’agente Roberto Antiochia, il 28 luglio era caduto sul molo di Porticello anche il commissario Beppe Montana
Come faranno a ultimare l’istruttoria? Quando potranno visionare tutti i documenti? Quando torneranno in Sicilia? È una corsa contro il tempo. Isolati, non possono comunicare con l’esterno. Vietato telefonare in Tribunale, vietato mettersi in contatto con il ministero. Troppe spie, troppi traditori.
 Alla fine di agosto un elicottero  scarica centinaia di faldoni con in evidenza una grande scritta: “Abbate Giovanni + 706”. Tutti esultano.
La foresteria dell’Asinara diventa una succursale dell’ufficio istruzione del Tribunale di Palermo. Migliaia di fogli, la confessione di Tommaso Buscetta, la documentazione bancaria dei cugini Salvo di Salemi, le perizie balistiche sull’omicidio del generale Carlo Alberto dalla Chiesa. Poi, una mattina, arriva la comunicazione ufficiale: «Potete tornare in Sicilia». Il maxi processo inizierà nel febbraio del 1986 e si concluderà nel dicembre del 1987 con 19 ergastoli e pene per 2665 anni di carcere. Il primo successo dello Stato contro Cosa Nostra. Scritto da Manuela Ghizzoni


Nel frattempo a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sarà notificata in ufficio una fattura da saldare: 415.800 lire a testa per le bevande consumate durante i venticinque giorni all’Asinara. È il conto dell’amministrazione penitenziaria, uno dei tanti “regali” dello Stato italiano ai giudici del pool antimafia.  

E' l'ultimo insulto  al giudice Falcone?  No, nell'84 la mancata nomina al progetto di un gruppo di magistrati che si occupasse di una medesima indagine, diluendo i rischi e le responsabilità personali  sviluppato da Antonino Caponnetto (subentrato a Chinnici, ucciso il 29 luglio 1983) che, nel marzo 1984, avrebbe poi costituito un gruppo di lavoro composto da quattro magistrat Dopo l'abbandono dell'incarico di Caponnetto per ragioni di età e di salute, alla sua sostituzione vennero candidati Falcone, e Antonino Meli. Nel settembre 1987, dopo una discussa votazione, il Consiglio Superiore della Magistratura nominò Meli.[1] A favore di Falcone, votò anche il futuro Procuratore della Repubblica di Palermo, Gian Carlo Caselli,
Inoltre nell'89quando avvenne l'attentato aall'Addaura   vi  fu anche chi dise che era stato lo stesso Falcone a organizzare il tutto per farsi pubblicità     -Leoluca Orlando sindaco di Palermo-




Perchè NO?

 Giacomo Leopardi, poeta grandissimo, passato senza onori e senza gloria, senza un solo sorriso d'amore; lo scrittore così casto da parere miracolo, tra il dilagare delle moderne impudicizie, così schivo, sebbene altero e consapevole della sua grandezza, così poco compreso ai suoi tempi, così negletto e perfino deriso, morto precocemente, prima di vedere dalla generalità dei connazionali riconosciuto il suo merito,  DeSanctis
Così si esprimeva DeSanctis a proposito di Giacomo Leopardi
Seguendo la trasmissione di Corrado Augias, ho appreso che Leopardi aveva con la madre un pessimo rapporto e  che nello Zibaldone ne ha fatto un ritratto inesorabile

Discutibile e poco umano il rapporto da Adelaide Antici  con il figlio e con la sua malattia*,che  vedeva i mali di Giacomo, come quasi un segno divino, era contenta che i figli morissero, e doveva essere lieta che il figlio fosse "deforme" e rinunciasse completamente ai piaceri e alle gioie della giovinezza, perché le morti e le malattie dei figli erano un dono che lei faceva a Dio e che Dio ricambiava. 


Su questo pensiero distorto, infatti, lo stesso Giacomo scrisse di lei impietosamente: «Considerava la bellezza come una vera disgrazia, e vedendo i suoi figli brutti o deformi, ne ringraziava Dio, non per eroismo, ma di tutta voglia. Non procurava in nessun modo di aiutarli a nascondere i loro difetti, anzi pretendeva che in vista di essi, rinunziassero intieramente alla vita nella loro prima gioventù; se resistevano, se cercavano il contrario, se vi riuscivano in qualche minima parte, n'era indispettita, scemava quanto poteva nell'opinione sua i loro successi (tanto de' brutti quanto de' belli, perché n'ebbe molti) e non lasciava passare, anzi cercava studiosamente l'occasione di rinfacciar loro, e far loro ben conoscere i loro difetti, e le conseguenze che ne dovevano aspettare, e persuaderli della loro inevitabile miseria, con una veracità spietata e feroce. Sentiva i cattivi successi de' suoi figli in questo o simili particolari, con vera consolazione, e si tratteneva di preferenza con loro sopra ciò che aveva sentito in loro disfavore. Tutto questo per liberarli dai pericoli dell'anima, e nello stesso modo si regolava in tutto quello che spetta all'educazione de' figli, al produrli nel mondo, al collocarli [...] questa donna aveva sortito dalla natura un carattere sensibilissimo ed era stata così ridotta dalla sola religione».  




L’idea di una “maledizione del poeta” domina la visione della poesia di tutta le seconda metà dell’Ottocento. A incarnare questa figura in maniera emblematica è Paul Verlaine, che proprio a “I poeti maledetti” (“Les Poètes maudits” in francese) dedica l’omonima opera del 1884, intendendo con questa definizione la cerchia dei poeti a lui vicini, frequentati personalmente, tra cui l’amante Arthur Rimbaud, altro famoso “dannato” 



Ma la figura del genio dannato non è nata a Parigi, anzi, non ha patria né tempo. Già Edgar Allan Poe, nato a Boston nel 1809, sembrava portare in sé il marchio di una maledizione.


8. Franz Kafka (1883-1924) 
 Scrittore Nato a Praga, Franz Kafka è cresciuto in una famiglia ebrea della classe media,  ha continuato a studiare legge e lavorava nel settore assicurativo. Benché fosse uno scrittore prolifico , poche delle sue opere sono state pubblicate quando era vivo. Nel 1923, si trasferisce a Berlino per dedicare anima e corpo alla sua unica passione: la scrittura.  Ma morì di tubercolosi poco dopo - non sapendo purtroppo quanto le sue opere in seguito ebbero un enorme impatto sulle future generazioni di scrittori e studiosi.



Tra i pittori  come non ricordare, il più sfortunato di tutti, portato alle  le stelle che tanto amava, soltanto dopo morto  7. Vincent van Gogh (1853-1890)
Lui forse di tutta questa lista è l'esempio più eclatante. Una vita fatti di stenti e frustrazioni, incompreso sin da quando era piccolo. Anche se era conosciuto da altri artisti per il suo talento, ha vissuto un'esistenza di stenti e per lo più sconosciuto al grande pubblico. A soli 37 anni è morto sparandosi un colpo di pistola nella solitudine più totale.


Quando leggo di queste vite travagliate, che hanno conosciuto  la disperazione, che non hanno avuto in vita il giusto riconoscimento,  cerco di convincermi che deve esserci un luogo, magari un mondo parallelo  o un Shangri-Là irragiungibile ai vivi.
Se è vero che la nostra mente e la nostra anima sono composte da energia, allora deve esserci un punto nello spazio ove si possa  sfruttare questa energia , dove una sorta di filmato possa scorrere in quelle menti per tenerle al corrente di cosa è successo nel tempo.

Una sorta di monitor mentale, ecco.







11. Ernest Hemingway, Fiesta

Le giornate dedicate


http://www.sparklingcode.net/giornatamondiale/#sthash.BEsxxKWQ.dpbs



Sono decicìne le giornate mondiali dedicate  a....es.
20 maggio giornata dell whisky(Chissà le sbornie)


2 maggio giornata dei blogger
(averlo saputo...)





Proprio oggi è il 15 maggio



Anche l’edizione di quest’anno della giornata delle famiglie, celebrata i15 maggio, è stata declinata dall’ONU al plurale, a differenza di quanto proclamano in Italia gli organi di stampa vicini alla Chiesa Cattolica e alla destra, che vorrebbero una giornata dedicata ad un solo tipo di famiglia, quella basata sul matrimonio tra un uomo e una donna.
Non amo queste feste "comandate" che s'impicciano dei sentimenti delle persone, volute quasi esclusivamente da un mondo globalizzato che sfrutta anche l'amore  a scopo di guadagno.
Proprio ieri , la giornata della mamma, retorica a parte, ho pensato che vi è anche un rovescio della medaglia e mi riferisco a quelle madri  egoiste, ignare di una educazione amorevole, possessive e intriganti, per non parlare di quelle violente che picchiano o, addirittura sopprimono i propri figli.
A proposito di amorevolezza, mi è venuto in mente un racconto di Dino Buzzati. Eccolo.

Austria 1904.
In un giardino pubblico, bande di bambini giocano alla guerra.
Molti di loro sono biondi, rosei, con gli occhi azzurri. E poiché spesso i ragazzi sono istintivamente crudeli, oggetto dei loro pesanti scherzi è un bambino di cinque anni, piccolo, magro, con i capelli neri, con i capelli neri.
Alla fine, pesto, sporco di fango, con il fucile-giocattolo rotto, il bambino dai capelli lisci e neri si rifugia dalla madre.
"Povero bambino!" esclama una signora che sta con lei. E lo accarezza.
"Il bambino alzò gli occhi, riconoscente, cercò di sorridere. E una specie di luce, per un attimo, passò sul pallido volto.
C'era tutta l'amara solitudine di una. creatura fragile, innocente, umiliata e in difesa; il desiderio disperato di un po' di consolazione; un sentimento puro, doloroso e bellissimo, che era impossibile definire.
Per un istante - e fu l'ultima volta - egli fu un mite, tenero  e tribolato bambino, che non capiva il perché e chiedeva al mondo intorno un po' di bene.
Ma fu un attimo. "Su, Dolfi, vieni a cambiarti!", fece con ira la madre e lo trasse energicamente verso casa. Allora il bambino riprese impetuosamente a singhiozzare, la sua faccia divenne subitamente brutta, una grinta dura gli increspava la bocca.
"Che disperazione, questi bambini!" - esclamò l'altra signora accomiatandosi. "Arrivederci, signora Hitler! ".

ASCOLTANDO "IL RUGGITO DEL CONIGLIO"



Sono 20 anni che tutte le mattine, o quasi... , ascolto  "Il ruggito del coniglio" ,alzandomi alle 7.45.
E', per me , un programma spassosissimo, composto da una masnada di elementi capitanata da Marco Presta e Antonello Dose.
Si può anche partecipare in diretta rispondendo ad argomenti che propongono giornalmente e io l'ho fatto con argomento cani ( MAVA?) o argomenti che riguardavano mia figlia quando era ancora  una pischella piena di fantasia. Oggi  invitavano a raccontare  un aneddoto alla domanda " Quando siete arrivati al momento sbagliato? Non ho partecipato, ma mi è sorta spontanea la domanda Volete partecipare , qui sul mio blog? Posso raccontarvi due fatti successi a me.Il primo parecchi anni fa, sulla spiaggia di Sanremo, ho aperto   la cabina sbagliata e mi sono trovata davanti un giovanottino tutto nudo

Il secondo, prima che mia figlia si sposasse, la mia casa sembrava un albergo dal momento che lei invitava continuamente ragazze amiche da tempo o ragazze conosciute all'estero ai tempi dei suoi studi in Paesi stranieri e una volta due ragazzi spagnoli conosciuti in Grecia. Un giorno, convinta che in casa non ci fosse nessuno, sono entrata nella camera degli ospiti , sorprendendo due ragazze che si baciavano.

Dai che mi fate divertire!

SALVINI :CHI L'HA VISTO?

 Pare che qualcuno è riuscito a fotografarlo
  

Elezioni in Francia, Salvini:"Macron è un burattino elegante"

"Macron?
Ha dalla sue due noti porta sfiga come Obama e Renzi".


Matteo Salvini—che di solito è molto loquace—si è limitato a ringraziare Marine Le Pen, e poi si è ributtato sulle solite tradizioni: quelle di soffiare sulla xenofobia contro i migranti, chiedendo a gran voce "un cacchio di BLOCCO NAVALE."

Non sono un'economista, anzi per me è una meateria ostica e poco attrente, ma leggendo vari articoli mi schiero  fra  coloro che descrivono una nostra eventuale uscita dall'euro in questi termini.

E se tornassimo alla lira? Ecco cosa accadrebbe 

ai nostri soldi
“Il primo fenomeno che si verificherebbe sarebbe una svalutazione di circa il 30% della moneta, con il relativo aumento del costo delle materie prime di importazione come petrolio e gas, mentre crollerebbero i valori degli immobili e dei terreni.
http://www.commercializzando.it/attualita/leggi-e-economia/e-se-tornassimo-alla-lira-ecco-cosa-accadrebbe-ai-nostri-soldi/


Uscita dall’euro? Benvenuti all’infernohttp://www.ilfattoquotidiano.it/2016/12/07/uscita-dalleuro-benvenuti-allinferno/3242446/#disqus_thread

Uscire dall’euro? - Ma anche no - al

https://altreconomia.it/uscire-euro/?gclid=Cj0KEQjwrsDIBRDX3JCunOrr_YYBEiQAifH1FtuHarMgP68HH0BXBYq90S0vOoTDhXtYEcmY6FiJJi8aAi4Q8P8HA

BAU

http://www.repubblica.it/ambiente/2017/05/06/foto/oasis_premi_fotografia_naturalistica_2017-164761089/1/?ref=RHRD-BS-I0-C6-P1-S1.6-T1#1

Sono considerati gli Oscar della fotografia naturalistica. Anche quest'anno la 13esima edizione di Oasis Photocontest ha premiato le migliori immagini di natura e animali in un concorso che ha visto la partecipazione di oltre 24mila fotografie e 66 nazioni partecipanti per le 10 categorie in concorso.  

Ho scelto questa foto perchè  i più recenti studi basati sulla genetica, supportati da recenti ritrovamenti paleontologici, hanno portato a ritenere valido il riconoscimento del lupo grigio come progenitore del cane domestico.
Chi mi conosce, sa che amo i cani e che hanno   sempre fatto parte del mio mondo.
Per riavvicinarmi al blog ho scelto ( che palle direte) di parlarvi della mia Lilla. Quando la portammo a casa notai che beveva poco e, mostrandole la ciotola dell'acqua, la invitavo ripetutamente a bere Da allora, ha preso un'abitudine e oggi, parlando al telefono con un amico, quando  ho sentito il noto BAU provenire dalla cucina  e avendo il cordless, l'ho raggiunta  ben sapendo cosa desiderasse da me : che constatassi che stava bevendo. Ora  succede anche quando non  finisce  la sua pappa e arrivatale un po' di languorino, decide di terminarla; stesso richiamo e stessa pretesa che io assista fino a scodella vuota.
Anche ciò  dipende dal fatto che ,illo tempore, quando  non terminava la sua razione, insistevo affinchè la finisse  . Mi ci è voluto poco a capire che,pensando di avermi fatto uno sgarbo, in questo modo si fa perdonare.
Lei fa BAU e la raggiungo automaticamente , perchè in questo caso sono io ad avere un riflesso condizionato.

Sono in blog-crisi



Pyongyang accusa: "Cia e servizi Corea del Sud hanno tentato di uccidere Kim JongIl il ministero della Sicurezza di Stato nordcoreano denuncia un presunto tentativo di attentato "con sostanze biochimiche" e minaccia: "Attacchi terroristici in stile coreano cominceranno da questo momento"


Chi si assomiglia si piglia




Sì, sono in crisi d'astinenza. Ho bisogno di ridere.
Non chiudo il blog, e commenterò gli amici blogger 
aspettando tempi migliori.